Torino-Sudtirol, Edera scalpita tra voci di mercato e gerarchie da ribaltare

Torino-Sudtirol, Edera scalpita tra voci di mercato e gerarchie da ribaltare

Una chance per sorprendere / Il classe ’97 ha giocato poco più di un’ora complessiva in questa stagione fino a questo momento

di Redazione Toro News

La scorsa stagione sembra quella del “trampolino” definitivo per Simone Edera: lanciato da Mihajlovic, il classe ’97 granata aveva mostrato solo belle cose quando chiamato in causa, trovando il primo gol in Serie A contro la Lazio, ripentendosi dieci giorni dopo contro la Roma in Coppa Italia. Con l’avvento di Mazzarri il ragazzo ha continuato a giocare alcuni stralci dello scorso campionato, ma con l’inizio della nuova stagione Edera ha trovato in squadra un inaspettato concorrente, ovvero l’altro gioiellino del vivaio Vittorio Parigini.

Torino-Sudtirol: Bremer, occasione d’oro per rilanciarsi

GERARCHIE – L’esterno mancino non ha infatti trovato finora lo spazio sperato: poco più di un’ora complessiva in campionato, tra i 3′ da subentrante contro il Napoli e i 58′ da titolare contro il Chievo. Poco per dimostrare il suo reale valore, ma contro il Sudtirol la chance è di quelle importantissime: se come sempre il ventunenne partirà dal 1′, il suo compito sarà di dimostrare a Mazzarri che il suo contributo può essere utile a questa squadra, e magari recuperare così qualche punto nelle gerarchie offensive granata, che ad oggi lo vedono all’ultimo posto.

MERCATO – In chiave calciomercato, poi, le pretendenti per Simone Edera non mancano di certo. Già, la gara di Coppa Italia sarà importante anche in quest’ottica: il Parma non ha smesso di seguire Edera da ormai due sessioni di mercato, e anche il Frosinone di Moreno Longo ha mostrato interesse per il giocatore. Le riflessioni di Edera e della società passano anche dalla partita contro il Sudtirol, con l’ipotesi prestito a gennaio che avanza…

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 4 mesi fa

    5 commenti di tifosi e 5 giudizi che, per proteggere il giocatore, suggeriscono ad Edera di andare a cercare fortuna altrove!
    Giusto, purtroppo, concordo. Nulla da eccepire!
    Stessa situazione di Bonifazi: bene tra i giovani, poi alla Spal, e di nuovo bene. Poi il rientro, qualche problema di salute, la bocciatura, praticamente senza giocare, anche come riserva, ed ora di nuovo bene nella Spal!
    Parigini: exploit in Primavera, peregrinazioni in serie C, poi in panchina nel Benevento, senza quasi poter giocare, ma coinvolto nella fallimentare retrocessione della squadra. Il rientro al Torino in conto transito, in attesa di altro prestito, dato per certo. Il ragazzo si mette in mostra, dà l’anima in allenamento e viene premiato con la conferma!
    Si pensa che finalmente uno, almeno uno dei ragazzi-Toro, possa finalmente farcela: illusione!
    5-10 minuti in campo, solo per qualche partita, a fine gara, quando i giochi sono ormai fatti, senza alcuna possibilità di mettersi in mostra. E se poi Parigini in mostra si mette lo stesso, la partita seguente viene premiato con un’altra panchina.
    Gli si cambia ruolo e posizione, gli si fa fare il Jolly. Poi, però, si dà precedenza a Berenguer ed Aina (sicuramente 2 giovani pure loro capaci), oppure lo si blocca perché Soriano “deve” giocare e riprendersi..
    Parigini, in sostanza, con i complimenti dell’allenatore, resta in panchina!
    Ora, forse, per Edera e Parigini una partitella in Coppa Italia (se giocheremo il prossimo turno con la Fiorentina, finiranno di nuovo in panchina!), e poi di nuovo nel limbo.
    Come può un giovane come Edera, caricato lo scorso anno di tante speranze ed illusioni, poi dimenticato,
    ed ora messo davanti all’unica e forse ultima sua possibilità, riuscire ad entrare grintoso nel gioco, sicuro di sé, ma anche sereno e disteso, per poter rendere al meglio?
    Se, pur con ben più numerose opportunità, non ce l’ha fatta Soriano, trentenne ed ex-Nazionale, con alle spalle varie esperienze anche in campionati esteri, cosa pretendiamo dal nostro ragazzo?
    Con sconforto e dispiacere temo che purtroppo Edera e Parigini, ma anche Bonifazi, vivranno il loro futuro calcistico (che auguro roseo e brillante) lontano dai colori granata e da quella squadra che li ha creati, allevati, forgiati, sostenuti, ma poi rifiutati!
    È vero, ci sono contratti firmati, ma temo che quelli servano più che altro a dare domani un “peso” al costo dei loro cartellini!
    Quanto vorrei essermi sbagliata, ed aver scritto di un futuro che non si realizzasse mai!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marcohelg_385 - 4 mesi fa

      bonifazi ogni volta che gioca fa danno….non è che se fa qualche partita con la spal è un fenomeno….. savic il portierone idem…dai sono da spal ma il toro a bisogno di altro altrimenti diventa torello,non si puo’ paragonare ola aina che è un vero talento a parigini…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Hagakure - 4 mesi fa

    Dopo la nullità serba e i suoi protetti, adesso ci pensa testadighisa a far marcire in panchina i Giovani del Vivaio e a far giocare con continuità gli zombies dell’ultima ora.

    Che società di inqualificabili falliti…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. CarlosMarinelliCampobasso - 4 mesi fa

    Purtroppo avete ragione tutti , puntano su inutili e farebbe bene ad andar via …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14057417 - 4 mesi fa

    edera purtroppo a Torino non sta avendo lo spazio e quindi la possibilità di dimostrare il suo valore che c’è e l”anno scorso si è visto,d’altronde il nostro fenomenooooo di mister che abbiamo in panchina neanche lo calcola invece zaza e soriano che sono a dir poco imbarazzanti li continua a farli giocare e quando giocano entrambi siamo due in meno in campo. perciò caro edera pure se farai in c.Italia una gran partita tre gol il nostro sapientone altro spazio non te ne darà più, perciò se a gennaio hai la possibilità di giocare con continuità fallo però in a cosi da far vedere a certi incapaci la tua reale utilità e bravura che x me e tanta.auguroni e sempre forza toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Bischero - 4 mesi fa

    Edera non può nemmeno dimostrare chissà cosa se non gioca da una vita… Le prestazioni vengono anche giocando. Se é furbo a gennaio va a giocare in prestito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-14103079 - 4 mesi fa

    sicuramente ha bisogno di giocare e con Mazzarri non ci riuscirà. ha già difficoltà a far convivere Zaza con gli altri. meglio una squadra che lotta per la salvezza e che ha bisogno di uno come Edera. senza perderne il controllo..perché il giocatore c’è..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy