Toro, in mediana Acquah dovrà stringere i denti

Toro, in mediana Acquah dovrà stringere i denti

Verso il MIlan / Il ghanese ritarderà il rientro in Sisport per gli impegni con la sua nazionale, ma sa come sconfiggere i rossoneri

2 commenti

Si avvicina la ripresa del campionato e il Torino si sta preparando per affrontare il Milan in una partita molto interessante anche per la classifica: i rossoneri devono rilanciarsi dopo un avvio difficile e il Toro vuole lasciarsi alle spalle l’inciampo con il Carpi. La squadra granata in mezzo al campo però rischia di non poter contare sul talento e la forza fisica di Afriyie Acquah, uno che i rossoneri li ha già battuti diverse volte. Il mediano ghanese infatti giocherà con la sua nazionale nella notte italiana tra oggi e domani e difficilmente potrà rientrare in Sisport prima di giovedì. Per scendere in campo sabato sera dovrà quindi stringere i denti perchè inevitabilmente la condizione fisica non potrà essere al top.

Torino FC v US Citta di Palermo - Serie A
Acquah ha già sconfitto 3 volte il Milan in carriera

Il ghanese è arrivato in estate e si sta dimostrando un giocatore fondamentale per i granata, tanto che molti tifosi vorrebbero vederlo ancora più utilizzato da Ventura e auspicano nel prosieguo della stagione un suo ingresso in pianta stabile nella formazione titolare. Afriyie ha la forza fisica e le capacità tecniche per essere una pedina importantissima contro la squadra di Mihajlovic che invece ha nel centrocampo uno dei propri punti deboli. La sua presenza aiuterebbe il Torino in fase di interdizione e anche nelle ripartenze, vista la sua grande velocità quando scatta palla al piede.

L'esultanza di Acquah in Verona-Torino
L’esultanza di Acquah in Verona-Torino

Acquah nel corso della sua avventura italiana ha già affrontato il Milan diverse volte riuscendo spesso ad ottenere risultati importanti: nei 6 precedenti in cui è sceso in campo contro i rossoneri infatti la sua squadra ha vinto per 3 volte, ottenendo anche un pareggio. I primi due successi risalgono alla stagione 2010/11, quando con la maglia del Palermo sconfisse i futuri campioni d’Italia per 1-0 in campionato alla Favorita e per 2-1 nelle semifinali di ritorno della Coppa Italia, sempre in casa. Da ricordare anche la semifinale di andata a San Siro, terminata 2-2. L’altro successo invece risale alla stagione 2013/14 quando il Parma, con Acquah titolare, si impose a San Siro per 4-2; per lui in quel caso anche la soddisfazione di regalare a Cassano l’assist per il momentaneo 2-0 gialloblù.

La speranza è che questi risultati si possano ripetere anche adesso che il ghanese indossa la maglia granata. Questo Toro ormai si è abituato ad abbattere i tabù e questa volta può essere utile lasciarsi guidare da chi ha già compiuto questa impresa.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gireggio - 2 anni fa

    Acquah dovrebbe giocare titolare sempre, ma temo che Ventura veda di piu’ Benassi. Peccato, perche’ l’africano mi sembra uno da Toro: grinta, forza fisica, velocita’ e anche una duscreta tecnica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …questo di partite può fare anche 3 in 3 giorni…fisicamente è una bestia…e anche coi piedi non è male…anzi…Sabato mi piacerebbe vedere a centrocampo anche Prcic…almeno 15-20min…ne parlano un gran bene…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy