Torino-SPAL 2-1: nessun regalo e una bella rimonta per salutare i tifosi

Torino-SPAL 2-1: nessun regalo e una bella rimonta per salutare i tifosi

I granata riescono a ribaltare il parziale del primo tempo grazie alle reti di Belotti e De Silvestri

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo

Termina con gli applaudi del Grande Torino l’ultima gara in casa dei granata, che vincono 2-1 contro la SPAL.. Il Toro riesce nella rimonta contro la SPAL, che era andata in vantaggio dopo un primo tempo pessimo dei granata. Nella ripresa, i ragazzi di Mazzarri han tirato fuori l’orgoglio, attaccando a testa bassa e facendo valere la superiorità tecnica. Protagonista Belotti, autore di un gol e di un assist, e ancora una volta De Silvestri, che a 2′ dal termine mette a segno il suo settimo gol stagionale confermando l’ottimo momento di forma.

PRIMO TEMPO – Mazzarri rispolvera l’undici “titolare” dopo gli esperimenti di napoli, riproponendo il tridente con Ljajic, Iago e Belotti. I granata partono bene, ma il tiro di Iago (con grande risposta di Gomis) dopo 5′ è un fuoco di paglia. La SPAL infatti gioca con ordine e con fame di punti, sbagliando poco e proponendosi con coraggio. I granata provano a stanare l’avversario con cambi di gioco troppo prevedibili, e al 21′ al primo affondo la squadra di Semplici passa: Grassi si libera dal limite e lascia partire un destro che fulmina Sirigu sul palo lontano. Il Toro fatica a riorganizzarsi,ci provano Ljajic e Ansaldi ma la manovra è sterile. La SPAL ce ne ha di più, andando anche vicina al raddoppio di nuovo con Grassi, ma questa volta Sirigu è sulla traiettoria e smanaccia. Un brutto Toro chiude sotto il primo tempo al Grande Torino, accompagnato da meritati fischi dei tifosi.

RIPRESA – La ripresa inizia con gli stessi ventidue del primo tempo, e col Toro ad attaccare alla ricerca del pareggio. Dopo 5′ ci va vicino Belotti, ma sulla sua incornata Alfred Gomis (applaudito nell’intervallo dai suoi ex tifosi) si supera. A Gomis risponde Sirigu poco dopo, con una gran parata su Cionek da calcio d’angolo. Al quarto d’ora Mazzarri si gioca la prima carta, inserendo Berenguer per Ansaldi – e lo spagnolo ci mette un minuto a scaldare i guantoni a Gomis, che vola e devia sulla traversa il tiro a giro del numero 21. Il cambio svolta la partita, e al 22′ arriva il pareggio granata: pallone geniale di Ljajic per Berenguer, cross sul primo palo e deviazione vincente di Belotti, che torna al gol firmando l’1-1. Il Toro adesso ci crede, e Iago per poco non firma il gol dell’anno, ma dopo aver saltato mezza SPAL trova Salamon a murare la sua conclusione davanti alla porta. I granata hanno spazio, alla SPAL il pari non basta, ma Beloti grazia Gomis su azione fotocopia del primo gol. Il gol è nell’aria e arriva quasi allo scadere, con De Silvestri che prosegue nel magic moment facendo esplodere lo stadio su assist di Belotti. Finisce così l’ultima in casa, finalmente col sorriso.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. okami - 7 giorni fa

    ieri molte vittorie fuori casa, hanno perso Fiorentina , Bologna, Inter ,ecc tutte con squadre con classifiche critiche.
    La vittoria del Toro mi sembra assumere un valore ancora più forte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bertu62 - 1 settimana fa

    Certo però che legittimamente ci si poteva aspettare qualchecosina di più dai nostri, oggi! Ma tant’è….si vede che QUESTO è quello che hanno, al momento, o che SONO, al momento….Ad ogni modo io ancora non ho capito se Mazzarri “ci fa” oppure se “ci è”….Ha detto che vuole utilizzare queste ultime partite per “verificare”….Ma cosa? Cosa devi verificare? Se i vecchietti tengono ancora botta? Anche oggi Burdisso è stato sul filo di regalare un gol agli avversari, e Moretti pure (il rigore per la Spal NON C’ERA semplicemente perché avrebbe dovuto fischiare il fallo in attacco avendo spinto col braccio il ns giocatore che stava saltando sul colpo di testa…)? Oppure devi verificare se Rincon si becca “il solito” giallo? Oppure se un esterno alto di ruolo (Berenguer) fa meglio di un terzino adattato (Ansaldi)?
    Insomma, se non usi QUESTE partite per “verificare” i vari Edera, Barreca, Berenguer, allora QUANDO?
    Sinisa, quando l’ha cacciato, aveva fatto 35punti…Se oggi chiudiamo a più di 50, lo si deve a Lui….Con Mazzarri e la sua idea di calcio (difesa e contropiede) o hai un Cavani o un Belotti al 200% più un centrocampo all’altezza ALMENO di chiamarsi centrocampo più una difesa GIOVANE & SANA, quantomeno, oppure saremo di nuovo a centro classifica, 10° o giù di lì….
    FV♥G!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vittoriogoli_224 - 1 settimana fa

      Bertu d’accordissimo: come fai a giocare con la Spal con due terzini esterni alti? Proviamo Berenguer e ,se Barreca non ha problemi fisici anche lui, ed anche Bonifazi o vogliamo continuare con Moretti???? Ha 37 anni suonati

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 1 settimana fa

      sono d’accordo al 90%, miha era un problema ed e’ stato risolto, facile. ma il resto della squadra e’ un problema pure quello.

      io spero che per l’anno prossimi si giochi il calcio di mazzarri con ali vere, gente che fa la doppia fase.

      altrimenti non raccontiamoci balle, non e’ un 3-5-2 ma un 5-3-2 e c’e’ una bella differenza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. CUORE GRANATA 44 - 1 settimana fa

    Ennesima partita che nell’insieme fotografa il ns. campionato discontinuo e mediocre. Ma vorrei aggiungere che potrebbe rappresentare “il manifesto” dell’intera gestione Cairo.Mi auguro che i dati di Bilancio 2017 siano presto in pubblica visione e che possano essere oggetto di un commento analitico che non contempli certe “amnesie” del Pres. Ritengo che la prossima stagione sarà decisiva per comprendere i REALI INTENDIMENTI di Cairo: il Pifferaio continuerà con la sua studiata postura ed i garbati e suadenti toni a condurci verso l’indifferenza e l’oblio? Vedremo . Se così sarà non potremo certo rimanere inerti e rassegnati. FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 1 settimana fa

    Titolo dell’articolo in stile tipicamente RCS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 1 settimana fa

      4 dipendenti rcs o 4 che hanno gioito tutti i primi 45 minuti?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13657710 - 1 settimana fa

    Madama granata- Non mi sembra giusto sottovalutare Baselli a livello di Rincon , un insulto per lui dargli lo stesso giudizio di Acquah! Considero un buon giocatore De Silvestri, uno con il “cuore Toro” , e sono contenta per lui , che la spunta su tutti quei tifosi che lo hanno insultato pesantemente X tutta l’andata e la prima parte del ritorno. Vorrei sapere da costoro: continuano ad invocare il suo allontanamento, o salgono sul carro del vincitore? Voi siete giovani, forse, ma piano ad affossare e cautela ad osannare! Buona serata a tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Michele Nicastri - 1 settimana fa

      Rincon e Acquah corrono tanto (quando ben allenati… con la preparazione di quest’anno neanche quello) ma hanno i piedi quadrati, Baselli ha piedi buoni ma cammina.
      Nella pratica, tutti e tre non sono all’altezza di esser titolari in una squadra da EL, ma discrete riserve.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bertu62 - 1 settimana fa

      Beh sai, giudizi li diamo tutti, giusti o sbagliati che siano, compresa Te… Quindi io ci andrei piano a sentenziare su chi esprime giudizi in merito, fra l’altro, a prestazioni sportive sotto gli occhi di tutti!
      Personalmente sono sempre stato fra coloro che hanno criticato Lollo in tutto il girone d’andata e nella prima parte di quello di ritorno, e sai perché? Perchè giocava da difensore pure, con Sinisa, mentre invece con Mazzarri gioca più avanti, “libero” di non difendere più di tanto…Ed infatti di SUE cappelle difensive abbiamo smesso di subirne! Poi, che si becchi gol assurdi (oggi primo tiro e subito Gol…) e che si facciano sempre delle cappelle in difesa, è un altro discorso (non si può giocare SEMPRE con anziani Over 30 in campo, ca**o!! Prima o poi arrivano ad un punto che non ce la fanno, né a recuperare né ad essere lucidi/veloci di testa e di piede)…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 settimana fa

    Ok le motivazioni, ok tutto ma non si può giocare l’ennesimo primo tempo in maniera così scandalosa. Buona reazione ma l’anno prossimo certi primi tempi non li vorrei più vedere.
    E nemmeno certi giocatori (Rincon su tutti)
    Bernguer non l’ho ancora capito. Oggi mi è piaciuto ma a volte è così inconcludente. Forse varrebbe la pena provarlo ancora a discapito di altri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Michele Nicastri - 1 settimana fa

    Berenguer ha girato la partita! E non è la prima volta… bravo mister a metterlo dentro!
    Complessivamente, tante conferme: servono come il pane due centrocampisti di livello, Rincon, Acquah e Baselli son buoni come riserve se si vuole arrivare più in alto di così.
    Ma non voglio più sentir parlare di Castro o Donsah, sono buoni quanto quelli che già abbiamo, serve molto di più per un salto di qualità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy