Torino: Maxi Lopez farebbe bene a restare

Torino: Maxi Lopez farebbe bene a restare

Accordi Granata / L’attaccante scartato da Maran decide la sfida sulle note di Lose Yourself

Il Toro torna a correre, e lo fa matando un Chievo che era arrivato all’Olimpico in grande forma, con 2 vittorie e 4 pareggi nelle ultime 6. Gli uomini di Maran sono però dovuti capitolare davanti ad un Toro grintoso e solido, nonostante il turnover varato da Ventura – solo parziale, a dir la verità: chi si aspettava spazio per uno come Rosso, giovane della Primavera, è rimasto deluso.

A decidere l’incontro è stato il più recente ex di turno, quel Maxi Lopez scartato da Maran a gennaio e arrivato a Torino tra umori e sentimenti contrastanti: “Ma è la riserva di Meggiorini…” si diceva.

Poco importava a lui e a chi in lui credeva, come Ventura: 9 gol, ma anche una capacità di proteggere palla e di far salire la squadra che da queste parti non si vedeva dai tempi di Bianchi (ma Maxi sa fare molto di più, lo dimostra il 2-0) hanno fatto ricredere i più scettici, e forse anche lo stesso Maran.

E allora è a Lopez che dedichiamo gli “Accordi granata” di oggi, ai suoi gol e alla sua possibilità, forse l’ultima, di affermarsi con decisione in ambito nazionale (e, magari, non solo…). Un ragazzo di Detroit cantava, 12 anni fa, “this may be the only opportunity that I’ve got”. “Questa potrebbe essere l’unica opportunità che ho”. Il ragazzo si chiama Eminem, e con quella canzone ha vinto un Oscar, dorato come le uova della nostra nuova Galina preferita.

Da Bilbao al Chievo, dritto verso il futuro: questa è Lose Yourself, dalla colonna sonora di 8 mile, 2003. Buon ascolto, con la carica giusta verso San Siro, sponda Milan. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy