Torino: Valentino Mazzola, il trascinatore

Torino: Valentino Mazzola, il trascinatore

Figurine / 96 anni oggi per il numero 10 del Grande Torino che scrisse pagine di storia del calcio italiano e del Torino

Giocare a calcio a livello professionistico vuol dire, nella maggior parte dei casi, rimanere nella memoria di qualche tifoso, restare nelle storie che si tramandano di generazione in generazione, diventare protagonista di qualche libro oppure vedere il proprio nome scritto per sempre nella leggenda.

Valentino Mazzola fa sicuramente parte di quest’ultima categoria, è uno di quei giocatori di cui non ci scorderà mai, una delle pietre miliari di questo gioco che tanto amiamo. Le sue gesta ed i suoi gesti più semplici sono scritti nella mente anche di chi non ha mai potuto vederlo giocare dal vivo, la sua maglia numero 10 del Toro è una reliquia per il movimento calcistico nazionale e non solo. Il Grande Torino ha riportato l’Italia nel gran ballo delle potenze d’Europa grazie alle magie del suo capitano, senza dubbio uno dei migliori giocatori che abbiano mai calcato i campi da calcio di questo paese.

La sua leadership, la sua onnipresenza fanno di lui uno di quelli che gli americani chiamano “uomo-franchigia“, cioè quel giocatore che si identifica automaticamente con la squadra a cui appartiene perchè spicca evidentemente sui compagni. Mazzola era questo, il cervello, il centro di controllo di quella macchina perfetta che era il Grande Torino. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy