Torino,Quagliarella confida nell’Udinese per tornare al gol

Torino,Quagliarella confida nell’Udinese per tornare al gol

Focus on / Occhi puntati sull’ariete granata, in astinenza da gol in campionato da ben tre partite, anche se in trasferta mostra un buon ruolino di marcia

L’attaccante granata è alla disperata ricerca di un gol in campionato che manca ormai da più di un mese, ad eccezione di quello realizzato su rigore nella gara di ritorno di Europa League contro l’Athletic Bilbao. Contro l’Udinese l’ex Juventus conta di sbloccarsi, bissando così il gol realizzato all’andata proprio contro la squadra di Stramaccioni.

ASTINENZA – Il nuovo anno era iniziato decisamente ben per l’attaccante Fabio Quagliarella: la prima rete nel 2015 l’aveva realizzata al “Manuzzi” contro il Cesena, lontano parente di quello che sta cercando ora di uscire dalle sabbie mobili. A distanza di due settimane poi l’exploit: una tripletta contro la Sampdoria che zittì una critica sempre pronta a fargli notare la sua poca prolificità sotto porta; dopo le tre reti realizzate ai blucerchiati Quagliarella si ripetè la settimana successiva a Verona contro L’Hellas, segnando il gol del momentaneo 2-0 (gara poi terminata 3-1) e da lì in poi in campionato neanche più un centro, per un totale attualmente di nove centri in venticinque partite. A interrompere il suo digiuno da gol l’appuntamento europeo nella sfida contro l’Athletic Bilbao del 26 febbraio, dove il num. 27 granata si incaricò di realizzare il rigore che aprì le porte del paradiso alla squadra di Ventura. Nell’ultima gara di campionato vinta contro il Napoli, Quagliarella non è riuscito a sbloccarsi, ma la sua dinamicità là davanti si è fatta sentire e magari un supporto maggiore gli avrebbe permesso anche di rendersi più pericoloso dalle parti di Andujar. Lavoro di mestiere e una continua spinta che hanno impensierito in non pochi frangenti i due centrali biancazzurri, rei di avergli concesso parecchi centrimentri sotto porta.

IN TRASFERTA – Numeri alla mano, le prestazioni di Quagliarella lontano dall’Olimpico non sono affatto negative: dei nove gol fin qui segnati, quattro sono arrivati fuori dalle mura amiche (Cagliari, Napoli, Cesena e Verona) con almeno ventotto tiri nello specchio della porta e una percentuale di passaggi importanti, tra cui un assist nella gara contro il Cesena. Per quel che concerne invece il suo comportamento in campo solo due in cartellini gialli fin qui sventolatigli contro, che insieme all’unico preso in casa domenica contro il Napoli portano a tre il computo totale dei gialli.

Stagione fin qui certo positiva per Quagliarella rispetto a quella precedente in maglia bianconera, dove in campionato andò a segno appena una volta, ma Ventura e i suoi compagni hanno bisogno dei suoi gol per continuare a far bene e chissà che l’ariete granata non torni a segnarlo proprio domenica contro l’Udinese, squadra che all’andata punì, consentendo così al Torino di portare a casa tre punti fondamentali.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy