Torino, parla Ventura: “Darmian? Merita una squadra come il Manchester United”

Torino, parla Ventura: “Darmian? Merita una squadra come il Manchester United”

Raduno / Parla il tecnico granata: “Cos’è cambiato negli ultimi quattro anni? Il Torino non spera, ma vuole fare i risultati”

Giampiero Ventura è pronto per una nuova stagione, la quinta alla guida del Torino. Dalla Serie B all’Europa League, si chiude un mini-ciclo. Il tecnico granata commenta così, dall’Hotel Boston, l’operato della società in questi quattro anni: “Credo che in questi quattro anni abbiamo fatto qualcosa di veramente importante. Quattro anni fa eravamo in Serie B, l’ambiente era immerso nella depressione. Quattro anni dopo eccoci in Serie A, in un bagno di entusiasmo, dopo aver giocato l’Europa League e averla persa per un gol annullato clamorosamente a Palermo. Questo episodio, ormai, appartiene al passato.

L’obiettivo è sempre lo stesso, per Ventura: continuare a lavorare con un occhio al futuro, senza più vivere alla giornata: “Adesso ci accingiamo ad affrontare il quinto anno. Speriamo che sia più importante del precedente sia sul piano della programmazione – continuando un discorso iniziato quattro anni fa e portato avanti con coraggio e determinazione – sia sul piano sportivo. C’è la volontà di ritagliarci uno spazio sempre più alto, cercando di perseguire risultati economici e sportivi. Abbiamo iniziato da Ogbonna, l’anno scorso abbiamo venduto Cerci e Immobile e adesso saluteremo Darmian, la cessione più cara dell’era Cairo. Il nostro obiettivo, a livello economico, è fare in modo che ogni cessione sia più cara di quella precedente.”

E proprio su Matteo Darmian, in procinto di volare in Inghilterra per giocare con il Manchester United, il tecnico granata ha speso parole importanti, di rispetto e ammirazione: “Ho lavorato quattro anni con Darmian e per Darmian. É giusto che la sua volontà, il suo sacrificio, la sua applicazione, venissero premiate con un palcoscenico come il Manchester United e l’Old Trafford. Chi si mette in discussione anno dopo anno, merita di giocare la Champions League, prospettiva che al momento il Torino non può offrire. Lavoriamo per fare del Torino una società che in futuro non abbia bisogno di vendere i propri pezzi migliori per sostentarsi economicamente. Vogliamo diventare un grande club, sotto tutti i punti di vista.”

Ventura sottolinea il cambiamento di mentalità e traccia la strada per i prossimi tempi: “Abbiamo intrapreso una buona strada. Aspettiamo la fine del mercato, però ci sono tutti i presupposti per creare una base importante per questa società. C’è la stessa voglia di quattro anni fa, ma con la consapevolezza che oggi è tutto molto più chiaro: oggi la società non spera più di fare il risultato, adesso la società vuole fare i risultati. E il passaggio da sperare a volere è uno dei frutti più evidenti del nostro lavoro iniziato quattro anni fa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy