Torino-Napoli 1-3, l’analisi dei gol: non si può parlare solo di errori individuali

Torino-Napoli 1-3, l’analisi dei gol: non si può parlare solo di errori individuali

ll gol di Koulibaly è una dormita generale della difesa, De Silvestri sbaglia il fuorigioco nel raddoppio di Zielinski, Burdisso sbaglia si perde Mertens nel terzo gol. Il diagonale di Belotti addolcisce una serata amara

di Marco Notaro, @MarcoNotaro17

DORMITA “GENERALE”

TURIN, ITALY - DECEMBER 16: Kalidou Koulibaly of SSC Napoli celebrates after scoring the 0-1 goal during the Serie A match between Torino FC and SSC Napoli at Stadio Olimpico di Torino on December 16, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)
TURIN, ITALY – DECEMBER 16: Kalidou Koulibaly of SSC Napoli celebrates after scoring the 0-1 goal during the Serie A match between Torino FC and SSC Napoli at Stadio Olimpico di Torino on December 16, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Il Torino viene sconfitto di nuovo dal Napoli, ma esce comunque benino dal campo dopo un buon secondo tempo. Dopo una prima mezz’ora infernale in cui va sotto per 3-0, con i gol di Koulibaly, Zielinski e Hamsik, il Toro ha siglato il gol della bandiera con il Gallo Belotti che sblocca un digiuno che, complice anche gli infortuni, durava da 11 partite.

La squadra di Mihajlovic paga un approccio alla gara fin troppo aggressivo e la decisione di andare a prendere alto un Napoli che sa districarsi bene nel pressing e diventa straripante nel momento in cui ha spazio.

Il vantaggio del Napoli arriva subito: al quarto minuto di gioco e al primo calcio d’angolo. Callejon batte l’angolo, Allan perso da Rincon spizza la palla sul primo palo allungandola per Koulibaly che anticipa il suo marcatore Burdisso e la mette all’angolino basso alla destra di Sirigu che non può nulla.

Doppia dormita dei giocatori granata con El General che non riesce a prevedere uno schema tipico della squadra di Sarri: quello di mandare un piccoletto a saltare sul primo palo per prolungare il cross in mezzo. Di solito al posto di Allan c’è sempre Insigne, stavolta ci ha pensato il brasiliano a servire Koulibaly che stacca in anticipo su un dormiente Burdisso.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granata - 1 anno fa

    Ho fatto un sogno: vedere un Torino che gioca con due punte vere (Belotti e un compagno di reparto con cui incrociarsi per scombussolare le difese), un giocatore di fascia (Iago Falque) che le serve con i suoi spunti e i suoi cross, un playmaker (Lijajc/Baselli) che è il punto di riferimento delle ripartenze e della distribuzione dei palloni, due incontristi tosti (Rincon e Obi), terzini mobili e dal piede buono (Barreca e Ansaldi), due centrali robusti e bravi nel gioco aereo (Ljanco/Moretti e N’koulou), un buon portiere (Sirigu). Una squadra ordinata, che si trova a memoria, senza giocatori che vagano per il campo facendo solo confusione, una squadra corta, pronta a colpire nelle ripartenze. Mi sa che per questa stagione rimarrà solo un sogno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone - 1 anno fa

    Esce benino dai campo?!?!
    Ormai siamo alla follia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 1 anno fa

    Che campionato aperto quest’anno, oggi ridono solo i Gobbi, la Roma (vittoria last minute, a fatica) e il Napoli.

    Giochi ancora molto aperti per lo scudetto e apertissimi pure per l’Europa.

    La Samp mi pare abbia rallentato bruscamente, il Milan e’ uno schifo, la Fiorentina ha rallentato, siamo ancora 4 punti dall’EL, un punto dal Milan al famoso 7o posto della ‘speranza’.
    Pari punti con Fiore e Atalanta…

    Sembra un bocconcino che sta li a guardarci, ma non lo afferiamo, basterebbe vincerne tre o quattro di fila e salire in classifica e invece niente… Mah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. fabrizio - 1 anno fa

    w la mediocrita’ allora!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 anno fa

      Nello sport ė tutto relativo… Infiliamo un po’ di vittorie e il campionato cambia…. Oggi c erano partite sulla carta abbordabili e nessuno ne ha approfittato…. Evidentemente se siamo ancora lì un motivo ci sarà… Chi ė in testa al campionato ė stato buttato fuori dalla Champions… E ho detto tutto rispetto al calcio italiano! Per questo mi viene da ridere quando qualcuno pensa che un Mazzarri qualsiasi possa farci fare chissà quale salto di qualità….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. abatta68 - 1 anno fa

    Cmq i vari Maran, Giampaolo, pioli, Donadoni, ecc oggi non mi pare abbiano brillato… Dove sono finiti tutti sti geni del calcio? O sarà che quando molla un po’ la condizione le prendi pure dal Sassuolo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 anno fa

      … e vogliamo parlare dei cambi di panchina a campionato in corso, vedi Gattuso?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ciccio76 - 1 anno fa

        Si parla di cambio panchina ma comunque con qualcuno seduto sopra , sinceramente quella del Milan è rimasta vuota.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy