Torino – Napoli: Benitez attacca Irrati ma…

Torino – Napoli: Benitez attacca Irrati ma…

Torino – Napoli 1-0, La moviola di TN / Benitez si lamenta davanti alle telecamere dell’arbitraggio di Irrati, che, pur non arbitrando in maniera perfetta, non ha affatto favorito il Toro, anzi…

 

Benitez si presenta scuro in volto nelle interviste post partita di Torino – Napoli. Dice di essere arrabbiato per la sconfitta e le poche parole usate ne sono la conferma. Il tecnico del Napoli, però, allude in seguito anche a episodi che non gli sono piaciuti. Il riferimento all’arbitraggio è immediato. Ma ha ragione di lamentarsi lo spagnolo?

Il fischietto di Pistoia ha avuto un metro di giudizio all’inglese. Ha lasciato correre in numerose occasioni, anche quando lo scontro fisico tra i calciatori è stato molto duro, come nel caso del contatto Darmian-Callejon  al limite dell’area granata a inizio partita o i due contatti tra Peres e Strinic sulla fascia, sempre nel primo tempo. Le ammonizioni sono poche a confermare la condotta di gara tenuta dal fischietto pistoiese: solo cinque ammoniti.

Benitez, però, non si riferiva a questi episodi ma ai due tocchi di braccio che nel secondo tempo Bovo e Moretti hanno commesso nella loro area. Benitez voleva due rigori ma a torto, in quanto nel primo caso il braccio del difensore è aderente al corpo mentre nel secondo il pallone sbatte sull’arto dopo un primo tocco sul piede e quindi non è passibile di sanzione: Moretti non poteva, come si dice in questi casi, “tagliarsi” il braccio.

Irrati sbaglia invece a fine partita ed la compagine granata a farne le spese. Al minuto 82 El Kaddouri si invola verso la porta del Napoli, salta Maggio che lo stende. La palla finisce a Darmian che da solo davanti alla porta segna il 2 a 0. Ma Irrati aveva già interrotto il gioco, ammonendo il difensore napoletano: il direttore di gara avrebbe dovuto dare il vantaggio, data la posizione di Darmian, favorevole per concludere a rete.

L’unico episodio su cui il Napoli può forse recriminare è in occasione del fallo di Quagliarella su Callejon che genera la punizione che poi Gabbiadini calcerà sul palo. L’attaccante granata, già ammonito giustamente in precedenza per un fallo di mani, entra da dietro sull’esterno spagnolo e lo sbilancia. In caso di ammonizione, per il granata sarebbe stato cartellino rosso. Situazione opinabilissima, comunque, e di certo non ci si può ridurre a commentare il match sulla base di quella sola azione.

Il nervosismo, perciò, di Benitez per l’arbitraggio è ingiustificato: la rabbia dello spagnolo forse deriva dall’impotenza del Napoli davanti alla buona prestazione del Toro, che ha tenuto testa a una squadra ben più quotata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy