Torino-Milan 0-1, altra doccia fredda per i granata

Torino-Milan 0-1, altra doccia fredda per i granata

Primo tempo all’Olimpico / Clima da contestazione. Glik commette fallo su Menez che però accentua la caduta. Rossoneri in 10

Fischio d’inizio, due giri di lancette, ed è subito rigore per i rossoneri. Glik atterra Menez in area, il francese accentua un po’, ma i granata non protestano sulla scelta di Rocchi. Massima punizione, la sesta provocata dal capitano del Torino nelle ultime tre stagioni, e dal dischetto il fantasista avversario non sbaglia. Uno a zero per il Milan e palla al centro. Il Torino non si arrende prova subito a cambiare marcia e spaventa Diego Lopez con Farnerud, ben imbeccato da Gazzi. 

Una doccia fredda per Ventura e i suoi che restano di sale, ma non si danno per vinti. Vives appare leggermente impreciso quando deve impostare, Niang mostra una forza incredibile e così la gara ristagna a centrocampo. Tanti falli, rossoneri spesso a terra per riprender fiato (o far trascorrere il tempo?). Il Toro si fa vivo dalle parti di Diego Lopez, ma con azioni spesso troppo confuse. 

Ad ogni modo nel giro di 10 minuti i granata arrivano per ben tre volte al tiro, una statistica rara in questo avvio di stagione, ma ciò non basta a cambiare il risultato. Il tutto in una cornice quasi surreale: temperatura (quasi) estiva, clima dell’Olimpico reso ancor più rovente da striscioni e cori all’indirizzo del presidente Urbano Cairo. Su tutti un drappo appeso in alto in Maratona: ”Cairo, il tempo è scaduto”. 

La sfida continua con la squadra di Ventura intenta a lottare su ogni pallone e i rossoneri chiusi in difesa, pronti a ripartire in contropiede. La tecnica del tridente di Inzaghi pesa, soprattutto quando questi provano (con successo) ad alzare il baricentro in palleggio. Sulle palle inattive, però, il Torino domina, mettendo il fisico sui calci piazzati e sfiorando il pari con Moretti.

Arriva anche il palo di Darmian, imbeccato alla perfezione da Vives e sulla ribattuta è ancora Moretti ad andare vicino al gol. Nel finale, rossoneri nervosi con Niang ammonito e De Sciglio espulso. Quest’ultimo per l’ennesimo fallo ai danni di Darmian. Dalla punizione nasce ancora un’occasione per il Torino, ma il gol non arriva. Solita reazione da Toro, dopo la doccia fredda. Dopo il cazzotto, lo schiaffo, il ceffone rifilato e incassato dall’avversario di turno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy