Torino: mese nuovo, vita nuova. Ripartendo dalle cose buone

Torino: mese nuovo, vita nuova. Ripartendo dalle cose buone

Derby della Mole / Sbagliato deprimersi. Ma chi di speranza vive, disperato muore…

14 commenti
Torino, belotti, quagliarella, derby, juventus-torino, formazioni ufficiali

Metterci il cuore, metterci la testa, metterci l’anima. E giocare le partite fino in fondo. La strada del Torino è tracciata ed è questa l’unica da seguire e perseguire. Concetti già espressi durante la passata stagione, quando si invocava il salto di qualità sotto il profilo mentale. Ma che vanno ripresi e ribaditi, visto il gran numero di occasioni sciupate e punti persi nel finale.

La squadra di Ventura mostra ancora tutta la propria immaturità. Perché di questo si tratta. Chievo, Carpi, Genoa e ora il derby con la Juventus non sono semplici incidenti di percorso, ma partite non disputate dal primo all’ultimo minuto.

Come ammette lo stesso Ventura, quando il Toro vuole, il Toro ottiene. Quando il Toro spera, alla fine resta deluso. Ora i punti in classifica ottenuti sono 15 in 11 giornate: tanti o pochi? La classifica ora lascia il tempo che trova, e i conti si faranno alla fine. Ciò che è importante è che la squadra faccia davvero i passi avanti che deve fare. In questo senso, i granata vanno “aspettati al varco” nei prossimi mesi. A partire da un novembre che può e deve essere migliore di questo ottobre nero.

Il primo passo in avanti? Quello di non deprimersi. L’aver perso tre punti negli ultimi secondi di partite già terminate negli ultimi tre giorni non deve trasformarsi in una mazzata psicologica ma un una scossa che faccia ripartire con più veemenza di prima. Le cose buone da cui ripartire ci sono: la personalità dimostrata allo Juventus Stadium – sfidiamo chiunque a dire che i granata non avrebbero meritato il pareggio – prima di tutto. E’ proprio adesso, risollevandosi in un momento reso forse più difficile da un avvio che aveva creato tante, troppe illusioni, e facendo fronte a una situazione-infortuni sempre più grave, che questo Torino deve dimostrare di essere Toro.

Chirico – Sartori

Torino, belotti, quagliarella, derby, juventus-torino, formazioni ufficiali
derby
Bovo pagelle
toro derby Cuadrado
Maxi Lopez
derby Bovo Juventus Torino
Pogba gol Derby centrocampo numeri
Ventura
Allegri
pagelle
vives hernanes derby della mole

14 commenti

14 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Leo - 2 anni fa

    Condivido i contenuti dell’articolo al 100%. Vorrei solo, e semplicemente, sottolineare alcuni passi dell’articolo che mi sembrano perfetti: tutte queste sconfitte “non sono semplici incidenti di percorso”, l’avvio di campionato aveva creato “TROPPE ILLUSIONI”, e, sopratutto, è fondamentale che la squadra “faccia i passi in avanti che DEVE FARE”. Insomma, non si può fingere che sia tutto colpa del destino e di circostanze fortuite… Ci sono errori che vanno corretti e meccanismi che non funzionano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. jon1_407 - 2 anni fa

    Paghiamo i tantissimi infortuni, perchè diciamocela tutta fin quando c’erano svelar e maksi eravamo quelliche segnavano di più e giocavano forse meglio….ieri un poni sarebbe servito piuttosto che benassi.
    Però è indubbio che se siamo a 15 punti a 5 dal frosinone, se siamo sempre andati in svantaggio le colpe oggi son divise tra un mister che ormai ha smarrito sicurezza e pallino e un portiere che diciamocelo tutta non para una sega, non esce mai, sbaglia sempre coi piedi, non ha davvero un pregio. Ieri buffon ha levato due palle micidiali, a dir il vero anche padelli d’istinto ne ha tolta una ma era di fatto dritta su di lui. Appena angolano un po’ è gol, ieri sul tiro di poggia dov’era? per carità errore madornale di acquah in copertura, ma che cazzo ci fai a 3 metri dalla parte coi gobbi a 25 metri? e sul cross di sandro? inchiodato ai pali quando è palese che in quella situazione doveva stare mezzo metro avanti e aspettarsi il cross basso. poi magari sandro ti buca sul primo palo ma allora bravo lui. Purtroppo gillet era uno scommettitore e lo hanno svenduto., e sappiamo pure l’anno scorso cosa ci costò in termini di punti.
    Ieri poi sui cambi delirio assoluto. Levi l’unico che può inventare e ch ne aveva ancora, la mediana stava giocando bene e reggendo alla grande, acquahg dopo un primo tempo disastroso ha fato bisogna dire una grande ripresa limitando al massimo pogba.
    Zappacolta molinaro con spostamento di peres a sinistra! questo è il massimo.da quella parte di campo siamo sempre devastanti e infatti zappacolta ha avuto 4 5 occasioni per mettere la palla in mezzo…ora pensiamo cosa avrebbe fatto peres con le occasioni capitate a zappacolta? zappacolta che ha corsa con la palla purtroppo non Sto arrivando! cosa farci, sempre pellacce mosce, mai un affondo, 5 cross su 6 adesso al difensore, peres li avrebbe asfaltati e infine in difficoltà ha preso gol da quadrato.
    l’unico cambio da fare era al 25 esimo quaglia per belotti.
    a sto punto c’è poco da sperare. il ritorno di maksi a gennaio ci condanna. io farei esordire ichazo , tanto peggio, e proporrei di più il gallo per valorizzarlo. direi giochiamocela a viso aperto per fare un gol di più, tanto dietro senza maksi c’è solo glk. puntiamo a valorizzare prcic e altri giovani. dovevamo e potevamo essere lassù senza infortuni e con un mister che ci voleva stare ma purtroppo è palese che ventura è arrivato al picco della carriera con noi e sta ormai scendendo e lo dico da grande venturiano, ma è così. quest’anno con questo campionato doveva essere lassù. poco da fare. invece è schiavo del suo schema, impaurito. parte solo per non rendere, la squadra ha giocato da toro 4 mezz’ora, nel quali ha distrutto avversari.
    largo ai giovani largo a longo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lugior43 - 2 anni fa

      Bene!! Condivido in tutto la tua analisi (piccola eccezione per Padelli: quello che dici e vero per quest’anno, l’anno scorso ha sbagliato qualche volta ma penso che sia stato piu volte decisivo in positivo). Ieri in campo c’era una squadra che poteva vincere ma ha giocato per “non perdere” e un’altra che temeva di perdere ma ha “voluto” fortemente cercare di vincere. E ha vinto !!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Toro for ever - 2 anni fa

    Io non ho parole!!!! sono incazzato nero,sia con la squadra,che con Ventura,non si può giocare in questa maniera!!! Ventura deve cambiare mentalità di gioco è sempre la stessa minestra,non si può giocare per 90 minuti,e attendere l’avversario senza giocare,senza un gioco sulle fasce,tiri in porta non ci sono stati,bruttissimo Toro.Le ultime 4 gare,abbiamo preso 9 reti,ma stiamo scherzando?zona !!!zona!!!,ma Ventura,non è un offensinsivista,ma un difensivista,allora bisogna cambiare allenatore,con dei giocatori del genere non si può fare più le figure di merda,come quella di ieri,poi nel derby!!!!Speriamo vada via!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mik - 2 anni fa

      Totalmente daccordo. E aggiungerei:sono stanco che Ventura ci propini dal primo minuto l’usato sicuro che di sicuro non ha piu niente dal nome di padelli,vives e quaglia. Chi piu chi meno hanno iniziato benino il campionato e poi il nulla. Solo prestazioni inguardabili. Allora avremmo anche tanti infortuni (e qui torna la responsabilità dell’allenatore con la preparazione atletica), ma perché altri 2 portieri, l’ex centrocampista del rennes e il nuovo difensore restano sempre in panca a cogliere margherite? Se sono cosi scarsi da non poter sostituire degnamente 2/3 cadaveri che sistematicamente ci dobbiamo sorbire ogni domenica in campo…allora che li abbiamo comprati a fare??? Sbaglia la società a non cacciare ventura semplicemente perché pensa sempre a dove ci ha portato e a quanto ha fatto in passato. Ma nel calcio non si puo e non si deve vivere di rendita. Quest’anno piu per fortuna che per vera volontà di cairo è stata consegnata al mister una delle rose piu forti degli ultimi 20 anni. E cosa ci fa? È sotto gli occhi di tutti il non gioco, l’involuzione rispetto alla fiorentina e la bassa concentrazione che ormai caratterizzano troppi finali di partite, come gli anni passati, che ci sono costati tanti punti. Qui è tutta farina dell’allenatore in primis che nel mulino non ci mette. È uno degli allenatori piu anziani del calcio italiano se non il piu anziano in serie a. Se ha centrato solo una europa league, tra l’altro piu col culo che coi meriti, un motivo ci sarà pure. Ora credo sia tardi cambiare in corsa…chi vai a pigliare? E poi sti tipi di cambi sappiamo a cosa portano il piu delle volte. Ma spero che a fine campionato si pensi seriamente a questa opzione perche non se ne può piu. Gli riconosco la crescita di alcuni giovani, la gestione dello spogliatoio positiva, ma nulla di piu. Il non gioco, la bassa ambizione, la paura di osare…sono gap incolmabili nella sua mentalità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toro for ever - 2 anni fa

        Grazie Mik,putroppo,dispiace dire quesre cose, ma è la realtà.Io Ventura lo manderei via già da subito,e non credo che la squadra,possa andare peggio di così!!!Anzi potrebbe migliorare!!!io dico che l’allenatore con la mentalità vincente,migliorerà il Toro,spero che Cairo questo lo capisca subito!!!perchè i tifosi sono stanchi di subire altri umiliazioni,vogliamo che il Toro ritorni a vincere,sia in italia,che a livello europeo,e per far questo,Ventura non è in grado di farlo!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. angelboy79 - 2 anni fa

        Addosso in pieno la tua analisi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. loucyfer - 2 anni fa

    …e aggiungo quanto segue: stessi errori, stessi punti deboli, stesse magagne dell’anno passato, malgrado una campagna acquisti molto buona. Ciò significa soltanto una cosa: Ventura, pur avendo moltissimi pregi, ha il grande difetto di non far fare il salto di qualità alla Squadra e, dunque, di incapacità nel trasmettere una mentalità vincente sia dal punto di vista del gioco, sia da quello di aggressività, fisicità e tenuta mentale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. loucyfer - 2 anni fa

    Nel leggere il bollettino medico, ad ogni fine partita, comincio a pensare che abbiano completamente sballato la preparazione.
    Se aggiungiamo poi i discorsi Maksimovic, Gazzi, Avelar Martinez, Obi ed ora Acquah, ne ho la piena conferma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. luca - 2 anni fa

    Secondo un tifoso che tra l’altro stimavo, il quale scrive su Toro.it sarei un gobbo che porta pure sfiga.Queste persone fanno male al calcio, al Toro e ai suoi tifosi e non portano certo bene con i loro pensieri negativi.E’ per questo che ho chiuso con il mondo del calcio anche se conserverò per sempre il colore granata nel cuore.Un’ultima precisazione:Toro news e Toro.it, non c’entrano niente e papa Urbano I ancora meno.Cari saluti a tutti.FVCG.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Zlobotan - 2 anni fa

      Ma si Luca non ti abbattere, di balenghi è pieno il mondo! Continua per la tua strada e fottitene.. sarà già che adesso altra gente decide chi può commentare e chi no, ma non scherziamo!! C’è ancora gente con un senno, non temere 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. luca - 2 anni fa

        Grazie!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Zlobotan - 2 anni fa

    Su Toro.it c’è un articolo intitolato “Chi si accontanta non è da Toro”.
    Si dice che l’atteggiamento degli ultimi 15 minuti è da chi si caga sotto, e che comportandosi così c’è poco da aggrapparsi alla sfiga e all’arbitro. Ci hanno schiacciato, ci hanno creduto e alla fine meritavano di vincere: punto.
    I nostri si sono comportati da ragazzine, e la critica, a Torino, è doverosa. Non è il Toro che vogliamo.
    Non ho mai criticato Ventura (che per me rimane un mostro sacro) ma c’è un dato di fatto: abbiamo fatto una figura di merda in due derby di fila commettendo gli stessi errori di personalità.
    Se perdiamo anche la grinta allora non siamo più niente, che Ventura lo dica ai ragazzi domani e prima della partita con l’Inter. La tattica passa in secondo piano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Zlobotan - 2 anni fa

      Anche perchè questa è la serie A, dove nessuno ti regala niente. Ci vogliono le PALLE per poterci giocare e chi non le ha può tranquillamente accomodarsi in panchina

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy