Torino-Milan, Cerci e le sue ex squadre: quanti dispiaceri ad Atalanta e Fiorentina!

Torino-Milan, Cerci e le sue ex squadre: quanti dispiaceri ad Atalanta e Fiorentina!

Verso Torino – Milan / Il classe ’87 ha fatto male alle formazioni in cui ha giocato in passato in più di un’occasione: bergamaschi e viola i suoi bersagli preferiti. Come si comporterà contro il Toro? Fra poche ore la risposta

Commenta per primo!

Oggi è il giorno della tanto attesa sfida tra Torino e Milan, il giorno in cui gli uomini di Ventura sono chiamati ad una reazione importante per dimenticare la brutta prestazione di Verona e, cosa non da poco, il giorno del ritorno di Cerci all’Olimpico, da avversario. Sistemato da pochi giorni in casa Milan, il ventisettenne si ritroverà, quindi, già di fronte il “suo” Toro. Come si è comportato con le sue ex squadre in passato? Proviamo a scoprirlo.

PRIMA DEL TORO- Nella sua carriera, il classe ’87 ha vestito le maglie di Roma, Brescia, Pisa, Atalanta, Fiorentina, Torino, Atletico Madrid e, da pochi giorni, Milan. La prima occasione in cui Cerci ha punito una sua ex squadra risale all’ultima giornata della stagione 2010/2011 quando, tra le fila della Fiorentina, ha realizzato, con il suo mancino letale, il gol del momentaneo 2 a 1 per i viola sul Brescia (la partita è successivamente terminata sul risultato di 2 a 2).

IN GRANATA: FIORENTINA E ATALANTA BERSAGLI PREFERITI- E’, però, tra le fila del Toro che l’esterno di Velletri ha recato più dispiaceri alle compagini del suo passato. Nelle sue due annate in granata, infatti, ha realizzato due gol alla Viola, il primo in un Torino-Fiorentina 2-2 del 25 novembre 2012, il secondo nella gara di ritorno: un rocambolesco 4-3 per i toscani in cui l’ex Atletico Madrid ha completato, con un favoloso tiro dalla distanza, la rimonta degli uomini di Ventura (da 0 a 3 a 3 a 3) prima del gol vittoria dei padroni di casa messo a segno da Romulo. Sempre nella stessa stagione, Cerci ha dato il là al 2 a 1 casalingo dei granata ai danni dell’Atalanta del 17 febbrario 2013. Il neo acquisto del Milan ha nuovamente fatto male ai bergamaschi in occasione della gara del 26 gennaio scorso vinta dal Torino per 1 a 0 grazie ad un rigore trasformato da quest’ultimo nel secondo tempo. Sempre nella passata stagione, annoveriamo una sua marcatura che ha permesso agli uomini di Ventura di agguantare la Roma nell’ 1 a 1 interno del 3 novembre 2013

IL RICORDO PIU’ TRISTE – Infine, l’episodio che tutti i tifosi granata ricordano con tanta amarezza e tristezza: il penalty fallito a Firenze all’ultima giornata dello scorso campionato. Un episodio che ha lasciato un segno indelebile nel cuore e nella memoria dei sostenitori del Toro e di cui si è reso protagonista proprio in una partita contro la sua ex Fiorentina.

Insomma, appare evidente come i suoi bersagli preferiti siano proprio i viola e l’Atalanta, formazioni che ha punito proprio nei suoi anni di militanza nel capoluogo piemontese. Domani sera, Cerci tornerà per la prima volta da ex a Torino. Al di là dell’accoglienza che gli riserverà il pubblico, ciò che è ralemente importante è che Glik e compagni, per i quali non è certamente uno sconosciuto, cerchino di contenerne il talento e l’imprevedibilità. Un compito non facile, considerato il desiderio dell’ex numero 11 granata di riscattare la brutta parentesi di Madrid e tornare ai livelli che conosciamo molto bene, ma non certamente impossibile. Come si comporterà con i granata? Fra poche ore la risposta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy