Torino, Sanjin Prcic si presenta: “Io la risposta granata a Verratti”

Torino, Sanjin Prcic si presenta: “Io la risposta granata a Verratti”

Diretta TN / Le prime parole in granata del centrocampista franco-bosniaco: “Squadra competitiva, campionato molto tecnico. Ventura maestro di calcio”

Prcic

Al termine dell’amichevole contro la Luese, vinta dai granata per 7-0, il centrocampista Sanjin Prcic si presenta ufficialmente in veste di giocatore granata. Il Torino ha prelevato il ventunenne bosniaco, naturalizzato francese, nell’ultimo giorno di mercato dal Rennes in prestito con diritto di riscatto, per garantire un centrocampo qualitativamente e quantitativamente più attrezzato al tecnico Ventura.

Ecco le sue parole: “Dopo un mese che sono qui posso dire di essere in un grande club. Sono fiero di essere al Torino, qua c’è l’ambiente giusto per crescere” Il centrocampista parla poi di obiettivi e del suo ambientamento: “Il mio obiettivo è quello di mettere in difficoltà il mister e ripagare la fiducia del club. Petrachi e Cairo hanno subito creduto in me e non voglio deluderli. Il calcio italiano” continua Prcic “è diverso da quello francese, è piú schematico, piú tattico”

A quale giocatore potrebbe essere paragonato Sanjin Prcic? La risposta la dà il giocatore stesso “A Verratti, un grande regista che è il ruolo che preferisco. Ma se Ventura mi mette mezzala anziché metodista, va bene lo stesso. Come tutti voglio giocare. Qui c’è un grande gruppo con giocatori importanti che possono aiutarmi a crescere. Perchè il Torino e non altri club? Perchè questo è un grande club con tanti nazionali e anche io se do tutto e mi ritaglio il mio spazio posso approdare in nazionale maggiore. Ho legato subito con Maksimovic, mentre prima di arrivare qui Pjanic e Dzeko mi avevano parlato della Serie A, un campionato molto competitivo”

Quindi Prcic analizza l’attuale rapporto con il tecnico del Torino: “Ventura mi ha subito fatto capire che bisogna lavorare duramente e lo stiamo facendo tutti. Questa squadra è molto competitiva e puó giocarsi le proprie chance con tutte. In questo ciclo di fuoco siamo pronti a dare il massimo e se il mister lo vorrà saró pronto a scendere in campo e dare l’anima”

Infine, Prcic ricorda l’amichevole estiva tra Rennes e granata: “L’avevo seguita, pur non giocando, e credo che il Toro sia sempre lo stesso, semplicemente in quell’occasione era imbarcato dalla preparazione”

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 2 anni fa

    Speriamo che prima della fine della stagione accumuli qualche presenza e possa così meritare di restare in pianta stabile nel Toro del prossimo anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ziocane66 - 2 anni fa

    Sènt a na je già un cà c’rd’esè Grasiàn ! Par piasì ta ciutu e gioga

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy