Torino-Roma: Ventura e Garcia ancora a confronto, ad un girone di distanza

Torino-Roma: Ventura e Garcia ancora a confronto, ad un girone di distanza

Confronto tra tecnici / Giallorossi meno ambiziosi rispetto all’andata, ma hanno da difendere un secondo posto dalla Lazio mentre il Toro è ritornato a lottare per l’Europa League

Lo scontro tra Roma e Torino in terra capitolina, all’andata è terminata per 3-0 a favore dei giallorossi, il Toro è stato annientato da Torosidis, Keita e Ljajic. La situazione da allora per le due squadre è radicalmente cambiata. Il Torino era nella zona pericolosa della classifica e lottava per non retrocedere. La squadra di Ventura, in ogni caso, era reduce da una vittoria ed un pareggio contro Atalanta e Parma e la sconfitta contro Totti e compagni li fecero restare comunque a distanza di quattro punti dalla terzultima. Il club granata però adesso sembra rigenerato, grazie ad un serie di dodici risultati utili consecutivi, Glik e compagni sono ritornati nelle zone alte della classifica e sognano di ritornare in Europa League dopo l’uscita agli ottavi contro lo Zenit San Pietroburgo. Quello che affronterà la Roma quest’oggi è un’altra squadra rispetto al”andata che ha fame di vittorie per accedere in Europa League e, come si è visto a più riprese in questa stagione, neanche le differenze qualitative molte volte li hanno fermati. 

Anche per la Roma gli scenari sono completamente mutati rispetto ad un girone fa. I giallorossi alla decima giornata del girone d’andata erano ancora in lotta per lo scudetto a tre punti dalla Juventus e la vittoria contro il Toro poteva risultare fondamentale. Oggi, la squadra di Garcia, si trova a quattordici punti dai bianconeri e, nonostante la sconfitta di ieri della Juve contro il Parma, lo scudetto sembra diventato utopia e, di conseguenza, bisogna guardarsi alle spalle dato che c’è, la Lazio, eterna rivale della Roma, che dista di appena un punto. De Rossi e compagni sono obbligati a vincere oggi per tenere dietro i biancocelesti dato che terzo posto significherebbe ingresso in Champions League ai preliminari a differenza del secondo che permetterebbe l’accesso diretto alla fase a gironi. La crisi, in ogni caso, della squadra capitolina sembra essere ormai terminata dopo le vittorie contro Cesena e Napoli, quindi il Toro deve stare all’erta, la Roma sta tornando quella di inizio stagione e cercherà di tenersi il, tanto agognato, secondo posto. 

Rispetto alla decima giornata d’andata, le due squadre si sono poco modificate nel mercato di Gennaio. Garcia si ritrova con Yanga-Mbiwa, Doumbia e Ibarbo in più, acquisiti di qualità e di un certo spessore ma che, sino ad adesso, hanno deluso. Per il Toro invece sostanzialmente a Gennaio c’è stato solamente l’acquisto di Maxi Lopez che però ha avuto un rendimento più che positivo e, con il suo arrivo, l’incremento di gol è stato notevole.

Oggi ci sono i presupposti e le motivazione per assistere ad una partita bella e spettacolare e forse anche un po’ nervosa data la posta in palio. Alla fine riuscirà a trionfare chi ha più fame e voglia di questi tre punti che, adesso, cominciano a diventare pesanti. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy