Torino-Roma 1-1: aiutino per la Roma, ma Maxi Lopez c’è

Torino-Roma 1-1: aiutino per la Roma, ma Maxi Lopez c’è

Torino – Roma 1-1 / I granata reagiscono bene dopo un torto arbitrale e resistono alla stanchezza nel finale

 

Quando riparte la ripresa all’Olimpico, né Ventura né Garcia hanno scelto di effettuare cambi. La Roma riparte come aveva finito il primo tempo, e cioè in attacco. Al terzo minuto Nainggolan premia un ottimo inserimento di Ljajic in area: Padelli salva tutto.

Al minuto 10 l’episodio che cambia la partita: su segnalazione del giudice di porta Mazzoleni, Irrati dà rigore alla Roma per intervento di Moretti su De Rossi, che si era inserito in area di rigore. Il difensore granata si infuria ma serve solo a prendersi anche il cartellino giallo. Sul dischetto va Florenzi: Padelli intuisce ma non basta ed è 0-1. Ma le immagini danno clamorosamente torto alla terna arbitrale perché è stato il centrocampista romano a trascinare il piede, cercare il contatto con Moretti e tuffarsi.

Il Toro cerca di reagire all’aiutino a favore della Roma e Ventura effettua il cambio che in molti si aspettavano: fuori un fumoso Martinez per Maxi Lopez. E la reazione c’è. Minuto 19, Darmian sventaglia per Bruno Peres che con uno scatto incredibile riesce a tenere dentro il pallone (dall’immagine in linea con la riga di fondo, la palla non è tutta fuori), serve Vives che elude benissimo la difesa romanista e centra per Maxi Lopez, che mette dentro. E’ 1-1.

La gara si infuoca e dopo qualche offensiva granata la Roma va vicina al raddoppio. Al 22′ ennesima conclusione velenosissima di Iturbe, diretta all’angolino: Padelli si salva. Pochi secondi dopo un altro spavento per i granata: palla splendida di Florenzi per Ibarbo, che da ottima posizione non prende la porta, e al 24′ Ljajic mette dentro dopo una bella triangolazione ma viene fermato giustamente per fuorigioco.

Cambia la Roma alla mezzora, fuori Ljajic per Doumbia che va a occcupare il ruolo di centravanti. Nel Toro invece esce uno zoppicante Bruno Peres per Molinaro, che si sistema a sinistra con Darmian a destra, e un ottimo Vives per Farnerud. Cala leggermente l’intensità a causa del caldo e Maksimovic perde palla sulla trequarti, con Gazzi che deve spendere un giallo. Garcia a dieci minuti dalla fine mette dentro lo stopper Yanga-Mbiwa per la punta Ibarbo.

Al 38′ è Padelli con l’aiuto del Toro a salvare il Toro. Maksimovic commette l’ennesimo errore di una gara con troppe macchie e lancia Iturbe, che serve con l’esterno Florenzi a sinistra. Il nazionale rientra e tira, ma il guanto di Padelli diventa taglia XL e devia la palla sul palo.

Nel finale il Toro è palesemente sulle gambe e la Roma ne ha di più fisicamente, spinge ancora e Glik salva su una ripartenza; subito dopo una rasoiata di Holebas finisce a fil di palo. Ci prova poi Nainggolan: fucilata di destro, Padelli para coi pugni. Pochi secondi dopo Doumbia gira intorno a Moretti ma non trova la porta di testa.

Irrati assegna quattro minuti di recupero e il Toro diventa pericoloso: Gazzi sfiora il gol di testa da corner, Farnerud va vicino all’eurogol con un sinistro a giro da fuori area che avrebbe fatto “crollare” l’Olimpico, palla fuori di pochissimo. I granata costruiscono un’altra bella azione, che termina però con un sinistraccio alto dello stesso svedese.

Il Toro gestisce bene i secondi finali terminando all’attacco, finchè Irrati manda le squadre sotto la doccia. Finisce 1-1: un pari che tutto sommato è giusto, al termine di una partita molto bella. Il punto fa sorridere di più i granata, che restano in corsa per l’Europa, aspettando Milan – Sampdoria (mentre il Napoli vince con la Fiorentina e si allontana), mentre la Roma (che ai punti avrebbe potuto vincere l’incontro: la squadra di Garcia sta bene), perde provvisoriamente il secondo posto a favore della Lazio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy