Torino, squadra concentrata sulla Fiorentina per mantenere il trend

Torino, squadra concentrata sulla Fiorentina per mantenere il trend

Verso il Franchi / Fare punti con la Viola mantenendo la stessa mentalità dell’ultimo periodo, ma cambiando l’approccio tattico rispetto al Mapei

1 Commento
Maksimovic, calciomercato

Archiviato il buon pareggio contro il Sassuolo, il Torino – in primis Ventura – si è già proiettato alla sfida di pranzo di domenica, quando Glik e compagni scenderanno in campo contro la Fiorentina di Paulo Sousa, reduce dalla sconfitta di Milano contro i rossoneri e vogliosa di riscatto. I granata, dalla loro, vogliono continuare sulla falsa riga delle ultime due partite, per prolungare la striscia positiva che per ora dice 4 punti nelle ultime due gara.

Ed effettivamente, contro la viola, la mentalità dovrà essere la stessa mostrata contro Frosinone e Sassuolo, non il canovaccio tattico però, che andrà adeguato al gioco della formazione di Sousa. In poche parole, il Toro dovrà essere quello del 3-1 inflitto a Rodriguez e compagni all’Olimpico un girone fa: propositivo in avanti, corto in difesa, e sempre pronto – naturalmente – a ripartire con velocità, sfruttando la grande rapidità degli esterni di centrocampo. Un risultato positivo – che potrà arrivare soltanto son il giusto approccio, rilancerebbe le ambizioni granata, e darebbe una sonora spinta in avanti in classifica, oltre che nel morale. Tuttavia, quella con la banda di Sousa sarà una partita tutt’altro che semplice da portare in fondo in maniera vincente: le qualità tecniche in campo, infatti, pendono verso i ragazzi di Sousa, ma a livello di gioco – rispetto a qualche mese fa – i gigliati paiono meno brillanti, e quello che prima era un modulo nuovo e sorprendente (quel 3-4-2-1 fatto di palleggi e verticalizzazioni improvvise) non ha più la stessa efficienza di una volta.

Il Toro dovrà essere bravo a sfruttare i punti deboli dell’organismo assemblato e messo in campo dal tecnico portoghese, per rinnovare quell’ottimismo che già spunta all’orizzonte, ma che ha bisogno di una decisa conferma per prendere definitivamente piede. E la partita contro la Fiorentina potrebbe definitivamente sbloccare i granata in questo senso.

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

    Ricordiamoci l’andata, il primo tempo non si vide palla, loro dopo il gol si limitarono al controllo del match, probabilmente se avessero affondato avrebbero risegnato, nel secondo tempo entrò una squadra diversa, la nostra, sembravamo aver lasciato negli spogliatoi i dettami tattici che ci attanagliavano nel primo tempo, giocammo con slancio, orgoglio e liberi mentalmente da squadra che non aveva piu’ nulla da perdere, furono i più bei 45 min (con il primo tempo con la Samp) giocati quest’anno). Speriamo di affrontarli con quello stesso piglio, se vogliamo colmare il gap che ci divide dalla zona EL, bisogna affrontare l’avversari così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy