Torino-Sampdoria 2-2, Giampaolo: “Pari importante, contro una squadra forte”

Torino-Sampdoria 2-2, Giampaolo: “Pari importante, contro una squadra forte”

Conferenza / Il tecnico blucerchiato commenta la prestazione dei suoi ragazzi al termine del match

Dopo il triplice fischio al “Grande Torino”, Marco Giampaolo si presenta ai media per commentare il match appena disputato dalla sua squadra. Ecco le dichiarazioni del tecnico della Sampdoria che ha rilasciato ai media: “E’ stata una bella partita, i nuovi si sono calati subito bene nella nostra realtà ed è un buon segnale anche per il futuro. Quagliarella credo che abbia la maturità del calciatore che ha vissuto tante esperienze, è un top-player ed ha giocato anche in Nazionale. Le cose le fa meglio di come gliele spiego. La potenzialità del reparto offensivo è migliorata rispetto alla scorsa stagione ed il mio gioco si adatta ad i giocatori che ho. Adesso devo cercare di sfruttare le qualità dei giocatori che ho davanti”.

In conferenza stampa, il tecnico blucerchiato aggiunge:

“Pari importante per noi, perchè il Toro è una squadra forte, con qualità, che ti mette in difficoltà. Il risultato migliora la nostra autostima. Quando c’era da giocare abbiamo giocato, quando c’era da soffrire lo abbiamo fatto insieme, considerando che venivamo da venti giorni di stop. Forse nel finale siamo mancati nel possesso palla, ma siamo riusciti a condurre in porto il risultato”.

Al mister blucerchiato vengono chiesti chiarimenti sui cambi:
“Ho sostituito Sala perchè Bereszynski aveva caratteristiche migliori per contrastare Niang. E’ un dubbio che avevo in settimana, poi ho scelto di dare continuità a Jacopo. E’ stata una sostituzione dettata dalle caratteristiche dei giocatori”.

Un commento sui due attaccanti:
“Quagliarella è uno che ha respirato il grande calcio. Ha mentalità e autostima. Zapata mi è piaciuto. Ha lottato, ha attaccato la profondità, ha retto nei duelli individuali. Bisogna aggiustare alcune cose, ma ha grande disponibilità e quando c’è questo. Al di là dei singoli, comunque, mi ha fatto piacere il fatto che abbiamo giocato da squadra”.

Ancora sui singoli:
“Strinic? Molto bene. Ha quantità e qualità. L’ho dovuto sostituire perchè aveva crampi. Se avessi potuto avrei cambiato anche Zapata perchè non ha una condizione eccellente. Bene tutti e due, ma è il collettivo che mi è piaciuto”.

Torino e Sampdoria competeranno per un posto in Europa League?

“Io ragiono sempre a breve termine e faccio fatica a dire cosa succederà a maggio. Quel che sarà non lo so, dipenderà dal nostro lavoro e dalla nostra ambizione. Prima di dichiarare un obiettivo bisogna pensare a cosa facciamo per raggiungerlo. Io ragiono così e cerco di portare la mia squadra a pensarla allo stesso modo”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy