Torino-Sampdoria, marcature strette e raddoppi: ecco le mosse anti Eder-Muriel

Torino-Sampdoria, marcature strette e raddoppi: ecco le mosse anti Eder-Muriel

Verso Torino-Sampdoria / Granata di fronte al miglior attacco della Serie A. Un match da preparare nei minimi dettagli anche e soprattutto in fase di non possesso

2 commenti

La partita contro la Sampdoria rappresenta un importante crocevia della stagione del Torino. La formazione di Ventura, infatti, è a caccia del suo terzo successo in 4 gare, un risultato che, inutile negarlo, farebbe delle zone alte della classifica una realtà sempre più stabile per i granata. L’avversario è di quelli ostici: i blucerchiati di Zenga sinora hanno conquistato gli stessi punti di Glik e compagni e, soprattutto, vantano il miglior attacco di tutta la Serie A (già 9 reti in sole 3 gare).

ATTACCO ATOMICO – I nomi illustri del reparto avanzato doriano sono ovviamente quelli di Eder e Muriel. Il primo dei due sta vivendo un periodo di forma a dir poco strepitoso: è lui l’uomo del momento in casa Samp ed è sempre lui il capocannoniere del nostro campionato. Da capogiro l’inizio di stagione dell’italo-brasiliano: già 5 i suoi gol nel computo delle prime 3 uscite nel nostro torneo, tra i quali annoveriamo il sigillo di pregevolissima fattura messo a segno contro il Napoli alla seconda giornata. Inutile dirlo, sarà lui il pericolo pubblico numero uno per Glik e compagni in occasione del confronto di domenica prossima. Per capire come si tratti di un cliente tutto meno che semplice per la retroguardia granata, è sufficiente pensare che il numero di marcature già messe a segno in stagione equivale a più della metà di quelle realizzate nella precedente annata (9).

LE CONTROMOSSE DELLA DIFESA – Un biglietto da visita di tutto rispetto il suo, che si unisce a quello del suo compagno di reparto Muriel, autore di una doppietta contro il Carpi alla prima giornata. Il colombiano svarierà lungo tutto il fronte offensivo insieme al suo compagno di reparto, prediligendo, al pari di Eder, la giocata a rientrare a partire dalle corsie laterali. Ecco che giungiamo quindi a parlare delle contromosse di Ventura. Per arginare le sortite offensive dei due temibili tenori blucerchiati, i difensori “laterali” del Toro, Bovo da una parte e Moretti dall’altra per intenderci, saranno chiamati a prestare particolare attenzione in fase di non possesso e a coadiuvarsi con gli esterni di fascia (Bruno Peres e Molinaro) in modo da attuare degli efficaci raddoppi di marcatura sui terminali di Zenga.

È chiaro che lo spauracchio Eder-Muriel non può in alcun modo impedire ai granata di imporre la loro idea di gioco; tuttavia stiamo parlando dei centravanti più in forma del campionato: preparare il match cercando di limitarne il talento, potrebbe essere un’intelligente chiave tattica.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. F.V.C.G. - 2 anni fa

    vorrei tanto vedere il primo gol di Belotti!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pupi - 2 anni fa

    Non permettere il tiro da lontano ad Eder sarebbe già quasi risolutivo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy