Torino, Quagliarella tra i re del fuorigioco in Serie A

Torino, Quagliarella tra i re del fuorigioco in Serie A

Il dato / Tutti i grandi bomber compaiono in lista, ma il rendimento, nella maggior parte dei casi, è diverso

5 commenti
quagliarella formazioni

Finire in fuorigioco non è, di per sé, una statistica negativa. Va infatti rapportata all’atteggiamento in campo di un giocatore: una volta Sir Alex Ferguson disse di Filippo Inzaghi: “È nato in fuorigioco”. Questo perché l’atteggiamento della punta rossonera era sempre quello di attaccare lo spazio, di allungare la squadra, di trovare il pertugio giusto tra le maglie della difesa. Così facendo, era normale che venisse pescato la maggior parte delle volte al di là dell’ultimo difensore; certo che, per 9 volte in cui la bandierina dell’assistente si alzava, ce n’era una in cui il tempo era perfetto e Inzaghi riusciva a trovarsi a tu per tu con il portiere. E raramente sbagliava.

È questo il caso, ad esempio, di Bacca (25 offside in stagione), Destro (23), Maccarone (20), Paloschi e Kalinic (19), tutti giocatori che stanno sopra a Quagliarella, fermo a quota 17, ma che lo superano anche nella classifica marcatori. Ancora meglio, però, fanno Higuain, Eder e Insigne. L’argentino, in particolare, è finito in fuorigioco 16 volte, esattamente il numero  di occasioni in cui ha spinto la palla in rete. Peccato veniale.

Quagliarella manca l'appuntamento con il gol dalla quarta giornata
Quagliarella manca l’appuntamento con il gol dalla quarta giornata

Il numero di offside, certamente, è proporzionale al peso specifico del giocatore nell’attacco della squadra, come si evince dalla caratura dei nomi in lista: questo a testimonianza che Quagliarella, nonostante l’astinenza da rete che l’ha colpito negli ultimi mesi, è ben lontano dall’essere avulso dal gioco della squadra, anzi ne partecipa e cerca, in ogni momento, di farsi trovare pronto e di cogliere l’attimo. L’unica soluzione è quella di pescare lo spazio e il momento giusto per trovarsi davanti al portiere senza che la bandierina si alzi: il solo modo per riuscirci è continuare a provarci. Infine, una nota di colore: il record assoluto di minuti per fuorigioco appartiene ad Amauri, a quota 2 offside negli 8 minuti di partita giocati contro l’Inter, uno ogni 4 giri di lancette. Nessuno come lui.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. angelboy79 - 2 anni fa

    Alla fine tra una statistica e l’altra snocciolate da TN abbiamo appreso che: siamo la squadra con il portiere che para di meno (ma dai???), che corre di meno, che recupera meno palloni, che fa’meno dribbling e assist di quasi tutte le squadre di serie A…ma come direbbe il nostro caro mister: tutto ciò fa’parte del nostro percorso di crescita”…con l’anno nuovo caro mister noi tifosi pretendiamo una squadra che corra che lotti su ogni pallone, aggressiva e propositiva…quindi che giochi semplicemente da Toro!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mamma Urbana I - 2 anni fa

      Anticipo Papa Urbanuccio I

      “Sei solo un pianginaspalamerdadadivani.
      Vuoi fallire ?
      Non ricordi dove eravamo ?
      Preferisci fare la fine del Parma ?
      bla bla bla….”

      Quanto è idiota !!!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Leo - 2 anni fa

    Questo articolo andrebbe letto – come si dice in gergo giuridico – in “combinato disposto” con l’altro articolo di questa testata che parlava della particolare classifica dei passaggi smarcanti. Anche li Quagliarella supera Vives, Bovo, Peres, Acquah…e tra l’altro il maggiore assist-man del Toro risulta essere Belotti (un attaccante). A me non pare una situazione normale: dovrebbero essere i trequartisti o i centrocampisti interni ed esterni a fare gli assist. Non si può pretendere che gli attaccanti debbano cantare e portare la croce al tempo stesso. E questo a mio parere è uno dei motivi che ha portato alla quasi-crisi attuale di Maxi Lopez che di tutti è il meno adatto a fare questo tipo di gioco. Insomma, volendola dire tutta, per le carenze del centrocampo siamo costretti a giocare sempre con 2 seconde punte (Quagliarella e Belotti). Baselli dal solo non ce la fa a rifornire tutto l’attacco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granata - 2 anni fa

    con noi nn ha più niente da dare troppo Fair Player al derby chissà !!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. granata - 2 anni fa

    Secondo me a quagliarella nn va di giocare nel ruolo che gli ha dato ventura dove lui deve partire trp ds dietro e nn ha corsa.cmq è stato bravo nn esulta se fa gol alle squadre dive ha militato ma guarda caso quando era nelle altre squadre e faceva gol al Toro esaltava come un matto.meditiamo mefitiamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy