Torino-Pisa 4-0, a Miha serve la cavalleria per battere Gattuso

Torino-Pisa 4-0, a Miha serve la cavalleria per battere Gattuso

Testa a Testa / L’allenatore dei pisani prepara bene il match arginando i granata per 90 minuti: ma poi, la qualità ha fatto la differenza…

Ieri sera è andata in scena una partita molto interessante, valevole per il quarto turno eliminatorio della Coppa Italia, tra Torino e Pisa: la squadra di Mihajlovic è riuscita a superare quella di Gattuso, ma la pratica non è stata affatto facile da archiviare, anzi. Il Pisa ha trascinato i granata fino ai tempi supplementari, per crollare soprattutto dal punto di vista fisico e cedere, dunque, il passo alla squadra sula carta e sul campo più forte. Ma nella sonora sconfitta della squadra pisana bisogna riconoscere un atteggiamento coriaceo del Pisa, dimostrato per tutta la partita, e probabilmente figlio del proprio allenatore, che raramente molla la presa.

Infatti Gattuso ha preparato il match nel migliore dei modi possibili, questo è fuori discussione: difesa attenta, che ha rischiato, certo, ma non più di tanto – nei 90 minuti. L’allenatore ex Palermo ha costruito bene la partita, sperando di strappare un gol e una clamorosa qualificazione: per poco i sui desideri non si sono avverati, grazie a Padelli che ha tolto il pallone dalla porta evitando la beffa. Perciò va concesso l’onore di averci provato fino alla fine, sia agli uomini di Gattuso che a Gattuso stesso, che sta lavorando con i suoi ragazzi in una situazione ai limiti del surreale, e ciò che sta creando ha comunque dell’incredibile.

FC Torino v AC ChievoVerona - Serie A

Tuttavia il confronto con Mihajlovic lo ha perduto, perché il serbo ha trionfato 4-o, con il Torino che ha largamente dominato soprattutto dal punto di vista della mole di gioco creata: però non è per questo che Miha si aggiudica il Testa a Testa. L’allenatore granata deve anche ringraziare i giocatori che ha messo in campo nel secondo tempo, ovvero Ljajic e Belotti, che hanno spostato gli equilibri decidendo, di fatto, il match. Perciò ala fine il più forte ha prevalso sul più debole, ma Mihajlovic ha avuto bisogno della cavalleria per spazzare via la squadra di Gattuso, che non ha regalato nulla al Torino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy