Torino-Milan, parla Ventura: “Ho rivisto la voglia di giocare a calcio. Cerci? Fa piacere rivederlo”

Torino-Milan, parla Ventura: “Ho rivisto la voglia di giocare a calcio. Cerci? Fa piacere rivederlo”

Zona mista / Il tecnico granata commenta così la sfida appena terminata contro i rossoneri: “Il pari ci va stretto, ma vale più di quanto possa sembrare”

Commenta per primo!

Ecco le dichiarazioni di Mister Giampiero Ventura nel post partita di Torino-Milan: “Il pareggio ci va stretto, volevamo fare la partita e in parte la abbiamo fatta. C’è il rammarico di non aver vinto , le occasioni le abbiamo create. É un punto che vale molto più di ciò che sembra. Oggi per 90 minuti non li abbiamo fatti uscire dalla loro metà campo. Loro hanno solo segnato sul rigore e poi fatto più nulla. 5 gol di Glik sempre di ottima fattura. Al di la di ciò la squadra ha dato le risposte giuste, con la voglia di costruire, con schemi giusti. Ho rivisto la voglia di giocare a calcio che nella prima parte del campionato non ho visto. Ci portiamo dietro il problema del gol dove spesso costruiamo molto ma poi non riusciamo a segnare come ad esempio contro il Sassuolo. Nella nostra emergenza ci stiamo costruendo un piccolo spazio in questo campionato. Cerci é stato in panchina ma fa sempre piacere vederlo, gli auguro di proseguire la strada iniziata qui con il Toro. Penso che possa fare ancora molto di più. Abbiamo fatto una buona partita con numeri importanti, 26 tiri contro 5 subiti. C’è il dispiacere di non aver vinto ma abbiamo giocato divertendoci con un certo raziocinio. Spero che sia un inizio del nostro campionato. La squadra si sta allenando bene e in campo stiamo costruendo qualcosa. Ad oggi si poteva fare molto di più, siamo agli ottavi di Coppa Italia e ai sedicesimi di Europa League e in campionato potevamo fare meglio se avessimo almeno segnato quei tre rigori.
Il mio problema non é la mancanza di un centravanti  ma piuttosto che i ragazzi che ho tornino a giocare come sanno fare. Ecco se noi siamo questi di questa sera con un calcio propositivo allora  se arrivasse qualcuno a darci una mano sarebbe il benvenuto. Dopo Chievo i ragazzi si sono resi conto di non aver creato nulla. Quindi abbiamo analizzato la partita e abbiamo detto : ritorniamo a giocare. Abbiamo sbagliato oggi un po’ di cose ma abbiamo fatto molta attenzione e giocato con il giusto raziocinio tattico. Siamo ritornati a giocare e a divertirci anche in allenamento. I nostri ragazzi non sono tutti dei fenomeni ma sono ragazzi che hanno molta volontà.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy