Torino-Spal 1-0: De Silvestri attento, Lazzari il più pericoloso dei suoi

Torino-Spal 1-0: De Silvestri attento, Lazzari il più pericoloso dei suoi

Focus on / Il confronto sugli esterni finisce in parità: meglio il granata in fase difensiva

di Redazione Toro News

Il Torino trova i primi tre punti stagionali. Finisce con il risultato di 1-0 il match tra gli uomini di Mazzarri e la Spal di Semplici, nel secondo incontro disputato dai granata tra le mura amiche. All’Olimpico vince il Toro, ma il duello annunciato alla vigilia sugli esterni tra Lorenzo De Silvestri e Manuel Lazzari termina in parità. Entrambi schierati esterni destri del 3-5-2 dai rispettivi tecnici, i due laterali erano chiamati a una prestazione importante e non hanno deluso le attese.

LAZZARI – Galvanizzato dalla prima chiamata in Nazionale della sua carriera, Lazzari ha offerto una prova di assoluto spessore. È lui la vera mina vagante della formazione di Semplici: le sue scorribande sulla fascia destra fanno penare Aina e Moretti, che spesso si trovano a rincorrere l’esterno avversario. Tanti i corner conquistati dal numero 29 spallino che con un picco di velocità di 33.93 km/h si pone al primo posto del match come velocità nelle accelerazioni. La velocità e la corsa si confermano dunque le sue doti preponderanti: 10.553 i kilometri percorsi nel corso dei 90′, quarto della sua squadra alle spalle di Kurtic, Missiroli e Fares. Nelle fasi finali del match poi, con l’ingresso in campo di Paloschi e il passaggio alla difesa a quattro, qualche difficoltà in più per Lazzari che ha palesato diversi limiti in fase difensiva. La sua prestazione resta comunque ampiamente oltre la sufficienza, seppur conclusa in calando.

Le statistiche di Torino-Spal 1-0: vittoria granata meritata, ha ragione Mazzarri

DE SILVESTRI – Altrettanto buona la prova di Lorenzo De Silvestri. Il suo diretto concorrente – Fares – non è riuscito a rendersi pericoloso come nei match precedenti, grazie soprattutto all’ottimo lavoro in fase difensiva del numero 29. L’intesa con Izzo è ottima, così come è altrettanto buono il dialogo con Iago Falque, Soriano e Baselli che, da subentrante, ha spesso premiato le sue sovrapposizioni per mandarlo al cross con continuità. Ineccepibile dal punto di vista fisico (è il giocatore del Torino ad aver corso di più: 10.793 km) e risorsa importante nel gioco aereo, De Silvestri si è confermato ancora una volta un vero e proprio valore aggiunto per Mazzarri. Con Ansaldi out per infortunio (LEGGI QUI) e Ola Aina alle prese con una noia muscolare (QUI I DETTAGLI), l’esterno romano sarà fondamentale per il proseguo della stagione. E chissà se il duello a distanza con Lazzari continui anche in ottica Nazionale.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata - 3 mesi fa

    Ancora Lazzari. Guardate le percentuali dribbling fatti/riusciti. Rimarrete di stucco. Guardate anche i contrasti vinti/persi. Il calcio si serve della corsa. Non è corsa e basta. Lazzari è andato via ad Ola 1 volta ed ha concluso malamente. Stop. Se ha preso tanti angoli è perché non gli hanno permesso di crossare. O no ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lo steo - 3 mesi fa

      concordo, nei primi minuti tra l’altro e soprattutto nel secondo tempo si metteva spesso tra esterno e la palla senza farlo andare via e non dimentichiamoci la diagonale su kurtic..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 3 mesi fa

        Bravo. Il loro uomo piu pericoloso è stato Petagna, secondo me

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy