Torino-Sampdoria, Rincon contro Barreto: sfida per il controllo della mediana

Torino-Sampdoria, Rincon contro Barreto: sfida per il controllo della mediana

Il venezuelano è chiamato a tamponare l’inferiorità numerica del reparto granata rispetto a quello bluerchiato

1 Commento

Sfida delicata Torino-Sampdoria, che i granata sono chiamati a vincere per continuare il filotto positivo e confermarsi come squadra capace di lottare per gli obiettivi europei, dichiarati da squadra, allenatore e Presidente. La Sampdoria, però, non è cliente facile: Giampaolo ha sviluppato un gioco definito, e come Mihajlovic è al secondo anno sulla stessa panchina. Chiave, nella partita di domenica, sarà sicuramente il ruolo del centrocampo, e degli interpreti che andranno ad occupare quella zona di campo.

Il duello più affascinante (e potenzialmente decisivo) a centrocampo è sicuramente quello tra Edgar Barreto e Tomas Rincon, centrocampisti di sostanza – che possono indirizzare da una parte o dall’altra il match del Grande Torino. Ne sanno qualcosa i granata, che lo scorso anno – a Marassi – erano stati colpiti proprio dall’ex Palermo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Ad ogni modo, il ruolo del venezuelano sarà davvero importante per l’equilibrio dei granata: in molte situazioni, infatti, il Torino si troverà gioco-forza in inferiorità numerica in mediana (visto che la Samp giocherà presumibilmente con il 4-3-1-2) e l’ex Genoa avrà il suo bel da fare a bloccare sul nascere l’iniziativa avversaria, che trova molto spesso in Barretto un incursore molto pericoloso in proiezione offensiva.

Vicino a Rincon ci sarà con tutta probabilità Daniele Baselli, centrocampista più di qualità che di quantità: Rincon, dunque, avrà l’onere – con l’aiuto fondamentale degli attaccanti – di sostenere il gioco granata in mediana soprattutto in fase di non possesso, cercando di tamponare l’inferiorità numerica in quel settore di campo.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. dbGranata - 2 mesi fa

    Nel confronto 1:1 credo non ci sia storia. Rincon è 10 volte Barreto. E Baselli se è in forma fa anche quantità, quindi contando che o Lijaic o i due esterni si abbasseranno spesso per dare una mano, credo che il Toro possa tenere in mano il pallino del gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy