Torino, pillole dalla Sisport: Mihajlovic ordina il duro lavoro

Torino, pillole dalla Sisport: Mihajlovic ordina il duro lavoro

Dalla Sisport / Il tecnico serbo ordina duro lavoro ai propri ragazzi in vista della trasferta di Udine

Il Torino di Mihajlovic, reduce dalla sconfitta contro l’Inter a San Siro per 2-1, oggi è sceso in campo per meglio prepararsi alla prossima giornata di campionato contro l’Udinese: contro la quale l’unico imperativo è “vincere”, al fine di lanciare un chiaro segnale alle altre pretendenti per un posto in Europa.

TIFOSI A BORDO CAMPO: ANCORA – Durante la seduta mattutina di allenamento, Mihajlovic ha nuovamente concesso ai tifosi granata di stare a bordo campo ad ammirare l’allenamento. E’ ormai diventata una tradizione vedere i tifosi a stretto contatto con i giocatori del Torino durante gli allenamenti di ripresa sul campo secondario, tradizione che tanto ricorda i tempi del Filadelfia, luogo in cui giocatori e tifosi erano una sola cosa, rafforzandosi l’uno con l’altro. Un clima, quello che sta creando il tecnico serbo, che è quasi un anticipo di quello che, a breve, succederà dentro la nuova casa del Torino. A guadagnarci, in queste situazioni, sono ambedue le parti, proprio perché, per un giocatore, allenarsi a stretto contatto con la propria gente è un input in più. Stessa situazione per il tifoso, che non sogna altro che “vivere” il calcio con i propri idoli: un binomio perfetto dunque che presto diventerà realtà, ma che sta già poggiando delle solidi basi, anche nella seduta odierna di allenamento.

DURO LAVORO PER I GRANATA – Mihajlovic, per meglio far arrivare i propri ragazzi alla prossima trasferta di Udine, ha ordinato subito il duro lavoro. Chi ha giocato ieri almeno un’ora ha fatto un lavoro defaticante, di scarico, tranne Adem Ljajic, che è stato ancora a riposo a causa del malessere rimediato ieri sera nel finale di gara contro l’Inter (QUI gli aggiornamenti). Gli altri, Iago Falque compreso, hanno lavorato sul campo secondario con intensi esercizi: parte atletica mista a partitella a due tocchi e alta intensità. Nella partitella, alla squadra che eseguiva più di due passaggi era fischiato un rigore contro. I lavori tecnici invece sono stati eseguiti in “navette” di allunghi e variazioni di velocità intorno al campo.

DETERMINAZIONE IAGO FALQUE – Il giocatore spagnolo, dopo la pessima prestazione di ieri sera – la prima della sua stagione – ha lavorato con una motivazione in più nel corso della seduta, al fine di migliorarsi sempre di più e di imparare dai propri errori. L’ex Genoa ha messo particolare voglia sia nella parte atletica che nella partitella ad alta intensità: questo delinea quindi il fatto che Iago Falque è un giocatore più che positivo, pronto a migliorarsi giorno dopo giorno, anche dopo una pessima prestazione, la quale non macchia affatto la sua avventura in maglia granata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy