Torino, pillole dalla Sisport: i giovani in evidenza in partitella

Torino, pillole dalla Sisport: i giovani in evidenza in partitella

L’allenamento / Spazio a Primavera e Berretti, ma occhi puntati su Gustafson, Lukic e Aramu

Un allenamento formalmente per avvicinarsi alla partita casalinga contro il Chievo, ma anche con l’intento neanche troppo velatamente punitivo per il Torino, che non ha soddisfatto Mihajlvoic – come da lui stesso dichiarato – nella vittoria esterna contro il Crotone. Seduta di scarico per i protagonisti del match dell’Ezio Scida, programma più intenso per chi non è stato protagonista o lo è stato solo in parte (c’erano Obi e Boyé, non Martinez).

Spiccano in particolare la partitella da due tempi di 35 minuti in cui gli elementi della prima squadra si sono confrontati contro una selezione composta sia dai ragazzi della Primavera sia della Berretti. Una bella occasione per questi giovani per misurarsi al livello dei professionisti, ma – soprattutto – un occasione per Mihajlovic per tenere sott’occhio l’evoluzione dei granata del futuro, dopo i vari allenamenti cui i ragazzi del vivaio hanno partecipato. Una scelta con lo sguardo sul futuro, dunque, inedita rispetto al recente passato con Ventura in panchina. Ma gli occhi erano puntati anche sui meno utilizzati in prima squadra, come Gustafson (metà con i giovani, metà con De Silvestri e compagni), Lukic e Aramu, rimasti in campo per tutti i 70 minuti: lo svedese, un po’ impreciso davanti alla porta, si è comunque messo in vetrina con geometrie interessanti e giocate pregevoli, sottolineando i progressi aiutati anche dalle partite giocate contro la Primavera, utili per ritrovare il ritmo partita. Bene anche il serbo – autore di una rete – e Aramu, che nelle prossime settimane, tra campionato e Coppa Italia, cercherà minuti importanti per farsi vedere quando conta davvero.

Sisport 21/11/2016

Nella partitella giocata sotto la pioggia (che non ha scoraggiato tuttavia qualche tifoso), intanto, l’ex Livorno è stato schierato esterno d’attacco ed è stato sempre nel vivo del gioco, dando sicuramente prova di una buona gamba e di una grande voglia di emergere. Tra Chievo, Pisa e Sampdoria potrebbe davvero arrivare il suo momento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy