Torino-Roma: sfida senza appello per l’Europa

Torino-Roma: sfida senza appello per l’Europa

Verso Torino-Roma/ Nessuna delle due squadre può rischiare di perdere punti nelle rispettive volate europee

Commenta per primo!

 Due vittore di fila in trasferta e 4 punti recuperati in due partite sul sesto posto in classifica: da -9 a -5. Il Toro dopo un piccolo passaggio a vuoto in campionato coinciso con la doppia sfida europea allo Zenit è tornato a macinare risultati in campionato sognando l’Europa League 2015/16, ma purtroppo quando si è dietro e si inseguono altre squadre non si può mai tirare il fiato un momento.

GRANATA ALL’INSEGUIMENTO – La partita di domenica contro la Roma diventa così di nuovo decisiva perché il Torino non si può permettere di perdere punti dal sesto posto. Gli scontri diretti Napoli-Fiorentina e Milan-Sampdoria possono contribuire a tenere compatta la classifica e ad avvicinare il Torino ai piazzamenti europei, ma serve fare punti contro i giallorossi, altrimenti si rischia di perdere un occasione importante e di scivolare nuovamente a -7, distanza che con solo 8 partite da giocare rischia di diventare proibitiva. La Roma, purtroppo per i ragazzi di Ventura, sembra in lenta ma costante ripresa e non è più quella che non riusciva a battere Parma e Chievo e affondava in casa contro la Sampdoria. Inoltre anche Totti e C. hanno interessi di classifica non da poco.

TESTA A TESTA CAPITOLINO – Persa ormai la possibilità di battagliare con la Juventus per lo scudetto visto il disastroso periodo passato tra gennaio e marzo la squadra di Garcia deve adesso concentrarsi sulla conquista della Champions per il prossimo anno, obiettivo minimo per salvare la stagione. Se la vittoria contro il Napoli ha infatti reso più sicuro l’accesso almeno ai preliminari (7 punti di vantaggio sulla quarta in classifica a 9 partite dalla fine e con anche gli scontri diretti favorevoli non sono briciole) la volata con la Lazio concentra tutte le attenzioni dei giallorossi. Intanto dopo tutti i proclami fatti durante l’anno sarebbe uno smacco finire dietro ai rivali cittadini; poi finendo al terzo posto bisognerebbe anticipare la preparazione in vista dei preliminari di Champions; infine non si avrebbe la certezza di incassare il cospicuo ritorno economico garantito dall’accesso ai gironi, fondamentale per la dirigenza americana per poter agire da protagonisti sul mercato. Insomma sono tante le ragioni che non fanno dormire a Garcia sonni tranquilli in vista delle sfida con il Torino: perdere punti potrebbe essere un regalo troppo grande alla Lazio.

I destini europei di Toro e Roma si incroceranno quindi domenica in una partita fondamentale che tutte e due le squadre hanno assoluta necessità di vincere; sarà un grande spettacolo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy