Torino-Pescara, Moretti e il segreto per un’altra grande stagione

Torino-Pescara, Moretti e il segreto per un’altra grande stagione

Verso Torino-Pescara / In granata il centrale difensivo sta vivendo una vera e propria seconda giovinezza e non c’è nulla che induca a pensare che le cose possano cambiare

5 commenti

Non godrà certamente dell’età dei tempi migliori, eppure Emiliano Moretti continua ad essere una vera e propria garanzia di questo Toro. Alla terza stagione in granata, il trentaquattrenne è pronto a scendere in campo nell’ormai imminente sfida di Coppa Italia contro il Pescara.

GARANZIA VERA – La sua avventura sotto la Mole è sin da subito stata indimenticabile: personalità, eleganza palla al piede e negli interventi, lucidità atletica, tattica e mentale e professionalità hanno scandito tutte le prestazioni dell’ex Valencia al Torino. Per tali ragioni, non è assolutamente fuori luogo affermare che Moretti rappresenta, esattamente al pari dei vari Cerci, Immobile, Darmian, Glik, Maksimovic e Bruno Peres, una delle più liete sorprese dell’ultimo biennio granata.

IL SEGRETO PER UN’ALTRA GRANDE STAGIONE – E ora? Ora è tempo di un’altra annata al servizio di Ventura, la terza ad essere ancor più precisi, quella in cui i sintomi dell’avanzare dell’età potrebbero inesorabilmente e fisiologicamente farsi sentire. Il classe ’81 questo lo sa, ma è probabilmente proprio questa consapevolezza il più grande segreto del suo successo: la presa di coscienza dei propri limiti, la sua umiltà e la sua voglia di mettersi in mostra nonostante una carriera quasi ventennale.

SECONDA GIOVINEZZA – E sono proprio le suddette doti tecniche (ma soprattutto umane) ad averlo reso uno dei migliori difensori italiani degli ultimi due anni, tanto da guadagnarsi la chiamata in Nazionale del CT azzurro Antonio Conte. La realizzazione di un sogno d’infanzia per il centrale difensivo, che a Torino sta vivendo una vera e propria seconda giovinezza.

Domenica sarà tempo di verdetti sul campo finalmente, tempo di risposte da molti elementi della rosa granata: dai nuovi acquisti alle vecchie conoscenze. In tal senso, il nome di Moretti, beh, possiamo stare certi che continuerà a far rima con garanzia.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Daxterkiller - 2 anni fa

    Spero solo che, una volta ritirato, gli diano qualche posto all’interno della societá.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. maraton - 2 anni fa

    lunga vita (agonistica) e buona salute ad emiliano, arrivato in punta di piedi e tra l’indifferenza e lo scetticismo generale.
    ecco la dimostrazione che la serietà ed il lavoro pagano :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 2 anni fa

      Giustissimo caro maraton, ti quoto totalmente :-)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. PrivilegioGranata - 2 anni fa

    Aggiungo: quando i parametri zero valgono oro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. PrivilegioGranata - 2 anni fa

    Giocatore immenso: leader silenzioso in campo, garanzia totale, grinta assoluta sotto una patina di rara eleganza e perfetto tempismo che a me ricorda Scirea (l’unico gobbo da me amato).
    Lunga vita!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy