Torino, sei atteso al varco: ora la missione è gestire la pressione

Torino, sei atteso al varco: ora la missione è gestire la pressione

Verso il match / Quelle parole di Miha: “Adesso a Palermo non possiamo proprio sbagliare”. Dopo Roma e Fiorentina, la squadra granata è attesa al varco

Si sa, nel mondo del calcio, come del resto in tutto quello sportivo, ad avere più pressione è sempre la squadra che sta attraversando un periodo florido. Dopo due vittorie consecutive contro due grandi avversarie, il Torino di Mihajlovic, lunedì prossimo, dovrà affrontare al Renzo Barbera il Palermo di De Zerbi, una squadra dunque alla portata dei granata, contro la quale, se si giocherà come il tecnico serbo ha ordinato sino ad oggi, gli uomini granata dovrebbero, secondo logica, essere in grado di fare loro la partita. Ma se dall’aspetto tecnico-fisico sembra non esserci nessuna preoccupazione, qualche dubbio può sorgere invece sull’aspetto psicologico, che nel calcio di oggi vale più quasi anche di quello fisico. Le partite, i campionati o le grandi competizioni, in questi ultimi decenni si vincono ormai principalmente negli spogliatoi, quando il tecnico comincia a pronunciare le parole utili a caricare i propri ragazzi.

Sisport, allenamento,

Sinisa Mihajlovic, in questo, è sicuramente un esperto. Un allenatore dal carattere forte, personalità che trasmette giorno dopo giorno ai propri ragazzi. Per vincere contro i rosanero serve proprio il giusto assetto mentale: l’euforia, il momento positivo e tutto questo tipo di fattori, potrebbero essere “dannosi” per i granata, poiché potrebbero causare un calo di concentrazione, un appagamento fine a se stesso che non porta da nessuna parte. Anche perchè è chiaro che, dopo i risultati positivi contro squadre come Roma e Fiorentina abbiano attirato l’interesse di molti addetti ai lavori.

Per il Torino l’imperativo è dunque vincere, senza “se” e senza “ma”, e farlo gestendo la pressione che incombe sulla squadra che deve confermarsi dopo aver ottenuto risultati importanti. Lo avevo detto lo stesso Mihajlovic, nella conferenza stampa dopo la vittoria contro la Fiorentina: “Adesso a Palermo non possiamo sbagliare e l’ho detto ai miei giocatori”. Dopo una serie di vittorie, la squadra vincente, è palese che attiri su di se gli occhi dell’intero palcoscenico calcistico della penisola e un mancato risultato al Renzo Barbera contro un Palermo non del tutto impeccabile, sarebbe una . L’obiettivo è chiaro e Mihajlovic e i suoi ragazzi sono chiamati alla prova del nove.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy