Torino-Milan 1-1, l’analisi dei gol: pasticcio De Silvestri-Ansaldi, poi Ljajic disegna

Torino-Milan 1-1, l’analisi dei gol: pasticcio De Silvestri-Ansaldi, poi Ljajic disegna

Il gol del vantaggio rossonero nasce da un errato disimpegno dei due esterni granata. Quello del pareggio granata, invece, dalla bravura di Ljajic…

di Redazione Toro News

Avrebbe potuto essere la gara del definitivo rilancio, ma il Toro si è dovuto accontentare di un punto. Un punto che però non smorza del tutto il lumicino di speranza dei granata, che adesso vanno a Bergamo per giocarsi la partita più importante della stagione. Tornando alla gara con il Milan, è arrivato il momento di analizzare i due gol segnati dalle squadre nell’1-1 finale, un misto di tecnica e capacità di sfruttare gli errori avversari.

DISIMPEGNO SBAGLIATO – E’ il 9′ minuto, Kessie s’infila in area e prova a battere Sirigu con il piattone, trovando però la pronta risposta di Sirigu. A quel punto, inizia la confusione dei giocatori granata. Nel tentativo di disimpegnare e liberare l’area granata, toccano la palla, in ordine, Burdisso, De Silvestri e infine Ansaldi, che però serve involontariamente Biglia con un colpo di testa indirizzato al limite dell’area. In tre tocchi, insomma, la difesa granata non riesce a disimpegnare al meglio, anzi: da Biglia, la sfera viene scaricata a Bonaventura, che di collo pieno indovina un angolo incredibile, segnando l’1-0 Milan.

Schermata 2018-04-19 alle 14.37.33
Il momento in cui Ansaldi sta per spizzare di testa il rinvio maldestro di De Silvestri. Invece di liberare con la nuca all’indietro, l’argentino indirizza la sfera al limite dell’area servendo Biglia

FORZA E TECNICA – E’ il 25′ della ripresa, il Toro ha ricominciato a giocare con entusiasmo dopo gli ingressi di Edera e Obi. Proprio sugli sviluppi di un tiro del canterano granata, Belotti viene murato sul più bello in calcio d’angolo. Alla battuta va chiaramente Ljajic, mentre in mezzo vanno a formarsi i blocchi. I saltatori partono lontani, con la chiara intenzione (nella postura) di voler attaccare il primo palo. Così avviene: Ljajic batte deliziosamente a rientrare sul primo palo, Abate non regge la dirompenza di De Silvestri e Donnarumma è clamorosamente anticipato in gol. Il terzino granata si conferma un ottimo saltatore sulle palle inattive, il serbo dimostra ancora una volta la sua abilità nei calci piazzati che è indispensabile per questo Toro. Il portiere del Milan, invece, si fa bruciare uscendo a vuoto. Ma si riscatterà nel finale, negando a Ljajic il gol della vittoria con una grande parata.

Nonostante i tre rossoneri a protezione del primo palo di Donnarumma, la palla tagliata di Ljajic pesca lo stesso De Silvestri
Nonostante i tre rossoneri a protezione del primo palo di Donnarumma, la palla tagliata di Ljajic pesca lo stesso De Silvestri
4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. LeoJunior - 3 mesi fa

    Stagione indecifrabile per mille motivi. Acquisti sbagliati (difficile non dare buona parte delle colpe a Sinisa, pur non essendo io mai stato un suo detrattore a prescindere), guida tecnica cambiata in corsa, mancanza di uomini di spessore che obbligassero lo spogliatoio a crederci sempre. Ma tant’è e qui siamo. Ma non capisco perchè da molte parti ci si rassegni a non poter raggiungere l’EL. Quasi impossibile, ma QUASI. Abbiamo lo scontro diretto e possiamo e dobbiamo giocarcela. Così impossibile vincere a BG? io direi di no. E se vinciamo li superiamo virtualmente. Secondo voi Samp e Fiorentina sono così sicure e affidabili? tali da non perdere 2 punti? …. per me no. E poi c’è l’incognita Milan. io non sono sicuro per nulla che abbia i numeri per iscriversi. Il rischio che resti a secco ci sono ….. dai ragazzi, almeno per dare un senso alle prossime partite. Io ci credo. Edera protagonista, Lijaic mattatore e Gallo che riacquista la mira (…. e qualche santo in Paradiso. E noi abbiamo una intera squadra e tanti altri campioni lassù. E da poco anche un allenatore).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio sala 68 - 3 mesi fa

      Gli acquisti devono essere fatti con competenza, alla fine chi è costato meno é quello che sta rendendo di più, segno che senza svenarsi si riesce a comporre una rosa competitiva. Secondo me l’errore più grande è stato non cercare un’alternativa valida a Belotti, la scelta di Sadiq è stata veramente infelice e ne paghiamo le conseguenze

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toro71 - 3 mesi fa

    E invece il rigore sbagliato da Belotti come va analizzato????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. abatta68 - 3 mesi fa

    Sul primo goal ha sbagliato Ansaldi, con un colpo di testa verso il centro del campo (non si fà mai, a maggior ragione se sei al limite della tua area!), ma è veramente l’unico suo errore… ieri Ansaldi ha fatto una grande partita, forse il migliore in assoluto, l’unico che ha sempre messo in difficoltà il Milan.
    La partita è cambiata quando avevamo in campo i giocatori capaci di saltare l’uomo (Obi e Edera), perchè fino a quel momento l’unico che lo faceva era appunto Ansaldi e basta. Iago fuori partita, Ljaic invisibile per tutto il primo tempo. Quando Ljiac ha messo la testa fuori e si è preso qualche responsabilità, finalmente abbiamo iniziato ad essere pericolosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy