Torino-Südtirol 2-0: avanti in Coppa con il minimo sindacale

Torino-Südtirol 2-0: avanti in Coppa con il minimo sindacale

Risultato finale / Raddoppia il giovane Edera nel deserto del Grande Torino

di Marco Parella

Primo tempo dai ritmi soporiferi, ma Toro in vantaggio di un gol grazie a Soriano. Berenguer prova subito a riscaldare il pubblico del Grande Torino con una fuga sulla sinistra, ma il suo tiro è bloccato a terra dal portiere. Sul ribaltamento di fronte è l’ex granata Procopio a tentare il colpo piazzato, ma la sfera non centra la porta. Al quinto minuto Zaza finisce giù sulla tre quarti: Edera si incarica della punizione, ma la sua conclusione non crea problemi a Offredi.

All’11esimo, sugli sviluppi di un corner, Lukic inventa un lancio morbido da 40 metri per Zaza che, in piena area, aggancia e tira. Intercettato da un difensore. Dopo gli applausi per l’uscita di Procopio, cambia anche il Toro: fuori Baselli, dentro Meitè. Il match ha una fiammata intorno al 64esimo: Soriano lancia Edera in contropiede, ma il numero 20 non ha un controllo felice e la possibilità di servire Zaza svanisce, poi è la volta degli alto atesini provare la ripartenza, ma nemmeno loro riescono ad arrivare alla conclusione. Esce anche Soriano per lasciare il posto a Ola Aina che la combina subito grossa. Intervento mancato, cross dalla sinistra del Südtirol e Mazzocchi la spinge in rete. È il 27esimo della ripresa, ma, per fortuna dell’esterno ex Chelsea e del Toro, il guardalinee segnala fuorigioco.

L’ultimo cambio del Torino arriva al 34esimo con Parigini rilevato da Rincon. L’ex Primavera aveva appena provato a sorprendere il portiere con una parabola arcuata su punizione defilata dalla trequarti. Un giro di lancette più tardi il Toro trova il +2: bel triangolo Edera-Berenguer a centrocampo con lo spagnolo che porta palla fino al limite e poi la lascia al compagno. Portiere scavalcato e gol del due a zero per il talentino granata, quest’anno finito un po’ fuori dal radar di Mazzarri. Brivido all’87esimo con tre attaccanti del Südtirol che si avventano su un cross proveniente dalla sinistra, ma nessuno di loro riesce a intercettare. A recupero già iniziato Zaza fa da sponda per Lukic che colpisce al volo, ma si distende bene Offredi. Gli uomini di Paolo Zanetti hanno voglia di realizzare il gol della bandiera, ma di pericoli veri non se ne vede l’ombra. Il Torino gestisce il piede sull’acceleratore e il risultato non cambia più. Si va avanti in Coppa Italia, per oggi va bene così.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pazko - 1 mese fa

    Abbiamo constatato che i ricambi non sono poi dei fenomeni, visti tutti insieme. Sicuramente, subentrando da freschi in partita, possono essere utili, però credo che Sirigu, Lollo, Ansaldi, Nkoulu, Izzo, DjiDji (qui anche Lyanco…), Baselli, Meite’, Rincon, Belotti, Iago, sia il meglio che abbiamo attualmente, è così saranno schierati a Milano e con la J………..
    Gli altri possono subentrare, compreso Ola Aina, che ha combinato un pasticcio (grazie guardalineee !).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14052638 - 1 mese fa

    detto fatto se questi sono i giocatori che devono prendere il posto ai titolari speriamo che godino di grande salute i Bellotti Rincon ecc.ecc.l’allenatore non sarà da Toro ma se giochiamo con quelli richiesti da una parte del popolo granata la B ci aspetta, mamma mia che pena, provate a pensare ad affrontare un derby in queste condizioni, qualche ragazzo stasera ha perso una grande occassione,ha detto bene Pecci queste partite vanno giocate come se ti trovassi di fronte al Barcellona o il Real e dimostri quanto vali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14057417 - 1 mese fa

    partita molto brutta e noiosa due episodi hanno deciso tutto zaza e soriano inguardabili se ne tornino da dove sono venuti gli altri giovani che hanno giocato almeno si sono impegnati. il gioco che facciamo e “irritante e brutto se giochiamo così con il Milan e le zebre ci possiamo portare i sacchi.cmq in attesa di miglioramento di gioco che non c’è mai stato mi auguro che WM certi ex giocatori non li faccia giocare più e metta al loro posto altri che lo meritano davvero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mario66 - 1 mese fa

    Il gioco (si fa per dire) di Mazzari è questo. Poi se chi gioca per un motivo o l’altro non riesce individualmente ad esprimersi secondo le sul potenzialità il risultato è un disastro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. michelebrillada@gmail.com - 1 mese fa

    che schifezza il toro di mazzarri (penso che sia il più scarso allenatore dell’era cairo) vedere giocare soriano poi è vergognoso (incapace totale bella copia con l’altro investimento zaza)ma che tornino tutti e due in spsgna in fretta .pero ho capito perche il tecnico (che di tecnico non ha nulla) chiude le porte al filadelfia ,perche con questi schemi meravigliosi sarebbe un delitto che venissero copiati da chicchessia vergogna vergogna vergogna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Sergio Sergio - 1 mese fa

    Poco impegno e minimo sforzo, nota negativa Edera che deve crescere parecchio e Soriano molto spaesato
    Mah…comunque forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. MarchigianoGranata - 1 mese fa

    Partita quasi soporifera, pochi sussulti e un sacco di passaggi sbagliati. Chi doveva dimostrare qualcosa ha perso una buona occasione. Come gioco di squadra continuiamo a non esserci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Claudio70 - 1 mese fa

    Soriano può tornarsene in Spagna.
    Zaza può continuare a scaldare la panchina.
    Edera può andare al Frosinone.
    Per giocarsela per l’Europa League serve più qualità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13967438 - 1 mese fa

    Avanti in modo piuttosto fortunato in una partita dove abbiamo giocato premendo il freno e tirando pure il freno a mano.
    Partita senza particolari risposte tattiche e individuali.
    Vedremo con la Viola la prossima.
    Spero che la trasferta di Milano sia preparata al meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy