Torino, Rincon e Acquah sovrastati. L’Atalanta ha vinto la gara a centrocampo

Torino, Rincon e Acquah sovrastati. L’Atalanta ha vinto la gara a centrocampo

Analisi / Freuler e De Roon imbrigliano i centrocampisti granata che pagano un finale di stagione in calo. Quanto sarebbe servito il Baselli delle ultime apparizioni…

di Marco Notaro, @MarcoNotaro17

Il Torino perde l’ultimo treno che portava in Europa League. Un 2 a 1 a Bergamo è un risultato che si può accettare, ma c’è da dire che la supremazia degli orobici è stata nettissima fin dai primi minuti di gioco. Il risultato finale non rispecchia quanto visto ed uno dei fattori chiave è stato il rendimento dei centrocampisti.

STANCHI E SOVRASTATI – Acquah è tornato titolare dopo un mese, infatti la sua ultima gara dal primo minuto risaliva al match contro la Fiorentina – allora fu decisivo un suo errore in fase di impostazione che mandò Veretout in porta -. Soffre terribilmente le incursioni dei nerazzurri che, a tratti arrivano da tutte le parti, ed evidenzia la mancanza di un passo gara giusto: lo si vede anche in occasione del primo gol subito, quando non riesce a far filtro su Cristante. Sul centrocampista è costretto ad uscire Moretti che così perde terreno su Barrow. Non ha la qualità, il ghanese, per verticalizzare come dovrebbe in fase di costruzione, anche se ci mette tanto impegno quando c’è da contenere. Rincon non riesce mai ad incidere come vorrebbe, si limita a compiti difensivi. El General ha giocato ieri la sua 32esima gara in campionato e si nota palesemente la sua stanchezza. FreulerDe Roon fanno girare a vuoto i due centrocampisti granata palesemente sopraffatti e incapaci di agire da raccordo tra difesa e attacco. Cristante mette in crisi costantemente il venezuelano che soffre il caldo e la fatica, sbagliando tantissimi palloni. Straordinario il lavoro in mezzo al campo degli atalantini che utilizzano lo stesso sistema di gioco dei granata, ma che costruiscono la propria vittoria con la superiorità numerica e il lavoro in sinergia dei propri centrocampisti. Gli orobici spesso portavano avanti oltre agli esterni anche i centrali di difesa, mantenendo sempre il pallino del gioco e la difesa molto alta.

IMPEGNO E SACRIFICIO – I bergamaschi giocano alla grande, i giocatori si sacrificano l’uno per l’altro dando prova di sé ai tifosi come singoli, ma soprattutto come squadra. Il livello di gioco da loro espresso ieri ha toccato in alcuni frangenti livelli altissimi. Mazzarri ha dovuto fare a meno di due giocatori che probabilmente sarebbero stati titolari, come Obi e Baselli: soprattutto l’assenza dell’ex atalantino sarebbe stata importante, visto il suo recente stato di forma. In panchina, come ricambi nel settore di centrocampo, c’era il solo Valdifiori, sempre più emarginato dal tecnico, che nel finale piuttosto ha preferito accentrare Ansaldi in mediana. Una pedina in più da reperire sul mercato di gennaio sarebbe probabilmente servita, anche e soprattutto per questi frangenti. Si sapeva che la coppia Acquah-Rincon, del tutto inedita nel centrocampo a quattro, sarebbe potuta andare in difficoltà, e così è successo. In mediana il confronto è stato chiaramente vinto dagli atalantini De Roon e Freuler, che hanno posto le basi per la vittoria.

LEGGI ANCHE:

Il Torino, l’Atalanta e l’importanza di scegliere un allenatore giusto

Atalanta-Torino 2-1, Belotti latita ancora: che i leader siano da cercare altrove?

 

 

 

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. drino-san - 3 mesi fa

    Il centrocampo è il vero dramma di questa squadra. Abbiamo attaccanti e difensori centrali. Ma a centrocampo e sulle fasce nessuno, a parte baselli, barreca e ansaldi, che pero’ ha 31 anni. Gli altri sono da mettere in cortile e chiamare l’amiat

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robertozanabon_821 - 3 mesi fa

    Complimenti a tutti gli “opinionisti” con una citazione particolare al simpatico e competente Siculo Granata.
    Si può, ed anzi si deve, essere tifosi senza smarrire l’equilibrio che le delusioni minacciano di rompere.
    È ora di ricostruire.
    Diamo tutti un contributo costruttivo al futuro del Toro.
    Il passato non potremo cambiarlo.
    Il futuro sì.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

      Grazie. Non si può essere tifosi del toro se non si sa soffrire. In Sicilia sono sempre stato l’unico orgoglioso e combattivo della classe. Dalle elementari sino al liceo. Non si molla mai! E si guarda sempre avanti. Noi siamo il Toro. Gli altri sono tifosi. Ciao

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

    Da oggi dovremmo tutti fare pressione per un mercato che ci riporti almeno tra le prime 6-7 ogni anno!!!
    A cominciare da ToroNews, con numeri alla mano!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 3 mesi fa

    Si sapeva gia’ dal momento in cui Baselli era stato ammonito che ci avrebbero mazzato, stessa cosa De . Silvestri Bonifazi

    solo voi di TN volevate aizzare le folle a impreviste scalate verso l’EL

    senza parlare del mancato mercato di rinfrorzo a gennaio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. byfolko - 3 mesi fa

    Chi mastica calcio lo sa bene, le partite si vincono SEMPRE a centrocampo, la partita di ieri ne è stato un classico esempio. Noi in pratica sono 3 anni che giochiamo senza. Se da anni a questa parte facciamo pena e ci roviniamo il fegato ci sarà un motivo. Eccolo…i nostri centrocampisti sono Rincon, Valdifiori, Acquah, Obi, Baselli. Almeno avessero tenuto Vives, che almeno sapeva cosa fare con la palla pur non essendo un fenomeno. Avete presente Luca Fusi? Ecco, ci manca gente cosi’, per dire…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. claudio sala 68 - 3 mesi fa

    Personalmente avevo poche aspettative dalla partita con l’Atalanta rispetto a quanto invece ho letto nel forum in questi giorni. Assieme a Lazio e Napoli è la squadra che dal punto di vista del dinamismo ci è nettamente superiore in qualsiasi reparto , per cui avevo colto con piacere il pareggio di Liajc. Questa analisi poteva già essere a preventivo confrontando le statistiche dei vari giocatori, purtroppo noi non possiamo neppure metterci solo l’agonismo, perché atleticamente siamo ad un livello bassissimo. Spero comunque di essere smentito con una bella vittoria contro la Lazio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. morassut.maur_541 - 3 mesi fa

    Ieri, come nel secondo tempo della partita di andata, la differenza tra le due squadre in termini di gioco è stata a dir poco IMBARAZZANTE.Questa è la cosa più grave, non tanto aver perso la partita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. blubba - 3 mesi fa

    E’ unn reparto totakmente da rifare , quelli che ci sono al piu possono fare le riserve /rincon) obi e aquah sono dare via come valdifiori .Terrei solo baselli ma bisogna costruire qualcosa di diverso in mezzo al campo per permettere a Belotti ogni tanto di tirare in porta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

      Non ci basterebbero i soldi (se non si vende Belotti, come spero)
      Teniamo Baselli e Obi e Rincon come riserve e vendiamo Acquah, Valdifiori, Gustafson etc.
      Ne compriamo altri due dai piedi buoni.
      Se vai in Olanda e Belgio di centrocampisti forti, fisici e tecnici ne trovi

      Se invece si vende Belotti, allora è possibile arrivare ad un tesoretto di oltre 100mln.
      50 di quest’anno + Belotti + Niang +Acquah + Valdifiori + Gustafson + Berenguer etc…
      E si riparte da:
      Sirigu
      Savic
      N’koulou
      Lyanco
      Bonifazi
      Ansaldi
      Barreca (da verificare se guarisce)
      De Silvestri (riserva)
      Baselli
      Obi (riserva)
      Rincon (riserva, se la vuole fare altrimenti a Casa!)
      Falque
      Edera
      Ljajić
      Moretti (riserva)
      Sono 15
      Ne mancano almeno altri 7
      Due giovani centrocampisti (24-25 anni) da 15-20milioni
      Due terzini idem
      Un attaccante forte da 30 milioni
      Il resto dalla primavera…
      E si fa uno squadrone…
      Solo sogni, purtroppo
      Vero Toro News?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

    I motivi stanno nei numeri.
    I numeri che dicono perchè quest’anno più del decimo posto era difficile andare
    Confronto centrocampo dell’Atalanta e del Toro (valore Transfermarkt.it)

    Cristante, 23 anni, 20mln
    De Roon, 27 anni, 12mln
    Remo Freuler, 26 anni, 10ml
    Spinazzola, 25 anni, 12mln
    Totale: 54mln (4 giocatori
    Media: 13,5mln

    Rincon, 30anni, 8mln
    Valdifiori, 32anni, 2,50mln
    Baselli, 25 anni, 7mln
    Obi, 26 anni, 4mln
    Acquah, 26anni, 2,5mln
    Totale: 24mln (5 giocatori)
    Media: 4,8 mln

    Il nostro centrocampo vale un po’ di 1/3 di quello dell’Atalanta. Nei fatti e nei numeri è troppo di basso livello rispetto al resto della squadra, che invece in difesa e in attacco può confrontarsi con tutte (Asina, Napoli, Roma, lazio escluse).
    Ricordiamo che il Toro ha perso 9 partite. Solo le prime 5 in classifica ne hanno perse meno.
    Ciò dimostra che il problema è in mezzo al campo. Se anche ci fosse stato Benassi il livello che serve non lo avremmo avuto comunque.
    Ad Maiora

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio sala 68 - 3 mesi fa

      Cristante ha scaldato parecchie panchine prima di Bergamo, gli altri non hanno mai alzato Champions, però tutti applicano al meglio quello che chiede il mister. Da Mazzarri mi aspetto questo il prossimo anno, una rosa funzionale ad un’idea di gioco. Se noti la nostra posizione è lo spartiacque tra squadre che hanno problemi seri e squadre che i problemi li hanno risolti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

        Caro Claudio Sala68, Sarai anche tu un cinquantenne come me (io del 67) e dunque noi abbiamo visto lo scudetto, l’Ajax, il secondo posto dietro al Verona, il 3-2 con le asine a strisce in tre minuti!!!
        Che sofferenza oggi…
        Venendo ad oggi, purtroppo con il mercato degli ultimi anni (Niang, Rincon e le vendite) ci ritroviamo in una situazione molto difficile da superare.
        Serve rifondare e tanti soldi, che in teoria ci sarebbero.
        Ciao!
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. claudio sala 68 - 3 mesi fa

          Ho tanti bei ricordi anche quando non si vinceva e giocavano Bonesso e Torrisi mentre la gobba aveva Platini e Boniek. Ieri i ragazzi dell’Atalanta mi hanno ricordato i nostri anni 80-90 per quello non me la sono presa per la sconfitta. Come ho detto mi sarebbe piaciuto vedere un nostro ragazzo della primavera giocare ieri a centrocampo , così per respirare un poco di aria fresca. Tante buone cose a te ed ai tuoi cari.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. claudio sala 68 - 3 mesi fa

          Ho bei ricordi anche quando giocavano Bonesso e Torrisi e la gobba aveva Platini e Boniek. L’Atalanta mi ricorda il Toro degli anni 80 e 90, per quello la sconfitta di ieri non mi ha rattristato. Se fossero entrati Adopo o Kone poi sarei stato persino felice, ho visto i Torelli giocare contro il Milan e grazie a loro ho respirato aria fresca

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

            È vero. Noi c’eravamo sempre. Anche con Bonesso e Torrisi. Cari saluti

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy