Torino-Palermo Le pagelle

Torino-Palermo Le pagelle

CALDERONI     6,5      è chiamato in causa solo un paio di volte, la prima dopo un’ora di gioco su una rasoiata di Miccoli e poi su un tiro dalla distanza di Simplicio.

DIANA       6,5          tempestivo in chiusura su Cavani ad un passo dal…

CALDERONI     6,5      è chiamato in causa solo un paio di volte, la prima dopo un’ora di gioco su una rasoiata di Miccoli e poi su un tiro dalla distanza di Simplicio.

DIANA       6,5          tempestivo in chiusura su Cavani ad un passo dal gol dopo la traversa di Miccoli ed in altre circostanze, mette in mezzo un paio di palloni interessanti per Stellone e Dzemaili.

DI LORETO     6,5      un’unica incertezza in tutta la partita in area granata, per il resto controlla benissimo Cavani anticipandolo di piede e svettando di testa. Si porta anche in avanti per sfruttare i suoi centimetri sui calci piazzati.

PISANO     6,5     Miccoli è un cliente ostico che perde colpevolmente solo in occasione della traversa colpita dal funambolo rosanero andando a chiudere inspiegabilmente su Simplicio. Per il resto sempre attento e concentrato, gioca facile e dopo pochi minuti sventa un pericoloso pallone in area dopo un incertezza di Di Loreto.

OGBONNA     6          stavolta meglio in difesa mentre in appoggio non disputa una partita sui livelli della precedente ma sfiora il gol di testa al 79’ e da un suo cross ribattuto giunge il gol della liberazione di Saumel.

COLOMBO        6         talvolta incerto nel controllo del pallone in zone importanti, bene nei movimenti e nei cross bassi non sfruttati dagli attaccanti. Mette in difficoltà l’ex Balzaretti. E’ costretto a dare forfait alla fine del primo tempo per un problema all’inguine.

ROSINA   (dal 46’)   6    si nota che ha perso un po’ di sicurezza nelle giocate e nell’uno contro uno. Le cose migliori le fa a sinistra con un paio di cross interessanti per le teste di Amoruso e Stellone. Partecipa anche lui alla sagra del tiro dalla distanza mettendo in difficoltà Fontana e spende bene un’ammonizione su Cavani nella trequarti granata.

DZEMAILI     8      strepitoso per geometrie e carattere. Vuole vincere la partita e si carica la squadra in spalla con estrema lucidità E’ lui che inizia ad impensierire Fontana con un tiro radente che sfiora lo stesso palo che poi coglie  al 18’. Unici nei l’ammonizione rimediata al 25’ e la misura dei cross.

BARONE      6,5       giostra, a tratti con eleganza stilistica, in mediana, dando un’occhiata alle incursioni di Simplicio. Talvolta porta troppo palla attendendo invano i movimenti dei compagni. Partecipa anche lui al tiro al bersaglio scheggiando la traversa al 39’ su alleggerimento di Amoruso.

ABBRUSCATO    (dall’82’)   S.V.

ZANETTI        5,5      non è a suo agio sulla fascia sinistra, gioca pochi palloni, talvolta con ruvidezza, e non impensierisce Cassani. Mette in difficoltà Fontana pressando su un rinvio e procurando una potenziale palla-gol per Amoruso. Esce per infortunio ad inizio ripresa.

SAUMEL    (dal 52’)      7      è lui che trova la fiondata da tre punti all’ultimo minuto dopo tanti tentativi dei suoi compagni. Anche lui stenta quando deve giocare a sinistra in una posizione non sua, poi quando torna al centro trova anche la giocata vincente.

AMORUSO      6       ci mette un po’ a farsi notare, la prima occasione gli capita al 34’, poi diverse volte in area s’incarta al momento del tiro ritardando la conclusione a rete. Anche oggi gli annullano un gol come quello di Genova, stavolta sul filo del fuorigioco.

STELLONE        6        lavora più palloni del suo compagno ed impegna diverse volte di testa il portiere ospite. Anche lui ritarda però la conclusione di piede andando a sbattere sui difensori avversari. Solita lotta e soliti limiti di cinismo.

 

All. DE BIASI      7      i granata comandano le operazioni dall’inizio alla fine e rischiano solo in un paio di contropiede. Col senno del poi azzecca la sostituzione finale che sbilancia la squadra in avanti dal momento che un minuto dopo  il Palermo resta in dieci per l’espulsione di Nocerino. Ma è Saumel a togliere le castagne dal fuoco…

 

RIZZOLI      6,5      come lo scorso febbraio nel derby di ritorno dirige con autorità ed è quasi impeccabile. Si fida del suo assistente Lanciani sul gol annullato ad Amoruso (nel dubbio granata sempre penalizzati però) e appare un po’ severo nell’espulsione di Nocerino.

 

 

PALERMO: FONTANA  7, CASSANI  6,5, KJAER  6, BOVO  6, BALZARETTI 5,5, NOCERINO  5, LIVERANI  6, MIGLIACCIO  6, SIMPLICIO  6,5, MICCOLI  7, CAVANI  6. All. BALLARDINI  5,5.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy