Torino: Padelli e Glik i più spremuti, Maxi Lopez con tante presenze ma pochi minuti…

Torino: Padelli e Glik i più spremuti, Maxi Lopez con tante presenze ma pochi minuti…

Approfondimento / I minutaggi della squadra granata alla pausa: Prcic ed Amauri in coda, anche Gazzi in fondo…

Come di consueto quando il campionato si ferma, risulta interessante osservare quali siano i giocatori più utilizzati, e quelli invece meno spremuti, tra infortuni e semplici ragioni gerarchiche. Vediamo nel dettaglio la situazione del Torino di Ventura.

Il leader a livello di minutaggio della truppa granata in questa Serie A è Daniele Padelli: il portiere è stato schierato in tutte 16 le partite sin qui giocate in campionato, accumulando – contando anche  i minuti di recupero – ben 1537’ totali. Chiudono la Top 3 capitan Glik con 1441’ (avendo giocato sempre al netto dell’ultima uscita contro l’Udinese) ed Emiliano Moretti, un alro degli storici stakanovisti granata, con 1440’ giocati. Medaglia di legno, poi, per Guseppe Vives: il centrocampista classe ’80 ad inizio stagione si pensava potesse ruotare con maggiore costanza con il pari-ruolo Gazzi, ma gli infortuni del rosso mediano e la parallela smagliante forma del 35enne campano hanno fatto si che Ventura scegliesse per 16 volte di mandarlo in campo, facendogli accumulare ben 1381’. Anche Fabio Quagliarella è uno degli imprescindibili per il tecnico ligure: 15 volte in campo, i suoi 1331’ accumulati sono stati compromessi dalle tante sostituzioni degli ultimi mesi, dove il numero 27 è sembrato poco reattivo e in forma. Oltre i mille minuti anche Daniele Baselli (il più giovane sinora ad aver giocato così tanto) con 1229’, seguito da Cesare Bovo (1219’, in campo quasi sempre dopo l’infortunio di Maksimovic), Cristian Molinaro a 1132’, motorino inossidabile che ha avuto tanto spazio dopo il problema di Avelar, e Bruno Peres, che ha accusato qualche problema di troppo durante la stagione ma ha comunque raccolto ben 1016’, divisi in 12 presenze.

molinaro, Torino-Udinese, maxi lopez
Cristian Molinaro, uno degli stakanovisti “forzati” di questi primi mesi

Più in basso, poi, troviamo giocatori che contano diverse apparizioni, ma che sono partiti spesso dalla panchina, e dunque il minutaggio generale non risulta poi così elevato: parliamo di Acquah e Belotti (rispettivamente 15 e 13 presenze, per 972’ e 785’), ma anche di Benassi, 13 volte in campo per un totale di 701’, e di Maxi Lopez, titolarissimo nelle prime apparizioni, adesso in serrato ballottaggio con Belotti, ma comunque capace di entrare nel tabellino in 15 occasioni (770’). In coda ecco i meno impiegati, per un motivo o per un altro: i neo acquisti Zappacosta ed Avelar (511’ e 247’) – il primo frenato dalla forte concorrenza internaa, il secondo dall’inforutnio, oltre che le riserve Gaston Silva, Martinez e Pontus Jansson (228’, 219’ e177’), l’infortunato Maksimovic, con appena 194’ (ovvero le prime due partite), l’acciaccato Gazzi (223’), e i centellinatissimi Obi (73’ molto deludenti per lui, che comunque ha accusato ripetuti guai muscolari), Prcic ed Amauri, che chiudono questa speciale classifica rispettivamente con 22’ e 15’.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy