Torino, Ventura e i dettami odierni: possesso palla e giocate rapide

Torino, Ventura e i dettami odierni: possesso palla e giocate rapide

Verso Torino Provercelli / La squadra lavora sulla qualità del palleggio: pochi tocchi nello stretto e copertura degli spazi

4 commenti

Archiviato il test amichevole contro il Rennes, il Toro di Ventura continua la sua preparazione in quel di Chatillon e questo pomeriggio sarà nuovamente in campo contro la Pro Vercelli, per l’ultimo atto del ritiro in Valle d’Aosta. La formazione di Ventura ha lavorato sul fisico, ma anche e soprattutto sulla tattica.

Proprio in tal senso, il tecnico genovese si è particolarmente soffermato a testare le abilità dei giocatori nel far girare la sfera velocemente e con pochi tocchi, esercizio chiaramente finalizzato a rendere più rapida e fluida la manovra di gioco e ad evitare quegli eccessi di individualismo che nel calcio –  soprattutto nel campionato italiano – possono costare cari.

É certamente questa l’indicazione più significativa che possiamo trarre da questo ritiro, prove tattiche che oggi saranno messe in campo contro le bianche casacche: l’intenzione da parte del mister di migliorare la qualità e l’efficacia del palleggio in mezzo al campo e i meccanismi di copertura degli spazi in fase di non possesso.

Già, perché se da un lato è vero che in questo momento il tassello mancante è la punta, dall’altro è innegabile che un attaccante, per trovare la via del gol con regolarità, ha bisogno di un assortimento ottimale dell’intero effettivo.

L’inizio della nuova stagione è sempre più vicino: tra certezze, amichevoli e botti di calciomercato dell’ultimo mese, il Toro prosegue con un Ventura alla guida, più che mai intenzionato a non accontentarsi dei risultati raggiunti nelle ultime stagioni. Per ripartire da ciò che è ancora perfezionabile e migliorarsi sempre di più.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. PrivilegioGranata - 2 anni fa

    Una squadra che gioca tutta di prima sarebbe un sogno.
    E non servirebbe più il fantasista, e non servirebbe nemmeno il regista arretrato.
    Giro palla e poi, cogliendo l’attimo, tre, quattro, cinque tocchi ed arrivare in area avversaria… wow!!!
    All’occasione, contropiede in tre tocchi e gol… ariwow!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ale - 2 anni fa

      PSP 2016 ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PrivilegioGranata - 2 anni fa

        PSP che sarebbe “playstation”?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ale - 2 anni fa

          Si, era una battuta

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy