Torino, Padelli e Ichazo: un anno dopo, ancora porte girevoli

Torino, Padelli e Ichazo: un anno dopo, ancora porte girevoli

Focus On / Dopo la titolarità dell’uruguaiano contro il Frosinone, la scelta di Ventura a Sassuolo può dare indicazioni importanti sul futuro

Padelli pagelle Serie A

Il ruolo del portiere, ormai è appurato, è l’unico in cui un avvicendamento continuo tra due giocatori è deleterio invece che uno stimolo motivazionale. L’estremo difensore è colui che più di tutti deve sentire la fiducia di compagni e allenatore. Si richiedono quindi gerarchie ben delineate, che possono sì essere invertite, ma che devono pur sempre essere percepibili per tutti. Il Torino lo ha confermato l’anno scorso, quando tra Padelli e Gillet fu preferito il primo, con il belga spedito al Catania (anche per sopraggiunti limiti di età).

POCA SERENITA’ – Contro il Frosinone, Ventura ha deciso a sorpresa di schierare Ichazo titolare in campionato, facendo accomodare Padelli in panchina, cosa che sin qui era successa solo nelle partite di Coppa Italia. Il tecnico, nel post-partita, ha motivato la scelta descrivendo il portiere valtellinese “poco sereno e bisognoso di staccare con la testa”. Tesi corroborata dal presidente Cairo in zona mista: “Semplice alternanza, non esistono casi”.

Ichazo, Juventus-Torino, Derby
Ichazo ha giocato titolare nel derby di Coppa Italia

LONTANO DA TORINO – Tenendo presente che Padelli era sì reduce da due goal consecutivi presi “sotto le gambe”, ma comunque non era certamente stato il principale responsabile delle sconfitte contro Napoli ed Empoli, ora si ha l’impressione che la scelta di Ventura riguardo al portiere che giocherà contro il Sassuolo possa essere una cartina di tornasole. Se si optasse per la conferma di Ichazo anche al Mapei Stadium, in uno stadio lontano da Torino, sarebbe difficile credere ancora ad una semplice alternanza.

Vedere titolare Ichazo farebbe pensare che il ruolo di Padelli in questo Torino non è più fondamentale. Il Daniele Nazionale potrebbe vedere traballare la titolarità che aveva riconquistato un anno fa, dopo averla persa in favore di Gillet. Porte girevoli, ancora una volta: non sarebbe una buona cosa né per lui, che deve inseguire un posto a Euro 2016, né per il Torino. Di certo, visto che il suo vincolo con i granata scade nel 2017, il momento delle scelte definitive si avvicina: Padelli è o non è un punto fermo del progetto?

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Nick - 2 anni fa

    io dico che daniele purtroppo é inviso a una buona parte della nostra tifoseria. qui non parliamo di non esultanza come il quaglia ora riabilitato ma di un problema psico-tecnico. primo perché non da tranquillitá alla difesa e poi perché pecca, secondo me, in alcuni fondamentali di un portiere quali le uscite e l’interazione con la difesa. mi dispiace molto criticarlo, forse perché siamo stati abituati a portieri che gli danno 10 piste, da castellini a terraneo, da marchegiani a bucci, da sereni a abate, solo per fare alcuni nomi. inoltre, se fosse cosi bravo qualche squadra ce lo chiederebbe e mi pare non sia avvenuto negli ultimi 3 anni. ed é legittimo provare alternative? io penso di si, perché a quel punto o si sveglia o può cercare altre squadre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pimpa - 2 anni fa

    Guardate che Padelli è un portiere del tutto normale e non credo che possa ambire di giocare in una squadra più forte del Toro.
    Voglio dire:dovrebbe ringraziare S. Antonio che una squadra come il Toro gli dia la possibilità di essere titolare.
    Per questo non capisco assolutamente il motivo per cui,visto che abbiamo un portiere di sicuro talento come Zaccagno,non possiamo far iniziare a giocare,se non tutte,qualche partita da titolare,per vedere come reagirà alla pressione e alla difficoltà di giocare in serie A;d’altra parte,come osservano molti correttamente,se il Milan si è preso il “lusso” di investire su un ragazzo di 16/7 anni a scapito di un portiere che,al suo arrivo,era ritenuto tra i primi cinque portieri più forti del mondo,perché non potrebbe il Toro fare lo stesso con Zaccagno?
    Guardate che peggio di Padelli,se tanto mi dà tanto,Zaccagno non dovrebbe riuscire.
    Altro discorso è la sicura plusvalenza riveniente al Toro dalla sua cessione,perché alla fine qualcuno che se l’accatta lo troviamo pure,e certamente ci darà del più rispetto al niente che il Toro l’ha pagato,sempre che io non vada errato.
    Quanto a Sirigu, lascerei stare,nel senso che trovo impossibile che un portiere del suo non trascendentale valore possa decidere di venire a giocare nel Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pupi - 2 anni fa

    Con Ichazo, Alfred Gomis, Zaccagno, il futuro è roseo in porta? Critichiamo giustamente Padelli che non è affidabile, secondo me per carenze caratteriali perché potenzialmente il portiere ci sarebbe…ma si sa che la testa in quel ruolo è la cosa più importante. Quindi ripeto: leggo che con Ichazo, Alfred Gomis, Zaccagno, il futuro è roseo in porta! Può darsi per Zaccagno ma dovranno passare anni, gli altri due per piacere non diciamo fesserie pur di scaricare Padelli, con quei 3 di sicuro il presente non esiste. Serve un portiere vero, già fatto perchè di Donnarumma ne nascono uno ogni 30 anni e noi non lo abbiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

    Spero in Sirigu sarebbe il massimo, non capisco una cosa ma se non si fa plusvalenza Padelli che inoltre è stato pagato una sciocchezza non si può vendere?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Fabius - 2 anni fa

    Ma chi può darci’qualche milione’ per padella?
    Se li valesse vorrebbe dire che il suo rendimento sarebbe all’altezza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Michele Nicastri - 2 anni fa

    Con Ichazo, Alfred Gomis, Zaccagno, il futuro è roseo in porta. Se si prende qualche milione Padelli può partire anche a Gennaio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Roby Fattori Italgas - 2 anni fa

      Giustissima riflessione !
      Non bisogna dimenticare Zaccagno…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Fabius - 2 anni fa

      Ma chi può darci’qualche milione’ per padella?
      Se li valesse vorrebbe dire che il suo rendimento sarebbe all’altezza…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy