Torino-Palermo, imprescindibile Baselli: l’occasione del riscatto è già servita

Torino-Palermo, imprescindibile Baselli: l’occasione del riscatto è già servita

Verso Torino-Palermo / L’ex atalantino è l’uomo in più del centrocampo granata: urge dimenticare velocemente la trasferta di Verona

7 commenti

Il Toro si avvicina alla sfida di domenica pomeriggio contro un Palermo in crisi di identità e risultati. La recente partita dei granata a Bentegodi ha messo a nudo alcune difficoltà della squadra e, puntualmente, è arrivato il primo scivolone stagionale.

PRIMA BATTUTA D’ARRESTO – Chi non ha convinto, dopo una lunga serie di ottime prestazioni, è sicuramente Daniele Baselli. In quel di Verona, il talentino ex Atalanta non è mai riuscito a tirar fuori dal cilindro quelle giocate con cui aveva incantato i tifosi del Toro nelle prime uscite di campionato. Non è chiaramente una prova sottotono a mettere in discussione la centralità del classe ’92 nella squadra: la sua partita è stata balbettante, vero, ma al pari di quelle di tutti gli altri interpreti schierati da Ventura.

Daniele Baselli dopo il gol realizzato contro la Fiorentina
Daniele Baselli dopo il gol realizzato contro la Fiorentina

VALORE AGGIUNTO IN CERCA DI RISCATTO – Giungiamo quindi a parlare della sfida in programma fra due giorni contro i rosanero di Iachini, reduci da due sconfitte consecutive e in palese difficoltà sul fronte offensivo (ancora nessun gol all’attivo per Vasquez e Gilardino). Contro i siciliani, il Base avrà quasi sicuramente la possibilità di tornare ad essere l’uomo in più del Torino, esattamente come un mese fa, quando un suo bolide improvviso dai 30 metri ha messo la parola fine al confronto con la Fiorentina.

Con la sua tecnica e la sua personalità, il ventitreenne ha già conquistato tutti, tecnico e tifosi: archiviata la trasferta di Verona, il ritorno ai 3 punti del Toro è indissolubilmente legato alla voglia di riscatto del suo numero 16, in poche parole il più forte in mezzo al campo.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pazko - 2 anni fa

    Se una squadra media com l nostra entra in campo pensando di trarre il massimo facendo il minimo contro una squadra di poco inferiore come valore complessivo, perde la partita o al massimo pareggia. Dice bene Ventura quando predica umiltà e piedi per terra . Solo così si entra in campo con voglia e si conseguono buoni risultati . Vediamo col Palermo se hanno capito, e poi, per finire. Troppi infortuni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

    Ragazzi bisogna mettersi in testa noi per primi che non siamo una squadra da scudetto,
    ma abbiamo una ottima rosa di sicuro da prime sei, la sconfitta con il Chievo anche
    se è arrivata inattesa dopo la bella prova contro la Samp, secondo me parere
    personalissimo non è da attribuire al turnover non attuato, squadre che mercoledì
    hanno effettuato il turnover (Roma) e avevano anche le ragioni per farlo sono uscite
    sconfitte e il loro allenatore ha ricevuto critiche come il nostro, il pareggio
    sarebbe stato il risultato più giusto, gli stessi gialloblu avevano cambiato
    pochissimo (fra cui Pellissier inesistente) ed anche il nostro giocatore più
    fresco (Martinez) è risultato inesistente, attribuirei la sconfitta ai meriti
    del Chievo, squadra che riesce ad imbrigliare attualmente qualsiasi squadra
    (vedi Inter) riuscendo a non farlo giocare è uscito vittorioso solo grazie ad un episodio,
    lo stesso che a noi ci ha fatto uscire sconfitti, se proprio devo fare un appunto
    al Mister secondo me è quello di insistere su Martinez e chissà come mai non aver
    fatto entrare Maxi Lopez l’ unico che riesce a spostare in avanti il baricentro
    della squadra.
    Comunque rimaniamo calmi e non spariamo a vanvera, non montiamoci od abbattiamoci a seconda
    dei risultati e sopratutto non critichiamo eccessivamente il Mister che essendo umano
    commette errori come tutti noi, ma in fondo come nella vita vince chi sbaglia meno e del mister
    e di quello che ha fatto in questi quattro anni non bisogna proprio lamentarci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Puliciclone - 2 anni fa

    Mi sa che, secondo me, continuiamo a rigirarci in un malinteso. Baselli, Peres, Quagliarella, H20 o chi altro, non devono riscattarsi. Devono recuperare. Bisogna sincerarsi che abbiano recuperato dalla partita precedente. In questo, sempre secondo me ha sbagliato Ventura mercoledì.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. PrivilegioGranata - 2 anni fa

    Gli manca parecchio in fase difensiva e quindi non si può definire il più forte.
    Gazzi, Vives, Benassi, Acquah, Farnerud, in quel compito sono migliori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. maxmurd - 2 anni fa

    La squadra no ha giocato granchè mercoledì ma cmq io Martinez lo lascerei seduto, spazio a Belotti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …Baselli è un potenziale bel giocatore…ma anche lui come tutti può attraversare momenti meno buoni…1 partita in panchina a volte può far cambiare molte cose…e dare una possibilità a qualcun altro di dimostrare il proprio valore…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. pupi - 2 anni fa

    Si parla di Bryan Cristante pronto a dire si al Toro ed il Porto ormai rassegnato a non recuperare i 6 milioni pagati al Milan per il giocatore. Non l’ho mai visto giocare, è buono oppure una sola?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy