Torino, sfatare il tabù Milan per illuminare la Scala del calcio

Torino, sfatare il tabù Milan per illuminare la Scala del calcio

Verso Milan-Torino / Match importante in vista, Ventura carico per esorcizzare il diavolo

9 commenti

I giorni passano e ci avviciniamo sempre di più al match Milan-Torino. Questa partita può dare tanto ai giocatori granata come può levare tutto. Un Toro che ad inizio stagione aveva un rendimento quasi da big europea, ma che ora sembra essersi un po’ smarrito. Ma quando tutto sembra per finire ecco che arriva la scintilla che riaccende il tutto, l’illuminazione è arrivata grazie al ritorno di Ciro Immobile. Questo nuovo acquisto nella sessione invernale di mercato ha riacceso le speranze di tutti i tifosi granata. E’ stato lui che insieme ad Andrea Belotti ha ridato speranza a tutti gli appassionati del club piemontese.

Una partita che, come detto, può dare tanto ma può anche levare molto. In caso di vittoria, automaticamente si andrà oltre l’immeritato pareggio della scorsa domenica e il morale di conseguenza si innalzerà, continuando così la striscia positiva inaugurata a Palermo. In caso di sconfitta potrebbe però davvero perdere quell’equilibrio che aveva raggiunto nelle ultime partite e che si era perso nelle passate. E’ così allora che il Toro arriva a San Siro, sapendo che non sarà una partita decisiva, ma un match dall’importanza notevole. Se arrivassero i tre punti a Milano, il club di Ventura salirebbe a quota 35 punti, così consolidando un posto a metà classifica e strizzando l’occhiolino alla parte sinistra della classifica, fermando inoltre la corsa della squadra di Mihajilovic al terzo posto, valente per la qualificazione in Champions League.

Match che può essere importante anche per molti giocatori, i quali possono sfruttare la prestigiosa partita per mettersi in buona luce dinanzi all’allenatore, che in vista dei molti guai in infermeria è costretto a rivedere la rosa titolare. Tra i tanti in cerca di riscatto c’è l’argentino Maxi Lopez, il quale dopo la sfortunata prestazione della scorsa domenica è in cerca del riscatto che lo rilanci nell’Olimpo degli dei. Anche Acquah potrebbe essere uno dei protagonisti del prossimo incontro. Il ghanese, in netto recupero dall’infortunio, potrebbe cogliere al volo l’occasione lasciatagli da Benassi, il quale salterà la sfida di San Siro. Sfida emozionante anche per Ventura, il quale ha un rapporto ormai parecchio conflittuale con il Milan, questo perché il club di Berlusconi resta l’unico tabù da sfatare per il tecnico granata. Il Torino non supera i rossoneri da ben 14 anni, mai battuti quindi nell’era Cairo. Dobbiamo risalire al 2001 per ricordarci di una vittoria torinese sul Milan, allora fu Cristiano Lucarelli che siglò la rete della vittoria. Sicuramente non sarà un match noioso, bensì l’ennesimo spettacolo che il football ci offrirà.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Puliciclone - 1 anno fa

    Ma che illuminare?!!! Solo giocando al buio abbiamo qualche possibilità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ziocane66 - 1 anno fa

    Il Milan visto col Napoli ha un centrocampo cosa che a noi manca e non è poco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fabrizio - 1 anno fa

    mamma mia, articoli come questo portano una sfiga…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ziocane66 - 1 anno fa

      No no : è triste realtà!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gio - 1 anno fa

    Be’ certo vincere sarebbe meglio che pareggiare e molto meglio che perdere. E comunque perdere uno a zero sarebbe meglio che prenderne quattro. Bisogna capire quanto sia carico Ventura, che imposterà la solita battaglia arrembante senza dare un filo di respiro ai poveri avversari, che sì ritroveranno schiacciati nella loro area per l’80 per cento dell’incontro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. robi - 1 anno fa

    E’ brutto doverlo dire ma se solo i NS giocatori avessero la metà della grinta dei gobbi di merda … Non vincono nemmeno con il carpi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ziocane66 - 1 anno fa

      calma coi paragoni : quella è una squadra aiutata da figc, arbitri e probabilmente squadre avversarie compiacenti, li hai visti come ballavano in difesa col Bayern? La grinta in campionato son capaci tutti ad averla quando ti chiami merda

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pingo - 1 anno fa

        Per squadre avversarie compiacenti intendi anche la nostra immagino…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. KG25 - 1 anno fa

    Prova

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy