Torino, un Obi in risalita è una freccia in più nell’arco di Ventura

Torino, un Obi in risalita è una freccia in più nell’arco di Ventura

Focus On / Il centrocampista nigeriano è piaciuto a Bologna per gamba e freschezza atletica. E ha ancora margini di miglioramento sul piano della tenuta atletica

toro, obi

Joel Obi può essere un’arma in più, per il Torino di Ventura, nelle ultime cinque partite di campionato. Il centrocampista nigeriano a Bologna è piaciuto: soprattutto nel primo tempo è stato uno dei più positivi del collettivo venturiano, per spirito di intraprendenza e passo. Uno dei granata più positivi e propositivi, all’interno di una prestazione d’insieme che non è stata certo luccicante ma che alla fine è stata premiata dal risultato.

Obi, non nascondiamolo, ha praticamente iniziato la stagione il 2 aprile scorso, quando è stato lanciato titolare contro l’Inter. Una sequela impressionante di infortuni lo hanno tenuto fuori per lunghi mesi nei quali di fatto non è stato mai a disposizione di Ventura. Ora, le tre presenze da titolare a San Siro, Atalanta e Bologna sono peraltro coincise con le tre vittorie che stanno raddrizzando la stagione granata. Certo, non è stato Joel Obi da solo ad avere risolto i problemi di Ventura, anzi. Nelle prime due apparizioni, ha dato la chiara impressione di avere un gap da colmare in quanto a ritmo partita. Gap che piano piano il nigeriano sta colmando con applicazione e lavoro: contro il Bologna si sono visti i primi, incoraggianti passi in avanti. La prestazione, nel ruolo di mezzala sinistra, è stata sostanziosa nel primo tempo e attenta nella ripresa, e Joel è risultato uno dei granata più positivi al Dall’Ara

Il post di Obi su Instagram dopo Bologna-Torino
Il post di Obi su Instagram dopo Bologna-Torino

Ora, Obi deve confermare di poter tornare utile a un Torino che deve provare a spiccare il volo. Non solo in queste ultime cinque partite: dove peraltro, se verrà confermato titolare, potrebbe rivelarsi un’inaspettata freccia in più nell’arco di Ventura, perchè ci sono notevoli margini di miglioramento soprattutto per quanto riguarda la tenuta atletica e il ritmo partita. Ma soprattutto per il futuro. Il club ha investito su Obi, spendendo circa 3 milioni per il cartellino e firmando un contratto pluriennale. Il giocatore, dal canto suo, già dopo la partita contro l’Atalanta aveva espresso la chiara intenzione di rimanere al Torino anche nella prossima stagione. Ma all’interno di un gruppo dove praticamente nessuno, dal tecnico Ventura al capitano Glik passando per Immobile, può dirsi certo di restare nella prossima stagione, anche per quanto riguarda Obi il futuro è un punto interrogativo. Il nigeriano può rientrare nei piani di un Torino che può e deve avere l’intenzione di fare un salto di qualità importante? Al ragazzo il compito di fornire risposte importanti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy