Torino-Varese 4-0, Iago e Ljajic arrotondano. I granata salutano Bormio con una vittoria

Torino-Varese 4-0, Iago e Ljajic arrotondano. I granata salutano Bormio con una vittoria

Da Bormio / Dopo la rete di Belotti nel primo tempo, Miha rivoluziona la formazione. Eurogol anche per Vives

Ottima sgambata dei granata contro il Varese: termina 4-0 l’ultima amichevole del Torino a Bormio, che saluta la Valtellina con una vittoria convincente, prima della partenza per l’Austria e l’inizio – dunque – della seconda parte del ritiro granata. Al gol di Belotti nel primo tempo, risponde Iago Falque nel secondo, su assist di Obi, poi ci pensano Vives e Ljajic ad arrotondare definitivamente il risultato.

Dopo una prima frazione a doppia faccia (qui il commento dei primi 45′), con i lombardi inizialmente pericolosi (addirittura vicino al vantaggio ma sfortunati nel colpire il legno), sale in cattedra il Toro, che fa girare bene il pallone e – dopo gli ottimi spunti di Boyé, Bruno Peres e Martinez – trova il vantaggio con il solito Belotti al 37′ (nono gol in questo ritiro per lui), servito ottimamente proprio dall’argentino classe ’96, probabilmente galvanizzato dalla belle parole di Mihajlovic in conferenza stampa (leggi qui).

Nella ripresa, poi, Mihajlovic come di consueto cambia tutti gli effettivi dopo 15′, schierando il tridente Iago-Maxi Lopez-Ljajic, ed è proprio lo spagnolo a siglare il raddoppio su grande palla di Obi, prima del tris firmato Vives (siluro all’incrocio), e al gran gol a giro di Ljajic, che chiude il match. Buona prestazione, tra i giocatori dei secondi 45′, per Zappacosta, attivissimo sulla destra.

Ad inizio ripresa la formazione è praticamente la stessa che aveva iniziato la gara: negli undici i nuovi sono Barreca (entrato già a metà primo tempo al posto di Silva), ed Acquah, che rileva un buon Parigini, schierato al pari di Aramu come mezzala. E’ proprio il terzino classe ’95 ad avere dopo 3′ la palla buona per il raddoppio, ma il portiere varesotto si fa trovare pronto e respinge. Il Torino, comunque, è decisamente più concentrato rispetto all’avvio di partita, e schiaccia i lombardi nella propria area con continui corner, ma sia Ajeti sia Aramu non riescono a capitalizzare le palle inattive.

4c3a8de5-829c-4611-89df-25be9ae0d67e

Come anticipato, al 15′ Mihajlovic rivoluziona tutta la squadra. Fuori tutti a parte Acquah, con la nuova formazione che affronta l’ultima mezz’ora formata da: Ichazo; Zappacosta, Maksimovic, Moretti, Molinaro; Acquah, Vives, Obi; Iago, Maxi Lopez, Ljajic. Zappacosta spinge forte sulla destra, e i il nuovo tridente – sempre “a piedi invertiti” prova subito a combinare, con Ljajic che pare particolarmente ispirato e segna anche un gol al 22′, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Il serbo avrà occasione per riscattarsi.

A 28′, però, arriva il meritatissimo raddoppio granata, che capitalizzano finalmente l’ottima gestione del pallone: ottima intuizione di Obi, che serve il pallone nello spazio per Iago Falque, il quale si inserisce ottimamente e piazza il sinistro sul secondo palo. In gol, dunque, il neoacquisto, che pare essersi già discretamente inserito nei meccanismo del 4-3-3 di Mihajlovic. Al 38′, quindi, arriva il meritato tris con Giuseppe Vives, che scarica un siluro nel sette, e poi 3′ più tardi il poker di Ljajic, che corona quanto di buono dimostrato con un bel gol a giro sul secondo palo.

Finisce con la prodezza del serbo l’amichevole del Torino: granata pimpanti soprattutto nella ripresa, buoni, buonissimi segnali per Mihajlovic dai nuovi acquisti Ljajic e Iago Falque.

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ultrà - 12 mesi fa

    Jansson di nuovo fuori…come col Renate…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy