Torino-Napoli: partenopei molto precisi in trasferta, ma quante distrazioni in difesa

Torino-Napoli: partenopei molto precisi in trasferta, ma quante distrazioni in difesa

Approfondimento / I campani vantano un’elevata percentuale realizzativa nelle gare esterne, ma possono essere sorpresi nelle retrovie 

Commenta per primo!

L’impegno del Toro contro il Napoli si preannuncia molto complicato per molti motivi. I partenopei, reduci dai due successi interni tra campionato ed Europa League contro Sassuolo e Trabzonspor, giungeranno all’Olimpico a caccia di una vittoria che permetterebbe loro di credere ancora nel secondo posto. 

NAPOLI DISCONTINUO, MA PIÙ PRECISO SOTTO PORTA IN TRASFERTA – Il cammino lontano dal San Paolo degli uomini di Benitez è stato finora molto altalenante. Nell’ultima trasferta, infatti, il Napoli è stato pesantemente sconfitto dal Palermo per 3 reti a 1. Negli appuntamenti esterni, però, i partenopei hanno subito meno gol di quelli incassati in casa (13 a 17) e possono vantare una buonissima percentuale realizzativa del 53,3%

ATTENZIONE AI TENORI OFFENSIVI – Quello appena riportato è un dato che deve fare riflettere la retroguardia granata, chiamata ad arginare con efficacia le sortite offensive di elementi di qualità come Higuain (pericolo pubblico numero uno), Callejon, Hamsik e Gabbiadini. In tal senso, è bene che il Toro inverta il trend che lo ha sempre visto prendere gol negli ultimi 6 incontri casalinghi. 

COME FAR MALE – Il capitale offensivo dei partenopei non può non rappresentare una preoccupazione, ma il Napoli, tutto sommato, un punto debole ce l’ha: la difesa, che registra 5 reti al passivo in più rispetto a quella granata. Ripetere la prestazione del San Mames non sarà facile, ma ormai abbiamo capito che gli uomini di Ventura hanno tutte le carte in regola per continuare a stupire.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy