Torino-Napoli 1-2: le conseguenze di giocare solo un tempo

Torino-Napoli 1-2: le conseguenze di giocare solo un tempo

Analisi / La squadra granata nella prima frazione di gioco si è fatta schiacciare nella propria metà campo, mentre ha cercato lo scontro a viso aperto nel secondo: purtroppo è lo specchio di molte altre partite di quest’anno

Il Torino è stato sconfitto nella sfida casalinga contro il Napoli: da questi altri tre punti persi si possono dedurre molte cose, la prima delle quali riguarda l’approccio. Se si guarda l’andamento stagionale del Toro, si può evincere che abbia più volte precluso la propria prestazione “dimenticandosi” di giocare per un tempo. Purtroppo questa caratteristica ha tolto moltissimi punti alla formazione di Ventura, che se fosse stata costante nel rendimento di un match, avrebbe anche potuto essere più in alto in classifica: già guardando i primissimi scontri della stagione, come la partita contro il Frosinone, o quella contro la Fiorentina, si può vedere come i granata siano sempre passati in svantaggio. Quel dato serviva alle statistiche al tempo, ma alla lunga ha comportato un grave deficit al Toro.

DA TORINO… – Era febbraio, e il Torino affrontava il Chievo Verona allo stadio Olimpico: quella sfida poteva essere una sorta di svolta, in modo tale da cercare di raddrizzare un’annata che si era complicata troppo. E il match comincia in modo impeccabile, il Toro va in vantaggio con Benassi e la partita sembra mettersi su un binario ampiamente in discesa: invece no, ancora no. I granata subiscono il gol del pari verso la fine del primo tempo e, nel secondo, non sono più gli stessi: un altro gol subito e sconfitta casalinga per 1-2. Per molti aspetti assomiglia all’ultimo match del Torino…

IMG_0682

…AL GRANDE TORINO – La sfida di ieri sera ha infatti presentato una situazione simile, nella quale il Toro ha subito un periodo di blackout durante il match: al contrario della partita contro il Chievo, la squadra di ventura è risultata assente totalmente nel primo tempo. Dopo un tiro di Higuain neutralizzato e il gol di Belotti si pensava che i granata potessero davvero giocarsela: ma la rete viene annullata e dopo trenta secondi la truppa di Ventura si trova sotto 0-1. Ancora 8 minuti ed è 0-2. Il Torino ha brancolato nel buio, subendo fino alla fine del primo tempo la pressante iniziativa partenopea: nel secondo tempo il piglio è stato senza dubbio diverso, ma non è bastato per agguantare la parità. Con i se e con i ma non si costruisce nulla e al Torino tutto ciò potrà (e dovrà) servire da lezione, per la prossima stagione soprattutto.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. aterreno - 9 mesi fa

    Abbiam giocato tutto il campionato un tempo, tutto il fottuto campionato.
    Vai a sapere per quale motivo, l’ha fatto apposta Ventura, perche’ non hanno polmoni e gambe?
    E’ una questione di testa? (Quante partite anche all’inizio quando si vinceva si doveva sempre partire da uno svantaggio per rimboccarsi le maniche?)
    E’ un esperimento del genio genovese?
    A no, con la roma abbiamo giocato 90 minuti, peccato che non abbiamo giocato gli ultimi 4.

    Una squadra con un timoniere indegno, che non sa instillare la necessaria grinta, determinazione, rabbia, voglia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy