Torino: serve una partenza sprint, per poi chiudere in bellezza con il Derby

Torino: serve una partenza sprint, per poi chiudere in bellezza con il Derby

Il calendario della Serie A 2016-2017 / I granata sfideranno quasi tutte le big nelle prime 10 giornate. Dopo la Juventus, toccherà affrontare il Napoli: per un calendario più che mai spartiacque

1 Commento

L’ambizioso Torino targato Sinisa Mihajlovic, di fatto, si giocherà tutto o quasi nelle prime 10 giornate di campionato (intese come turni d’andata e di ritorno sommati assieme), nelle quali affronterà praticamente tutte le big della Serie A, fatta eccezione per Juventus e Napoli: una calendario, quindi, più che mai spartiacque.

Non sarà una partenza facile quella dei granata che esordiranno in trasferta contro il Milan, con un Mihajlovic bramoso di vendetta. “Miha va incontro alla sua ex”, potrebbe essere questo il titolo dell’avvio di stagione del Torino, che comincia, sin da subito, con un derby  in famiglia per il neo tecnico granata, il quale ha allenato i rossoneri nel corso della passata stagione.

Secondo turno in casa contro il Bologna per cercare di conquistare la prima vittoria della storia allo stadio Grande Torino. Dalla sesta giornata alla decima, invece, i granata affronteranno Roma, Fiorentina, Palermo, Lazio e Inter: occorrerà dunque un avvio di stagione sprint per Mihajlovic e i suoi che sarà obbligata a raccogliere punti importanti sin da subito, se davvero vorranno conseguire la qualificazione in Europa League.

Il Derby della Mole, invece, arriva in un momento che potrebbe essere decisivo per ambedue le squadre: all’andata si giocherà l’11 dicembre – allo Stadio Grande Torino – mentre il ritorno sarà il 7 maggio. Una partita che, oltre che per l’ovvia importanza cittadina, potrebbe essere molto importante dal punto di vista della classifica, anche se per obiettivi diversi da parte dei due club.

Il Toro parte e chiude con il botto, per la serie: si finisce così come si era iniziato. Dopo la partenza sprint, arriverà un finale infuocato con Juventus, Napoli e poi Sassuolo: il calendario è stato stilato, adesso la palla passa alla squadra, che, a dispetto delle recenti stagioni, sembra essere più affamata che mai. Un sorteggio spartiacque: quest’anno si capirà più che mai sin dalle prime battute se il Toro potrà o meno ambire ad un posto in Europa…

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. gioedome - 12 mesi fa

    sono riuscito a iscrivermi!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy