Torino, Petrachi e Ventura sino al 2018: un attestato di stima e tante responsabilità

Torino, Petrachi e Ventura sino al 2018: un attestato di stima e tante responsabilità

Approfondimento / In un momento difficile sotto il profilo dei risultati, c’è chi esonera e chi rinnova la fiducia: quando i legami forti, mostrano la loro vera natura…

calciomercato, Petrachi

Un rinnovo spontaneo, in un momento difficile dal punto di vista dei risultati, e in controtendenza rispetto a quanto avviene in Serie A (vedi Sampdoria e Palermo): il Torino si fida di Giampiero Ventura e Gianluca Petrachi, ora più che mai, e il rinnovo contrattuale fino al 2018 di entrambi è un chiaro attestato di stima, fiducia e rispetto da parte della società granata. Perché i legami più forti, spesso, mostrano la loro vera natura anche e soprattutto nei momenti difficili di una relazione, quando niente sembra andare per il verso giusto.

“E’ solo una crisi di risultati, ci rialzeremo. La squadra c’è” aveva commentato Giuseppe Vives al termine dell’amichevole contro il Borgaro, facendo di fatto capire che il gruppo granata è unito al suo interno, e soprattutto che crede ciecamente in ciò che il tecnico Ventura professa. E’ la squadra, dunque, prima di tutto, ad aver confermato Ventura, ad averlo “rinnovato” di fiducia dopo i risultati negativi accumulatisi in questi 40 giorni da brividi. Il Torino, i giocatori del Torino, sono in prima linea al fianco del tecnico ligure, la società crede in lui fino – almeno – al 2018, così come crede nella capacità professionale di una grande Ds quale si sta rivelando Petrachi, capace di colpi da maestro sia in entrata sia in uscita, e giustamente blindato dal Presidente Urbano Cairo.

petrachi, ventura
Giampiero Ventura, al Toro dal 2011

Un segnale (anzi due) importante più che mai in questo preciso momento della stagione, con la dirigenza che si assume da subito le proprie responsabilità affidandosi alla continuità, ad un progetto. Anzi AL progetto, a quello che Ventura e Petrachi hanno deciso di intraprendere per far spiccare il volo al Torino, e non sarà una parentesi sfortunata a far cambiar idea ai due uomini granata.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Maroso - 2 anni fa

    Con Ventura, Petrachi e Cairo … spettacolo garantito prossimamente su questi schermi. Ventura dopo 2018 deve restare al Torino con ruolo di Supertecnico, e lasciare spazio in panchina a Longo che gioca come lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 2 anni fa

      Ma veramente Longo non gioca per nulla come Ventura.
      Sia per approccio tattico, dove usa un 4-4-2 che diventa un 4-2-4 in fase offensiva, perciò al massimo come il Ventura della B.
      Sia l’approcio mentale alla partita è totalmente diverso,visto che Longo fa della aggressività e attacco continuo con pressing alto il suo marchio, mentre Ventura ha un approccio attendista con scarico e giro palla in difesa e costruzione lenta del gioco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Nick - 2 anni fa

    Sono d’accordo la squadra tutta ha bisogno di sostegno e fiducia. Le somme si tirano alla fine. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granata - 2 anni fa

    felici per questi rinnovi forza toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Moiraine64 - 2 anni fa

    Grande Cairo!
    Lasciamoli lavorare con tranquillità ed aspettiamo irientri degli indisponibili, molri, e poi credo che tornemo a veder ilToro d’inizio stagione,.
    ForzaToro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy