Torino, parla Furlan (ag. Pereyra): “Maxi adora Mazzarri. Difficile che parta a gennaio”

Torino, parla Furlan (ag. Pereyra): “Maxi adora Mazzarri. Difficile che parta a gennaio”

Le parole / L’agente del giocatore del Watford: “Il tecnico lo voleva già ai tempi del Napoli, e lo richiese quando arrivò in Inghilterra”

di Redazione Toro News

Il Torino, in questo calciomercato di gennaio, avrebbe bisogno di un rinforzo a centrocampo: il nome che è circolato in questi giorni è quello di Maxi Pereyra, ma l’affare sembrava a e sembra ancora di più adesso possibile a giugno. A confermare l’interesse per il giocatore è lo stesso agente Furlan, che ai microfoni di Tuttosport non ha negato la volontà del Toro di acquistarlo, ma quasi sicuramente non in questa sessione di mercato. Ecco le sue parole:

Se Mazzarri volle Pereyra subito, non appena approdato nel Watford? E’ così. Per questo Maxi si trasferì in Inghilterra, dopo il biennio alla Juve. Ma Mazzarri lo voleva già ai tempi del Napoli, nel 2012, dopo il suo primo campionato nell’Udinese.“In più ha aggiunto: “Mazzarri lo voleva già l’anno scorso. Se può arrivare a gennaio? Nel mercato non si può mai dire mai, ma tendo a escluderlo quasi categoricamente. Maxi non vorrebbe lasciare la sua squadra in un momento così delicato. E’ concentrato sul Watford. E il club non vuole assolutamente venderlo, a metà campionato.

Watford v Burnley - Premier League

E ancora: “Ve lo garantisco: sono il suo agente da 12 anni, ormai. E Mazzarri è sicuramente uno degli allenatori che Maxi stima di più. Lo adora. Ma so anche che è totalmente ricambiato. E devo dirvi che a lui farebbe assolutamente piacere tornare a lavorare con Mazzarri, se possibile. Ma in generale gli piacerebbe tornare in Italia, un giornoPerché a Pereyra piace Mazzarri? Lo sapete, credo. Perché è un allenatore molto bravo tatticamente, che sa far rendere i giocatori al massimo nella loro posizione ideale. Perché è un uomo sincero. Ed è anche un grandissimo motivatore. Mazzarri è un allenatore che non costringe i giocatori, ma li libera. Mazzarri è una garanzia vincente qualunque squadra alleni.

41 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granatissimo1973 - 6 giorni fa

    Ragazzi domenica c’è la Fiorentina, poi Roma fuori casa e Inter.

    Lasciamo perdere Pereyra o altre cazzate, pensiamo al qui e ora e pensiamo che domenica ci giochiamo una parte importantissima di stagione contro una squadra forte che ha una difesa fortissima e un giovane attaccante, Chiesa, che se in gionata è una vera furia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ilpalodiBeruatto - 6 giorni fa

    Credo che Pereyra sia un buon giocatore, forse il massimo economicamente che possiamo permetterci. Ma mi sorge un dubbio e per questo rivolgo una domanda un po’ provocatoria a tutti: al posto di chi?
    Dando per scontato il 3-5-2 di Mazzarri chi perderebbe il posto? Iago? Baselli? Meite? Non saprei…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 6 giorni fa

      Se Iago tornasse esterno dx, si dovrebbe integrare (Pereyra o un play avanzato del suo tipo) tra Baselli e Belotti, credo.. Con dietro Rincon e Meite a filtrare e casomai alternandosi in partita con Baselli se WM rimanesse categoricamente col 3-5-2. Ma già hanno dichiarato che per ora non viene, quindi..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. anpav - 6 giorni fa

    Testa di Ghisa, Bracciamozze, Petracchio. Una volta i nostri insulti erano riservati agli avversari, bianconeri su tutti. Oggi tocca leggerli soprattutto per i nostri. Il segno dei tempi, quella che era la tifoseria più bella d’Italia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hagakure - 6 giorni fa

      E’ evidente che tu, il Fila (quello vero) non lo hai mai conosciuto, e soprattutto non conoscevi quello che capitava ai giocatori (e a volte all’allenatore) quando facevano i lavativi la domenica, nella partita, ed entravano per gli allenamenti il giorno successivo e seguenti, altrimenti non avresti fatto una affermazione così falsa e faziosa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PrivilegioGranata - 6 giorni fa

        Hagakure perché non fai harakiri?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Hagakure - 6 giorni fa

          Si dice seppuku, asino, poichè hara-kiri è la lettura giapponese kun-yomi dei caratteri. L’uso comune fu quello di preferire la lettura cinese negli annunci ufficiali e negli scritti si impose appunto l’uso del termine seppuku.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Hagakure - 6 giorni fa

    Il fatto che bracciamozze, oltre ad essere presente ieri all’allenamento, si stia stancando di vedere il “Tesoro Giovanile” sottovalutato e messo ai margini, è testimoniato dai due articoli odierni sulla Gazzetta e sul Corriere.

    Anche se qui i soliti “saputelli” faranno finta di nulla, direi che è meglio che testadighisa non faccia più passi falsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SSFT - 6 giorni fa

      Senza entrare nel merito se Mazzarri sia o meno un buon allenatore, ma questo “tesoro giovanile” da chi sarebbe composto? A me sembra che l’unico giovane che per ora può mettere in difficoltà i titolari nel suo ruolo sia ola aina, e infatti lui gioca. Parigini e Edera non riescono a saltar l’uomo manco in coppa italia contro una squadra di lega pro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Hagakure - 6 giorni fa

        Eh già…basta la partita fasulla con il Sudtirol per “decretare” la bontà o meno di un Giovane, senza contare, poi, che quando Iago era fuori per infortunio, il suo sostituto naturale, Edera, era a marcire in panchina per far spazio al “fenomeno” Soriano, mentre Parigini non avrebbe certo sfigurato se fosse partito titolare al posto di Zaza ed insieme a Iago e il Gallo.

        Evidentemente gli “ordini di scuderia” erano (e sono quelli) di dare spazio agli acquisti per la futura valorizzazion (e vendita) a scapito dei Giovani, per i quali il nostro testadighisa non si straccerebbe certo le vesti per concedere un minimo di fiducia.

        A questo punto non posso far altro che pensare che per molti di voi della “cairese 2.0” i prodotti del Vivaio siano solo dei brocchi (che bei tifosi che siete…!!!), mentre i veri “fenomeni” siano quelli che arrivano da altre parti e ad altri prezzi, dunque obbligati a giocare per una questione di “plusvalenze”.

        Eppure bracciamozze continua a rinnovare i contratti ai Ragazzi del Vivaio e oggi, con due articoli chiarissimi sui suoi quotidiani, comicia a parlare di “tesoro granata” e di prestiti da far rientrare per ritagliarsi uno spazio in prima squadra.

        Che si sia rotto i coglioni di spendere cifre elevate per costi e ingaggi, avendo (forse) scoperto che il “buono” ce l’ha già in casa….????

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. SSFT - 6 giorni fa

          L’hai deciso tu che la partita contro il Sudtirol era fasulla? A me sembra che invece un altro giocatore, cioè Lyanco, l’abbia sfruttata più che a dovere.
          Sui giovani non cambio il mio pensiero: avrò rimpianti quando un nostro primavera diventerà un fenomeno da un’altra parte. Per ora da quando é stato rifondata la primavera il meglio che ne é uscito è ogbonna, gli altri sono quasi tutti in serie minori, e Parigini ed Edera hanno fatto una carriera su quella falsariga al momento (basta pensare a parigini l’anno scorso riserva al benevento che poteva acquistarlo).

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Hagakure - 6 giorni fa

            No l’ha decisa testadighisa con la sua formazione del cazzo, con rincalzi su rincalzi e la pretesa che una squadra di riserve si comportasse come prima squadra.

            Parigini al Benvento stava sui coglioni all’allenatore, il quale ci ha messo del suo per far retrocedere la squadra, facendo cadere anche l’obbligo di riscatto (permaneza in serie A). E meno male che è tornato alla base e non è stato riscattato ugualmente.

            Edera non va a genio a testadighisa e si è chiaramente visto e sentito dalle sue dichiarazioni e dal fatto che, quando Iago era infortunato, gli ha preferito quel cadavere di Soriano.

            La Primavera…????

            Vatti a vedere le partite, fenomeno, così magari ti rendi conto di che cosa vuol dire giocare da Toro e soprattutto il ruolino di marcia sino a qui portato avanti da Coppitelli e dai Ragazzi (Millico, Rauti e Kone su tutti).

            Io invece rimpianti non ne voglio avere, specialmente quando molte altre squadre italiane ed estere vorrebbero i nostri Ragazzi per sbolognarci i loro scarti bolliti da panchina a caro prezzo ed ingaggio (vedi Udinese con Parigini e conguaglio per Pereyra).

            Mi piace Non mi piace
          2. SSFT - 6 giorni fa

            Si ma stai calmo, fenomeno sarai tu, ma da baraccone.
            Giocare tra coetanei è una cosa, con professionisti un’altra. All’ultimo anno di primavera sadiq era capocannoniere con 22 gol in 26 partite o numeri simili, poi si è visto.
            Neanche io voglio avere rimpianti (bisogna avere la capacità di comprensione di un bambino delle elementari per aver capito questo dal mio commento) semplicemente a tutti quelli che dicono che non valorizziamo i giovani faccio sempre la stessa domanda: quale fenomeno ci siamo persi nel recente passato? Ci fosse uno che mi risponde…

            Mi piace Non mi piace
          3. Hagakure - 6 giorni fa

            Vedo che quando non hai argomenti plausibili passi direttamente all’insulto…!!!

            Tipico dei “cairesi 2.0” che denigrano i Giovani.

            Prima di domandare che fenomeni ci siamo persi in passato, dagli fiducia e continuità e falli giocare, poi tireremo le sommme.

            Cosa che il serbo e testadighisa si guardavano/guardano bene dal fare.

            E se ti riferisci ai vari “prestiti secchi gratuiti” italiani, non sono certamente da meno di tutte le varie “metore straniere” acquistate a poco prezzo per cercare di lucrarci sopra.

            Eh già, perchè se sono strnieri e provengono da squadre minori straniere allora sono per forza dei “fenomeni”, mentre i Ragazzi italiani dei vari vivai sono solo dei brocchi.

            …e poi ci si chiede perchè la Nazionale di questo paese è allo sfascio, con tutti i vari “fenomeni da baraccone” (quelli si) che arrivano ogni anno in Italia e portano via posto e titolarità ai Nostri Giovani.

            Mi piace Non mi piace
  5. torotranquillo - 6 giorni fa

    qui si aggira il problema:
    A noi serve come il pane un fantasista, il resto ce l’abbiamo
    Pereyra non è un fantasista. Stop! Non serve a una mazza se non a ingrassare certi procuratori.
    Ci serve un numero 10 di una volta così da tenere Iago davanti che è il suo ruolo.
    Ma con tutti i giocatori possibile che ogni volta si parte con nomi impresentabili e assurdi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 6 giorni fa

      Pereyra è un ottimo trequartista e quindi il giocatore necessario per cucire centrocampo e attacco. Nel 3-5-2 sarebbe il centrocampista più avanzato, quello in grado di innescare sia Belotti sia Falque.
      Nei contropiedi sarebbe la pedina giusta per dare velocità e rifinire l’azione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. torotranquillo - 6 giorni fa

        Robe da matti! Con tutti i nomi che girano in Italia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. PrivilegioGranata - 6 giorni fa

          Avanti coi nomi, allora… sentiamo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Levriero Granata - 6 giorni fa

    A me Pereyra piace molto. Tecnica sopraffina, velocità, dribbling, tiro, fiuto del goal. Non ricordo se calcia anche le punizioni (ruolo che ci servirebbe come il pane). Ho solo un timore: non vorrei mai che per farlo arrivare cedessimo a titolo definitivo Parigini. Credo che una buona contropartita possa essere Berenguer e non un giovane del vivaio con la grinta e l’attaccamento ai nostri colori che lo contraddistingue.

    Per l’anno prossimo, oltre a Pereyra per Berenguer, sogno l’acquisto di Lazzari, di una buona riserva come Bani al posto di Moretti (che vedo benissimo a fare il dirigente) e uno scambio Zaza-Cutrone. Per una rosa di questo tipo:

    Sirigu
    Izzo ’Nkolou Djidji
    Lazzari Rincon Baselli Ansaldi
    Falque Pereyra
    Belotti

    Ichazo
    Bremer Lyanco Bani
    De Silvestri Meitè Lukic Aina
    Millico Parigini
    Cutrone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 6 giorni fa

      Cutrone contro Zaza e perchè non Neymar Rincon?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Levriero Granata - 6 giorni fa

        Perché stavo parlando del mio sogno, mio caro, non del tuo…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. PrivilegioGranata - 6 giorni fa

      Lazzari è una sola venduta cara.
      Di un Barreca 2.0 non sappiamo che farcene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. IosonodelToro - 6 giorni fa

        Ma come si fa a definire Lazzari una sola?!?
        Ola (che è forte) è uscito dal campo con il mal di testa dopo Toro – Spal (come la maggior parte dei giocatori di fascia che si trovano davanti Lazzari), non lo ha preso mezza volta…bah, si vede che non hai mai visto giocare Lazzari

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Il_Principe_della_Zolla - 6 giorni fa

    Tempo di mercatino invernale, tempo di bufale.
    Ad oggi siamo a 7. Nell’ordine: Candreva, Perotti, Machin, Arslan, Piazon, Maher, Pereyra. Senza dimenticare il ritorno di Ljajić.
    Tra poco entreranno in lizza gli evergreen: Lazzari, Donsah, Krunic, …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 6 giorni fa

      E Imbula dove lo mettiamo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. GranaSiempre - 6 giorni fa

    Speriamo che arriva davvero, giocatore duttile, di valore e che conosce il nostro campionato.
    Concordo su Mazzarri, difficile trovare persone serie, professioniste ed oneste nel calcio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Hagakure - 6 giorni fa

    Eccolo l’ennesimo “pallino” di testadighisa…con il suo procuratore pronto a giurare e spergiurare fedeltà eterna e eterna stima e amicizia del giocatore per testadighisa medesimo.

    Mercenari e null’altro, con il solo pernsiero di far firmare un contratto con l’ingaggio più alto possibile…senza considerare il costo d’acquisto, ovviamente massimizzato anch’esso…!!!

    …e i Giovani intanto marciscono…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Conta7 - 6 giorni fa

    Gran bel giocatore!
    E gran peccato non averlo preso l’estate scorsa nonostante non fossero cifre inarrivabili, speriamo possa arrivare a giugno.

    @PrivilegioGranata: condivido in pieno. La Testadighisa probabilmente è di coloro che si aspettano slogan a caso come faceva qualcun altro o che non guardano le partite lanciando luoghi comuni altrettanto a caso e da sensazionalismo.
    Che Mazzarri sia uno straordinario e capace professionista è lapalissiano: nonostante non sia uno come tanti “allenatori” che cerca ruffiani o di arruffianarsi, da addetti ai lavori e dintorni calcisticamente nessuno critica mai Mazzarri, anzi…
    E oltre alla grande capacità tecnico-tattica e di motivazione/valorizzazione dei giocatori, molto spesso ne vengono esaltate le qualità umane (come dice il procuratore di Pereyra, “un uomo sincero”).
    Roba rara nel calcio. Chapeau Mister!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hagakure - 6 giorni fa

      In effetti il suo CV di allenatore nelle varie società in cui ha “militato”, comprensivo di risultati sportivi ottenuti, parla chiarissimo…!!!

      …mmmm…..come disse Mourinho quella volta….????

      Ah si:” Zero tituli”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Conta7 - 6 giorni fa

        L’essenza del sensazionalismo: al di là del fatto che a Napoli (quel Napoli, non il Real Madrid…) volendo essere precisi ha vinto una Coppa Italia, se proprio vuoi parlare per slogan almeno che siano pertinenti…

        Calcisticamente, invece, (ovviamente non ti interesserà più di tanto immagino…) per definizione il valore di un allenatore si valuta sulla base dei risultati che raggiunge in relazione al valore delle rose a disposizione.
        E su questo la carriera di Mazzarri parla proprio chiaro, condita spesso da veri e propri miracoli (Livorno, Reggina e Napoli, visto che in termini assoluti il secondo posto in Campionato, gli Ottavi di Champions e la Vittoria della Coppa Italia restano ancora oggi un primato al massimo eguagliato, ma con un monte ingaggi quintuplicato!)..
        E anche laddove qualcuno, sempre per luoghi comuni, parla di fallimento all’Inter, sfido chiunque a dire che il 5° posto con quella squadra ridicola non fosse più del massimo che potesse ottenere.

        “Fatti, non p***” (visto che a te piacciono gli slogan…) 😉

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. GranaSiempre - 6 giorni fa

          #TOP
          Geniale Conta7!
          Chi di slogan (sbagliati) ferisce…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Hagakure - 6 giorni fa

          Effettivamente i fatti del suo lungo palmares dicono sempre “Zeru tituli” (eccezzion fatta per l’unica Coppa Italia conquistata).

          Tutto il resto, comprese le giustificazioni associate alla rosa dei giocatori a disposizione, miracoli assortiti, monte ingaggi, sono solo fuffa.

          P.S.: al momento attuale siamo solo alle pugnette, sia di gioco che verbali (come il suo predecessore, del resto). Dopodichè ha tutto il girone di ritorno per convincere del contrario…ed è meglio per lui che lo faccia veramente, anche perchè, ultimamente, sembrerebbe che bracciamozze si stia un po’ stancando di vedere i Giovani da valorizzare in panca e i “bolliti” strapagati titolari. 😛

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. Luke90 - 6 giorni fa

          Credo che quello che dice @Conta7 sia ampiamente condivisibile… la Ferrari ha ingaggiato un campione del mondo ma è evidente che non basta solo il pilota così come, ad esempio, mi viene in mente Luis Enrique che alla Roma è bollato come perdente va al Barcellona e fa 2 primi posto e un secondo… tornasse alla Roma con il suo CV aggiornato (con qualche titulo…) più di tanto non farebbe ugualmente…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Hagakure - 6 giorni fa

            Questo certifica il fatto che, malgrado il “parco giocatori” sembri essere più che accettabile (qualche bollito/scarpone a parte), molte, troppe partite si siano concluse con punti pesantissimi persi o con atteggiamenti e prestazioni disarmanti e discontinue, addirittura nell’ambito della stessa partita.

            Quindi, se tanto mi da tanto, il problema al momento si chiama testadighisa (e non voglio nemmeno pensare che possano esistere dei giocatori che gli “remano contro”, visto che i “soliti noti” sostengono che lo stesso testadighisa sia “un allenatore molto bravo tatticamente, che sa far rendere i giocatori al massimo nella loro posizione ideale. Perché è un uomo sincero. Ed è anche un grandissimo motivatore. Mazzarri è un allenatore che non costringe i giocatori, ma li libera”).

            Ce n’est pas vrai…????

            Mi piace Non mi piace
          2. Luke90 - 6 giorni fa

            @Hagakure che si siano persi punti per strada è inequivocabile. E’ vero che ci sono state prestazioni disarmanti ma nel contempo ci sono state anche prestazioni sopra le righe e, in alcuni casi, è mancato solo il gol (stessi giocatori, stesso allenatore); così che oggi discutiamo su una classifica che, se qualche giocatore l’avesse messa dentro e qualche altro fosse stato più attendo in difesa, sarebbe tutt’altra.. e non parlo degli errori arbitrali che per me sono un pallino fisso.
            Io credo sia necessario un po’ di tempo e forse avere un po’ di pazienza.. (è vero che ne abbiamo tanta .. ma le cose, per me, stanno migliorando) purtroppo come tifosi del Toro siamo molto umorali.. a Belotti, ad esempio, si scusa tutto e ad altri si scusa nulla…

            Mi piace Non mi piace
          3. Hagakure - 6 giorni fa

            C’è ancora il girone di ritorno, ma ad oggi è già passato un anno dal cambio di allenatore, dunque la pazienza ha anche un limite, specialmente se hai avuto tutto il tempo di “traghettare” e poi ricostruire ex novo.

            Mi piace Non mi piace
  11. PrivilegioGranata - 6 giorni fa

    Perché a Pereyra piace Mazzarri? Lo sapete, credo. Perché è un allenatore molto bravo tatticamente, che sa far rendere i giocatori al massimo nella loro posizione ideale. Perché è un uomo sincero. Ed è anche un grandissimo motivatore. Mazzarri è un allenatore che non costringe i giocatori, ma li libera. Mazzarri è una garanzia vincente qualunque squadra alleni.

    Ahi ahi, tempi grami per i detrattori di Testadighisa (come lo chiamano loro).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spelli_446 - 6 giorni fa

      Beh, io non faccio parte dei detrattori di Mazzarri ,ne’ l’ho mai apostrofato testadighisa; semmai qualche volta una sana critica ci sta. E poi l’opinione di Furlan non è che sia la Bibbia….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. marione - 6 giorni fa

      Un grande. Cacciato praticamente da ogni squadra dove è stato, ma è un fenomeno. Nessuno lo critica eh? In Inghilterra parlavano di lui come di un decerebrato, già ma occorrerebbe conoscere le lingue…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luke90 - 6 giorni fa

        beh in Inghilterra hanno cacciato anche Ranieri.. solo l’anno successivo … quindi anche nelle società inglese qualche decerebrato c’è… almeno a sentire qualche giornalista inglese

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. GlennGould - 6 giorni fa

        Invece, andare in champions con Aronica TITOLARE ci riuscirebbe chiunque, vero?

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy