Torino, non solo Quagliarella: attese le firme degli altri attaccanti

Torino, non solo Quagliarella: attese le firme degli altri attaccanti

Verso Torino-Sampdoria / Alcuni centrocampisti, al pari del bomber di Castellamare, hanno mostrato buona confidenza con il gol, ma all’appello mancano ancora Maxi Lopez, Belotti e Martinez

Commenta per primo!
ventura belotti

La partita del Toro contro la Sampdoria si preannuncia molto interessante per svariate ragioni e può offrire numerosi spunti di riflessione. Per quanto concerne la situazione dei granata, uno di questi riguarda sicuramente il reparto avanzato.

4 INTERPRETI A SEGNO – Se, infatti, da un lato è vero che il Toro vanta un buon numero di marcature all’attivo (7 gol in 3 uscite di campionato), dall’altro è doveroso sottolineare come tali segnature portino principalmente la firma del giovane Baselli, già a quota 3, e l’intramontabile Quagliarella, a segno contro Frosinone e Fiorentina. Alle loro si aggiungono ovviamente le reti di Moretti e Acquah, per un totale di 4 interpreti differenti che han già timbrato il cartellino nella nuova Serie A.

BELOTTI, MAXI E MARTINEZ: ORA TOCCA A VOI – Alla luce di quanto appena riportato, è evidente che mancano ancora all’appello tutti gli altri nomi dell’attacco. Un dato che dopo tre giornate non può, anzi, non deve destare particolari preoccupazioni, ovvio, ma che può creare una sorta di spasmodica attesa intorno ai vari Belotti, Maxi Lopez e Martinez in vista del match di domenica contro la Sampdoria. Il confronto con i blucerchiati, infatti, potrebbe coincidere con la prima firma stagionale di almeno uno dei tre. Un’eventualità che gioverebbe e non poco al Torino, dato che la squadra non potrà andare avanti a confidare esclusivamente sui sigilli risolutivi del Quaglia.

Insomma, si è parlato molto del debutto non pienamente convincente di Belotti, dell’importanza silenziosa di Maxi Lopez e del talento di un Martinez pronto a sbocciare da un momento all’altro. In tal senso, la partita di domenica sarà un banco di prova importante per almeno uno di loro, nonché l’occasione ideale per il Toro di prendere consapevolezza delle reali qualità e potenzialità di un reparto, quello offensivo, composto da elementi dotati di caratteristiche eterogenee e di un valore tecnico generale di tutto rispetto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy