Torino, Quagliarella vittima di stalking

Torino, Quagliarella vittima di stalking

E’ in corso il processo che vede imputato Raffaele Piccolo, poliziotto di Napoli reo di aver rivolto minacce e false accuse all’attaccante granata

“Mio figlio ha presentato numerose denunce per le lettere e i messaggi ricevuti”. Con queste parole, Vittorio Quagliarella, padre dell’attaccante del Torino, ha recentemente descritto in tribunale la situazione vissuta dal figlio tra il 2006 e il 2010. Secondo la ricostruzione dei fatti, in quegli anni, il bomber di Castellamare è stato vittima di stalking ad opera di Raffaele Piccolo, assistente capo in servizio presso la polizia postale di Napoli. Il “poliziotto stalker” era solito inviargli foto ritoccate e lettere anonime il cui oggetto erano presunti festini, accuse di contatti con la camorra e minacce. Successivamente, lo stalker contattava le sue numerose vittime presentandosi come un amico e affermando loro di poterli aiutare in cambio di benefici.

Il processo è attualmente in corso, martedì scorso è stato ascoltato il padre, nelle prossime udienze sarà presumibilmente chiamato a testimoniare anche il centravanti campano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy