Torino, l’ottimo mercato non deve distrarre. Testa all’esordio in campionato

Torino, l’ottimo mercato non deve distrarre. Testa all’esordio in campionato

Verso Frosinone-Torino / Chiarita la situazione di Maksimovic e Bruno Peres, ora i granata devono pensare al campionato: vietato crogiolarsi nel proprio brodo di giuggiole. Presunzione, il nemico da battere

3 commenti

Dopo il felice esordio stagionale di domenica sera in Coppa Italia il Torino si prepara al debutto in campionato a Frosinone. Una partita da vincere per iniziare con il piede giusto, cercando di non farsi distrarre dall’ottimo mercato condotto dal club. Vietato crogiolarsi in un brodo di giuggiole: il rischio è di restare bolliti.

MAKSI, FINALMENTE CASO CHIUSO – Già, il calciomercato: a luglio fa sognare i tifosi, del Torino e non solo, ma quando si giunge alla seconda metà di agosto l’emozione si trasforma nella paura di una beffa all’ultimo minuto, leggi: una cessione inaspettata. Chi, scorrendo la formazione titolare contro il Pescara e vedendo il nome di Maksimovic in panchina non ha pensato anche solo per un attimo ‘‘ecco, ci siamo, adesso lo vendono’’? Per fortuna però l’ipotesi di cessione del serbo è stata prontamente scongiurata (così come sembra quella di Bruno Peres, per il quale non sono arrivate offerte concrete). Ventura ha confermato di averlo lasciato fuori per dargli una “semplice pausa dalle voci che lo hanno frastornato nelle ultime settimane”, ma sia il mister che il presidente Cairo hanno confermato di non voler cedere per nessun motivo il giocatore al Napoli, vista anche l’offerta ritenuta decisamente troppo bassa. E quella frase detta proprio da Cairo ‘Per Nikola non c’è altro da aggiungere, è una faccenda chiusa ormai. Resta con noi’’ è per i tifosi del Torino forse il miglior viatico possibile per avvicinarsi al calcio d’inizio del campionato.

Cairo post Torino Pescara
Urbano Cairo subito dopo il match di Coppa Italia tra Torino e Pescara

ATTACCANTI MOTIVATI – L’importante a cinque giorni dalla sfida contro il Frosinone è che la squadra non risenta né di certi fastidiosi rumors di mercato e nemmeno passi il tempi a specchiarsi ripetendosi: “Ma quanto siamo belli, ma quanto siamo forti”. La presunzione – come ribadito dal tecnico Ventura – è il nemico numero uno per questo Torino. E in tal senso l’allenatore ha già dato segnali importanti: qualcuno non è convinto o pronto al 100%? Nessun problema, meglio concedergli un turno di riposo e far giocare un altro al suo posto. I granata quest’anno hanno una rosa abbastanza profonda per permettersi anche scelte di questo tipo.

Martinez dopo Torino Pescara Coppa Italia
Josef Martinez, autore di un gol contro il Pescara subito dopo il suo ingresso in campo

DEBUTTO A FROSINONE – Intanto però il gruppo pensa a ben figurare alla prima della nuova Serie A. Contro il Frosinone l’obiettivo è vincere per iniziare al meglio il torneo, ma occorrerà stare attenti ad una squadra che è alla sua prima assoluta nella massima categoria e che davanti al proprio pubblico vorrà togliersi la soddisfazione di uscire dal campo non solo avendo dato tutto, ma anche con dei punti. Insomma un esordio a trabocchetto per Ventura, per di più contro un ex cuore granata come Roberto Stellone. Ma il Torino è pronto alla sfida e la bella rimonta realizzata contro il Pescara dopo uno sfortunato autogol non può che infondere fiducia nei giocatori. Riparte la Serie A finalmente, e le voci di mercato si perdono in lontananza.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. PrivilegioGranata - 2 anni fa

    Padelli
    maksimovic glik moretti
    peres benassi vives baselli avelar
    maxi quaglia

    Cambi nel secondo tempo, tra cui sicuramente ingresso di martinez.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 2 anni fa

      dico anche io la mia 😉
      Padelli
      maksimovic glik moretti
      zappacosta benassi vives baselli peres
      maxi quaglia

      concordo con l’ingresso in campo di martinez

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Wendok - 2 anni fa

      Cioè facciamo giocare vives e non gazzi ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy