Torino, Ventura punta al recupero di Vives

Torino, Ventura punta al recupero di Vives

Verso Marassi / Il centrocampista campano corre verso la migliore condizione. Il tecnico granata lo rivuole davanti alla difesa contro il Genoa

1 Commento
Vives

Doppia seduta in Sisport, dove il tecnico granata Giampiero Ventura ha potuto lavorare su tecnica e tattica in vista del match domenicale di Marassi, contro il Genoa di Gasperini.

Buone notizie giungono dall’infermeria: Pontus Jansson, infatti, ha regolarmente partecipato all’allenamento insieme al resto del gruppo. Rimangono lontani dai compagni, invece, Alessandro Gazzi e Danilo Avelar. il primo ha lavorato a parte e il suo recupero arriverà con tutta probabilità ben oltre la sfida di Marassi, mentre il laterale brasiliano ha cominciato stamani la riabilitazione post-intervento al ginocchio presso la clinica Fisio&Lab. La nota più lieta, però, arriva dalle condizioni di Giuseppe Vives: il giocatore, uscito visibilmente acciaccato dalla sfida contro la Lazio, fino a ieri si era limitato ad un lavoro personalizzato. Oggi, però, piccoli passi avanti, con il numero 20 che ha corso con i compagni per una buona parte dell’allenamento, sia in mattinata, sia nel pomeriggio. Il suo eventuale recupero sarebbe una vera manna dal cielo per Ventura, alle prese con l’incognita centrocampo: con l’infortunio di Gazzi, infatti, e le non ottimali condizioni di Vives, il tencico granata sarebbe obbligato a cambiare uomo davanti alla difesa se non recuperasse pienamente il metodista campano. In questo senso, potrebbe prendere piede l’ipotesi Baselli (anche se giudicato “non pronto” al ruolo dallo stesso Ventura), già provato nel finale contro la Lazio per necessità, più che per caratteristiche ponderate, oppure il dirottamento di Acquah, che avrebbe le doti da interditore per quel tipo di ruolo, ma forse non i tempi di gioco.

Ad ogni modo, il recupero di Vives appare un’ipotesi più che plausibile: Ventura spera di poter contare sul suo numero 20 a Marassi, senza dover forzare giocatori in ruoli ancora non pienamente “assorbiti” a livello tattico.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. granata - 11 mesi fa

    Mi sembra azzardato parlare di “una manna dal cielo” il recupero di Vives a centrocampo, uno dei maggiori responsabili, per limiti tecnici e di corsa, delle magre figure del Torino a centrocampo. Che poi ventura ritenga Baselli “non pronto” in quel ruolo, è un’ altra prova di come il tecnico non sappia capire le caratteristiche dei giocatori a sua disposizione. Affidare a Baselli la regia in mezzo al campo, davanti alla difesa è da sempre la soluzione più logica, visto che era lì che giocava nell’ Atalanta. Caro Toro news, a volte la mancanza di memoria storica è una grave lacuna: proprio nel luglio dello scorso anno, nel disegnare il profilo di Baselli, tu lo definivi “regista di indubbie doti” e aggiungevi che era “cresciuto tatticamente come regista, dalle innate doti tecniche, ed arricchito ulteriormente da un ottimo tempismo nell’ inserimento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy