Nkoulou: “Il Torino non è solo una squadra di calcio, è la mia famiglia”

Nkoulou: “Il Torino non è solo una squadra di calcio, è la mia famiglia”

Le parole / Il difensore camerunese a La Gazzetta dello Sport: “Mazzarri? Va oltre il momento, ascolta davvero tutti”

di Redazione Toro News

Ragazzo serio e schivo alle attenzioni delle telecamere. Sempre concentrato, sul campo e fuori. Nikolas Nkoulou è arrivato al Torino in punta di piedi ma, con grande personalità e qualità, è riuscito in un solo anno a conquistare il cuore dei suoi nuovi tifosi. Un fisiologico periodo di adattamento dopo l’arrivo dalla Francia, ma l’impatto con l’Italia è stato ottimo: “Arrivare dall’estero in Italia non è mai facile, devi fare un sacco di sforzi per adattarti. Quando mi ha cercato il Toro sono stato subito felice di arrivare qui. Sono contento che gli sforzi siano stati ripagati“.

LE PAROLE – Esordisce così il difensore camerunese in una lunga intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport. Il rapporto con Mazzarri è ottimo e, anche secondo Nkoulou, sotto la sua guida il Torino potrà crescere: “Cosa mi piace di lui? Va oltre il momento del calcio. Ascolta davvero tutti. Se si creano confidenza e intesa, il rendimento migliora“. L’allenatore di San Vincenzo, per altro, gli ha cucito su misura un nuovo ruolo da regista difensivo e il camerunese sembra trovarcisi molto bene: “Nuovo ruolo? Lo avevo già applicato con Bielsa al Marsiglia, ma qui posso impararlo meglio. Mi piace molto: devi avere un’altra visione di gioco”. E gli obiettivi? Ancora presto per porseli. Ma il Torino è e resta la sua casa: “È troppo presto per porsi obiettivi. Stiamo crescendo tanto, questo sì. Ma poi io considero il Toro una grande famiglia”.

NAZIONALE – Tra le tante domande anche un accenno alla Nazionale, “abbandonata” da Nkoulou dopo la vittoria della Coppa d’Africa del 2017. Il difensore del Torino però, al momento, non sembra avere ripensamenti: “Per ora non ho cambiato idea sul mio rifiuto alla Nazionale. Ma amo il mio paese“. Infine un riferimento all’esistenza del razzismo in Italia, una piaga da estirpare, a partire dai campi da calcio: “Razzismo? Purtroppo sì, esiste qui ed è un peccato che nel 2018 se ne parli e discuta ancora. Noi di colore ci consideriamo fratelli con tutti. Per qualcuno, purtroppo non è così“.

 

42 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. rgpesent_780 - 2 mesi fa

    N’koulo chi gli é andato ? E perché?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rgpesent_780 - 2 mesi fa

    N’koulo chi gli é andato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rgpesent_780 - 2 mesi fa

    N’koulo chi l’ha ricevuto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rgpesent_780 - 2 mesi fa

      Ma forse é andato a Fan Koulo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. rgpesent_780 - 2 mesi fa

    N’koulo chi l’ha avuto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Madama_granata - 2 mesi fa

    Nkoulou: ottimo calciatore, ottima persona, spero possa diventare “una nostra bandiera”!
    Quanto al razzismo, stabilito a priori che non deve esistere, tengo però a sottolineare che:
    – una persona italiana che sbaglia è un delinquente, e viene giustamente malgiudicata e criticata
    – una persona di pelle scura che sbaglia non la si può definire delinquente, perché si diventa “razzisti”.
    Per me il bianco o il nero che vanno contro la legge sono entrambi delinquenti; il bianco o il nero che si comportano bene sono ottime persone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 2 mesi fa

      Una conseguenza di questi atteggiamenti sono i tentativi di giustificazione che uno di colore ha:” gli ho sputato addosso perché non sapete cosa mi ha detto …..” ogni riferimento è puramente casuale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bogianen - 2 mesi fa

      Hai ragione Madama, il buon N’Koulou nel suo candore non si è reso conto di aver fatto un’affermazione profondamente razzista. Infatti arribuire una caratteristica positiva ad un.intera razza (“Noi di colore ci consideriamo fratelli con tutti”) e nel contempo sottolineare che un’altra razza, nella fattispecie gli italiani, non possiede invece tale qualità è un ragionamento razzista. Tanto più che mi piacerebbe sapere cosa pensano di questa “fratellanza” tra la gente di colore i parenti degli 800.000 Tutzi trucidati dagli Hutu in soli 100 giorni nel 1994, o dei 5.4 milioni di morti in conflitti tribali nella seconda guerra del Congo tra il 1997 e il 2008. Per tacere del fatto che in Africa la schiavitù esiste ancora, e si sviluppa su linee tribali: per esempio i Luba ritengono che storicamente i Pigmei siano loro schiavi, e agiscono di conseguenza, supportati dal sistema giudiziario degli chefs coutumiers, che han di fatto più potere dei tribunali. Non mi sembra una gran dimostrazione di fratellanza…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. FVCG'59 - 2 mesi fa

    Nikolas sei quel tipo di uomo, giocatore e atleta che rende orgogliosi di tifare Toro: grazie per far parte di questa squadra, ripagarla con le tue prestazioni in campo e per portare i tuoi Valori in un ambiente che ti ha già eletto a suo begnamino! Spero resterai a lungo con noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. TORO1960 - 2 mesi fa

    Grande professionista e grande uomo, bravo Nicolas, sei già uno di noi!!!F.V.C.G ♉♉♉

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Kieft - 2 mesi fa

    Premesso che il razzismo esiste perché esiste l’ignoranza, in Africa ci sono ancora oggi violenze tra etnie differenti che in Europa non si vedono dal periodo nazista ….comunque anche gli atteggiamenti razzisti sono irritanti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. robert - 2 mesi fa

    Non so chi abbia intervistato Nkoulou ma la domanda che ne pensa del razzismo in Italia è scandalosa e la risposta del giocatore che è vero che gli italiani sono razzisti è ancora più scandalosa.Praticamente si sottolinea in questa intervista che gli italiani sono razzisti.Stendiamo un pietoso velo. Vergogna assoluta !!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Catta88 - 2 mesi fa

      La verità fs male?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ALESSANDRO 69 - 2 mesi fa

      Non ha detto esattamente così…ha detto che purtroppo in Italia il razzismo esiste ancora…È diverso dal dire che gli italiani sono razzisti..pesiamole le parole..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ale_gran79 - 2 mesi fa

      Infatti in Italia non esiste il razzismo, non esiste nemmeno la mafia e non esistono né i disoccupati né i poveri. Inoltre, non so se lo sapevate, ma la terra è piatta e finisce dove c’è Gibilterra, dove ci sono le Colonne d’Ercole e si può anche precipitare nel vuoto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. silviot64 - 2 mesi fa

      Vergognati e ripassa la storia . Gli italiani sono razzisti nonostante la
      Loro pochezza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. GlennGould - 2 mesi fa

      In realtà è il tuo post ad essere scandaloso. Vai a studiare!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Akatoro - 2 mesi fa

    Mi spiace ammetterlo, ma siamo un paese pieno di razzisti. Siamo già razzisti tra di noi, tra nord e sud, sud e nord….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ALESSANDRO 69 - 2 mesi fa

    Nkoulu dimostra ogni giorno la propria professionalità e la propria serietà di uomo..
    Devo dire in tutta onestà che la nostra rosa è composta da molti atleti seri professionisti e con alto spessore umano, Sirigu, Iago Falque,Moretti,lui è un istituzione, lo stesso Belotti che non si è mai tirato indietro, De silvestri , ecc.
    Segno evidente che la società nel valutare i giocatori in sede di acquisto mette al primo posto il valore umano, insomma vuole gente seria che non rompa i coglioni all’interno dello spogliatoio e che si comporti bene anche fuori dal campo. Mi fa anche enormemente piacere vedere che noi tifosi GRANATA aprezziamo questo tipo di giocatori. È la nostra storia che ce lo insegna…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granatadellabassa - 2 mesi fa

    @Daniele.
    La squadra c’è ma la concorrenza anche. Basta vedere la rosa di romane, milanesi, Napoli e gobbaglia. Ma dopo di loro ci dobbiamo essere noi. Non possiamo farci fregare da qualcuna delle altre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

      Beh si non intendevo dire che siamo forti come le prime 5…ma sicuro siamo messi sulla carta un po’ meglio di Viola Samp e Atalanta, che dovrebbero lottare con noi per l’El.
      E forse se smettono gli infortuni siamo quasi alla pari con la Lazio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. granatadellabassa - 2 mesi fa

    D’accordo con N’Koulou sul problema razzismo ma non mi sembra che l’Africa sia la patria della tolleranza e del rispetto dei diritti umani…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

      A parte che se metti su una bilancia gli orrori fatti dai bianchi e dai neri vedrai da te da che parte pende…quanto invece a quel che scrivi su intolleranza e violazione dei diritti in certi paesi africani, considera che si tratta sempre di dittatori fatti insidiare dai paesi occidentali d’Europa e Stati Uniti.
      Si chiama destabilizzazione.
      Vabbè, qui preferisco parlare di calcio e chiudo la parentesi onde evitare discussioni delicate..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. silviot64 - 2 mesi fa

        Bravo. Analisi ineccepibile

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

    Mi chiedo come una squadra che abbia giocatori come N’Koulou, Sirigu, Méïté, Iago Falque, Belotti, Zaza, Oina, Izzo, Baselli, De Silvestri, eccetera non debba raggiungere abbastanza facilmente l’accesso all’Europa Leauge.
    Poi mi ricordo di Valeri e della sfiga infortuni e so la risposta.
    Dobbiamo soffrire e lottare fino alla fine, ma con uomini come N’Koulou possiamo farcela.

    Il razzismo esisterà sempre. Bisognerebbe far capire a certi “caucasici “ che le guerre, le invasioni, gli stermini e i saccheggi, la schiavitu , sono quasi sempre stati perpetuati da noi, non dai neri.
    Ma è dura farlo capire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

      Di solito me ne strafotto degli unlike, ma questi che ho ricevuto mi iirritsno e mi intristiscono particolarmente. Non pensavo che qui dentro ci fossero “suprematisti bianchi “ che tradotto significa “coglioni integrali “.
      Ho sempre avuto l’ingenua convinzione che i tifosi granata fossero diversi dagli altri, perlomeno dotati di memoria lunga.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. CUORE GRANATA 44 - 2 mesi fa

    Ieri abbiamo espresso apprezzamento ed elogi per Iago, parimenti vanno fatti per NK calciatore di livello e uomo vero.Nella scelta dei giocatori auspico che la Società sempre più presti attenzione alle “qualità umane” degli innesti, di certo non meno importanti del profilo tecnico,anzi….Spero resti con noi a lungo.FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 2 mesi fa

      Daccordissimo con te Cuore Granata……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. secondome - 2 mesi fa

    In un mondo, come quello del pallone, pieno di mercenari gente come nkoulu, sono mosche bianche.

    Suona come un’intervista di altri tempi, quando il legame con la maglia, con la città, e con l’ambiente era qualcosa di sacro.

    Fa piacere avere in squadra calciatori come lui.

    Un esempio per tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. user-14014011 - 2 mesi fa

    parole giuste le tue che sottoscrivo interamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Forvecuor87 - 2 mesi fa

    Quando un calciatore mostra così tanta gratitudine verso il proprio club e usa questi termini alla tifoseria non può far altro che piacere!
    Meriterebbe più di qualcun altro la fascia di capitano a parer mio. Troppa gente qui è solo migliorata per andare a guadagnare di più in giro per l’Europa. Nessuno a mai usato mostrare gratitudine. Grande NKOLOU! Uno di noi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. user-13950452 - 2 mesi fa

    Oltre ad essere un formidabile calciatore è un grande uomo. In squadra sono fondamentali questi calciatori! Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. tororussia - 2 mesi fa

    il razzismo c’e dappetutto.Quindi rispettARE USI E COSTTUMI del paese in cui si vive come faccio io che sono un emigrato.RIGARE DIRITTO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hammer965 - 2 mesi fa

      Fai un po’ di confusione. Una cosa è il rispetto delle regole, altra cosa il razzismo. Non trovare giustificazione per gente che non le merita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. inf_693 - 2 mesi fa

      Bravo RIGA DRITTO !!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Simone - 2 mesi fa

    Gran belle parole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. GlennGould - 2 mesi fa

    Rispetto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. fog127 - 2 mesi fa

    per il mio compleanno ho voluto la maglia 33 !

    un centrale come lui erano anno che non lo vedevo giocare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. inf_693 - 2 mesi fa

      DOMENICA CON MIO FIGLIO COMPERIAMO LA MAGLIA 33

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Granata - 2 mesi fa

    Certo che noi bianchi siamo fantasiosi eh. Noi che diventiamo pallidi, arrossiamo , ci abbronziamo definiamo di colore chi invece non cambia il suo aspetto pur variando le condizioni. Mah. Detto questo grazie NKoulou per le belle parole. Grazie per come ti comporti in campo e fuori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 2 mesi fa

      Ma i due razzisti che ti han messo il pollice in giù? Conigli ignoranti, mostratevi per nome.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granata - 2 mesi fa

      @Glenn Gould chi mette i pollici giù e non spiega il dissenso non è un tifoso del Toro. È uno che si nasconde e scappa. Ti viene in mente qualche specie ? 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy