Torino-Napoli: Glik di testa fa volare il Torino

Torino-Napoli: Glik di testa fa volare il Torino

Finale all’Olimpico / I granata, dopo Bilbao, riescono a fare un’altra impresa vincendo contro il Napoli terza forza del nostro campionato. 

Dopo un primo tempo scialbo in cui il Torino, in termini di occasioni, ha superato il Napoli incomincia il secondo tempo. Nell’inizio della seconda frazione di gara la squadra partenopea si rende subito pericolosa con due iniziative prima com Hamsik e poi con Higuain ma Padelli, con qualche difficoltà, riesce a difendere la sua porta.  Il Torino opta per il solito gioco di rimessa, la squadra di Ventura difende molto bene e poi cerca di colpire la squadra di Benitez in contropiede ma l’attacco granata, quest’oggi non sembra essere incisivo. Ventura nota questa carenza della sua squadra e decide di inserire Maxi Lopez al posto di Martinez che in fase realizzativa, nella prima frazione di gara, ha sbagliato un paio di gol molto facili. D’altro canto Benitez risponde al collega granata inserendo Gabbiadini facendo uscire il capitano Hamsik, che oggi è apparso spento. 

Il Torino, nonostante l’ingresso dell’argentino, non sembra cambiare il suo atteggiamento anzi la formazione granata abbassa il baricentro cercando di contenere l’offensiva azzurro ma il Napoli non riesce ad essere concreto e proprio nel momento migliore della squadra partenopea il Torino riesce ad andare a segno. La rete granata nasce su un angolo regalato da Koulibaly che voleva servire Andujar.  Il corner viene battuto da  e ci arriva di testa il capitano Glik che riesce ad indirizzare il pallone in porta. Nonostante il vantaggio granata il Napoli non riesce a rispondere e il Toro si ripropone ancora in avanti prima con un taglio di Quagliarella che però non riesce a stoppare a dovere il pallone una volta che viene servito da El Kaddouri e poi, nuovamente su calcio d’angolo, Glik sfiora la doppietta di testa successivamente la palla finisce a Quagliarella che però stoppa il pallone con un braccio. Con l’ingresso di Inler il Napoli incomincia a bussare la porta nell’area di rigore granata sopratutto quando De Guzman serve Higuain e l’argentino tenta il tiro al volo che però termina alto. Il club campano non demorde e su punizione, provocata da Quagliarella, Gabbiadini, per un soffio, non riesce a centrare il terzo gol diretto da calcio da fermo al Torino ma colpisce solamente il palo. Il Toro risponde con Bovo, su punizione il difensore granata tenta il tiro ma Andujar si oppone con i pugni al secondo gol granata poi c’è Glik sulla respinta ma il capitano granata spara alto. Nel finale c’è poco da segnalare: la squadra granata soffre ma riesce a tenere il risultato anche nei quattro minuti di recupero. L’unica occasione è di Gabbiadini al 93′ che al limite dell’area di rigore granata tenta la conclusione ma non centra lo specchio della porta. 
 
Con quest’altra impresa la squadra granata aggancia il Genoa al settimo posto a trentasei punti superando Palermo, Milan, Inter e pareggiando il punteggio che Cerci e Immobile erano riusciti ad ottenere una stagione fa a questo punto della stagione. 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy